Domenica a Modica lo Slalom Mediterraneo. Assenza: “Vi racconto la vera storia”

0
4473

Domani, come ampiamente riportato da numerosi media e dalla nostra redazione sportiva , partirà la sesta edizione dello Slalom del Mediterraneo  valevole anche come tappa del Campionato Siciliano Aci Sport. Una gara a cronometro dal fascino particolarissimo. Bolidi, preparati da grandi esperti con cura di ogni dettaglio, sfrecceranno sul temibile circuito di S.Marco-Mista, deliziando i tantissimi spettatori che arriveranno da ogni parte della Sicilia. La gara, che un tempo veniva chiamata dal nome proprio del circuito “ Ra Mista” da sei anni ad oggi è stata ribattezzata con il nome del nostro amatissimo “Mare Nostrum”. La competizione quest’anno vedrà anche un premio speciale dedicato al compianto amico grande preparatore e pilota Bruno Minardo. Ma come iniziò questa avventura ‘Ra Mista? Abbiamo intervistato proprio colui il quale fu il promotore dell’iniziativa: Enzo Assenza. Enzo è un’istituzione non solo a Modica, ma in molti parti della nostra regione. E’ l’amico di tutti, esperto e pilota dei motori fin dalla nascita, meccanico attento, puntiglioso nel suo lavoro e, modestia a parte, profondo conoscitore delle preparazioni in toto delle auto da corsa. La sua competenza sui motori inizia a diventare passione pura, quando , verso la metà degli anni ’80, inizia a pilotare le prime auto preparate da lui stesso. In quegli anni gareggia nei circuiti del siracusano ed inizia ad accumulare una certa esperienza. Inizia a frequentare l’Automobil Club di Ragusa dove si crea , in breve tempo, una certa amicizia con i dirigenti ed i responsabili delle sezioni corse. Un giorno, d’improvviso , preso da una smania d’amore verso la sua città, pensa in grande, ha voglia d’inserire Modica all’interno dei “circuiti che contano”. Alcuni giorni fa ho voglia di vedere il mio d’infanzia Enzo e quindi lo contatto telefonicamente. Accetta subito l’idea dell’intervista. Così di buon mattino mi reco nella sua pulitissima officina dove, guarda caso , sta mettendo appunto( su commissione) proprio una macchina per la gara di domenica nel circuito “ ‘Ra Mista”. Inizio di botto con la prima domanda: “ Enzo, come e quando nasce questa idea del circuito S.Marco-Mista? ” Risponde: “Ricordo, erano i primi mesi del 1988, tornavo da una gara in provincia di Siracusa e pensavo fra me e me come fosse possibile che a Modica non c’era nulla per correre….”. Passano alcuni secondi , accende una sigaretta, poi continua: “ Non sono mai stato bravo con le parole, tu conosci la mia timidezza , ma avevo una gran voglia di parlare con il Sindaco di allora, l’ingegnere Ignazio Agosta…!” Gli batto una mano sulla gamba in segno di comprensione e lui aggiunge: “ Alla fine trovai il coraggio, tramite un amico comune presi un appuntamento e finalmente entrai nella sua stanza”. A quel punto chiedo come convinse il sindaco. “Semplice -gli dissi- sig. sindaco, Modica è una troppo città importante e deve avere una gara importante!” La settimana dopo Enzo Assenza portò a Modica tutta la delegazione ACI con in testa il l’allora presidente l’Avv. Di Blasi , il direttore dr. Mollica ed i delegato CSAI Elio Russino (che, chi vi scrive ha avuto l’onore di conoscere personalmente) . Così ,in una calda mattina d’estate , alla presenza dell’indomabile Enzo Assenza e dell’intero esecutivo ACI di Ragusa, fu istituita la gara a cronometro “Ra Mista”. “ Era il luglio del 1988 – ricorda Enzo – e il mio sogno, diventava realtà!”. In quella prima edizione Enzo Assenza si classificò 2° assoluto, dovendo cedere il primo posto, solo per pochi decimi, al fortissimo pilota siracusano Enzo Fazzino. Da allora partirono una serie di interminabili ” sfide nelle sfide” e lo Slalom di Modica, pur cambiando più volte denominazione, è diventato leggenda. “ Ogni anno – aggiunge Enzo – tanti amici, tanti conoscenti mi contattano perché vogliono partecipare con l’idea di far bella figura…” . Lo guardo imbarazzato, quasi incredulo, ma lui mi toglie ogni dubbio: “ Tutti vorrebbero vincere, impiegano tempo, fatica, e tanto tanto denaro… ma ..- aggiunge –… la semplice partecipazione dovrebbe invece appagare ogni logica di successo ed anche insuccesso, perché a Mista è a Mista…! ”. Conclude così la nostra intervista, nello stesso modo di come una volta ripeteva a tutti Pippo Baudo…una frase che è rimasta uno slogan nella storia “ perché Sanremo è Sanremo!” . Non sappiamo se “a gara ‘ Ra Mista” o lo “Slalom del Mediterraneo” , come è chiamato oggi, diventerà famosa come Sanremo, forse mai…. ma resta il fatto che per noi Modicani, “a gara ‘Ra Mista” rimane una appuntamento quasi sacro….una favola certamente da raccontare ai bambini che un giorno la vivranno assolutamente dal vivo!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

due × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.