Il Ragusa Calcio supera il Palazzolo in trasferta, il commento del tecnico azzurro Settineri

0
322

Prestazione duttile e sontuosa. Squadra cinica e pragmatica. In grado di colpire gli avversari quando meno se l’aspettano e di congelare il risultato sino alla fine. E’ in questa analisi sintetica la partita del Ragusa Calcio che ieri pomeriggio ha violato il campo del Palazzolo. E’ finita 1-0 per gli azzurri grazie alle rete siglata a metà della ripresa dal bomber Luca Savasta. Vantaggio che gli ospiti sono riusciti a custodire sino al novantesimo. Il Ragusa ha giocato in superiorità numerica dal 20’ del primo tempo per l’espulsione di Peri. “In un primo momento – è l’analisi dell’allenatore azzurro Alessandro Settineri – abbiamo lavorato molto di qualità, prendendo campo ma allo stesso tempo abbiamo saputo soffrire. Abbiamo saputo aspettarli, cimentandoci in maniera attenta nella riconquista degli spazi e dei palloni. Tutti elementi che ci hanno permesso di gestire bene una squadra, quella avversaria, che a livello qualitativo non scopriamo certo noi. Ecco perché vincere sul loro campo è stato molto importante, un altro passo in avanti nel cercare di comprendere di che pasta siamo fatti”. “Ho già detto in altre occasioni – prosegue Settineri – che occorre gestire bene i momenti, anche questo arrivato dopo tre vittorie consecutive dall’inizio del campionato. E’ doveroso dare merito al gruppo per la disponibilità, la duttilità e la capacità di seguire le indicazioni della panchina”. Ma in che modo è stato gestito il match proprio dalla panchina? “Ho cercato di leggere la partita – dice ancora il tecnico – variando gli atteggiamenti tattici, il modulo, finendo l’ultima parte in un certo modo. Il Palazzolo ha provato parecchi palloni lunghi per cercare la fisicità di alcuni elementi. Grazie al gruppo, quanto abbiamo fatto deve servire da sprone per potere lavorare sempre meglio, non dimenticando che il sacrificio è fondamentale. Per questo aggiungeremo uno step a quanto già acquisito per potere contare su più giocate codificate. Dobbiamo lavorare per migliorarci e ogni partita deve essere un modo per confrontarci e scoprirci ulteriormente. Per quanto mi riguarda, sono già proiettato al match del prossimo turno in casa con l’Atletico Catania. Ripartiremo dall’ottima prestazione di ieri”. Il Ragusa, in tre gare di campionato, non ha subito alcun gol. “Direi che abbiamo concentrato parte della nostra attenzione – conclude Settineri – sulla fase difensiva. Ci siamo difesi in zona centrale per ammortizzare il più possibile questi palloni lunghi buttati in avanti. Non dimentichiamo che la nostra è una squadra neopromossa e finora la migliore risposta a numerose chiacchiere sono stati i fatti”. E Settineri conclude: “Al momento si sta cercando di sfruttare nella maniera più adeguata le caratteristiche tecnico-tattiche del nostro gruppo, tirando fuori il meglio da ognuno di loro”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

quattro × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.