Una pagina Facebook per non dimenticare il giornalista Giovanni Spampinato

Una pagina Facebook per non dimenticare il giornalista ragusano Giovanni Spampinato, corrispondente de L’Ora di Palermo ucciso il 27 ottobre 1972 in Via Di Vittorio, nei pressi del carcere di Ragusa. Aveva 26 anni. L’iniziativa è del fratello Salvatore che nel 1980 si era trasferito da Ragusa per ritornarci nel 2015. “Ho voluto aprire questa pagina Facebook – spiega – per parlare di Giovanni perchè si tramandano da anni molte cose inesatte che danneggiano la figura di mio fratello. Nello stesso tempo voglio fare conoscere la sua storia a tutti coloro che non la conoscono. Giovanni è nato e cresciuto a Ragusa e mi rivolgo sopratutto ai ragusani. Parlando con loro mi sono accorto che questa faccenda sono in pochi a conoscerla nel modo esatto, mentre il resto la conosce vagamente o per sentito dire”.
Sul web c’è una quantità enorme di informazioni sui due omicidi clamorosi Tumino e Spampinato ma se non si conoscono le cose basilari c’è da perdersi e da confondersi.
“Giovanni è conosciuto in tutta Italia, su di lui si sono scritti dei libri, si sono fatti documentari, ogni anno giovani universitari ci fanno la tesi, sono stati istituiti presidi a suo nome, il presidente della Repubblica nel 2006 gli ha intitolato il premio di giornalismo Saint Vincent – prosegue il fratello minore del giornalista -. In America Giovanni ha un posto nel memoriale che ricorda tutti i giornalisti uccisi, e altro ancora”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI