Ispica, Muraglie: “Basta polemiche sulla zona Pip. Noi andiamo avanti”.

“L’ultima cosa alla quale penso è fare una polemica con il commissario del Libero Consorzio”.  È quello che dichiara il sindaco di Ispica Pierenzo Muraglie dopo la replica del commissario Piazza alle affermazioni dello stesso sindaco, del suo vice e del presidente del Consiglio comunale alle notizie di stampa che davano l’Amministrazione comunale inadempiente sulla realizzazione dell’area Pip con i fondi ex Insicem.

“Nel nostro intervento ci siamo guardati bene dall’addebitare responsabilità di sorta al Libero Consorzio. Abbiamo solo aggiornato le informazioni e le date nel rispetto di verità inconfutabili che dicono chiaramente abbiamo lavorato per recuperare i ritardi e siamo pronti a dare l’incarico per la progettazione esecutiva. Ci sorprende la reazione piccata del Commissario che addirittura parla di “scorrettezza”, pratica completamente estranea alla mia amministrazione, peraltro dichiarando chiusa la collaborazione col Comune in ordine alla nostra richiesta di supporto tecnico per il rup. Ne prendiamo atto e andiamo avanti. Così come prendiamo atto che non esistono piani alternativi di utilizzo dei fondi ex Insicem destinati al nostro comune. Piuttosto che le polemiche privilegiamo i fatti. A noi e alle realtà produttive locali interessa che l’area Pip si faccia e al più presto. Per l’incarico della progettazione esecutiva è solo questione di giorni. E presto avremo anche il piano degli espropri. Insomma stiamo lavorando pet rispettare gli impegni assunti”.

 

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI