Da settembre a dieta? Ecco perché non sempre funziona

Le vacanze estive sono finite quasi per tutti e piano piano si ritorna alla normalità e ai ritmi quotidiani. Quello che invece raramente ritorna alla normalità dopo il periodo estivo è il peso forma e il livello di energia necessario per affrontare gli impegni quotidiani. 
 
Ed è così che dopo un periodo più o meno prolungato di eccessi alimentari e inattività, è normale ritrovarsi con qualche chilo e qualche acciacco in più. 
 
È proprio in questo periodo che la prima cosa che si pensa per ritornare in forma è mettersi a dieta e rimediare alle abbuffate con amici e parenti o ai troppi gelati consumati.
Ma siamo così sicuri che la dieta sia il modo più efficace e semplice di dimagrire? 

Secondo un importante studio della Coldiretti, nel 2017 16,9 milioni di italiani si sono messi a dieta nella speranza di dimagrire. L’87% è ingrassato di nuovo entro 5 mesi.


Praticamente tutte le diete sono destinate a fallire.

Dietro questo insuccesso c’è una precisa spiegazione psicologica e scientifica su cui nessuno vuole fare chiarezza,
dato che dietro al mondo della dieta e dell’alimentazione ci sono interessi miliardari.

La verità è che è praticamente impossibile perdere peso con una dieta proprio perchè ti lascerà sempre affamato.


Prima o poi la fame, essendo un bisogno primario, avrà sempre la meglio sulla forza di volontà. Sempre.


Quindi rimanere a stecchetto per troppo tempo è una soluzione non sostenibile nel medio-lungo periodo, per la mente ma anche per il corpo.


Ma non solo.


Mangiare poco è la cosa peggiore che si può fare se si vuole veramente dire addio ai chili di troppo!


So che sembra un contro-senso.
Ma c’è una spiegazione scientifica per questo.Te la spiego in parole povere.


Quando mangi poco e hai sempre fame, il tuo corpo pensa che sei in pericolo e va in modalità sopravvivenza.


Quando il tuo corpo va in modalità sopravvivenza accumula più grassi possibili per permetterti di sopravvivere senza cibo il più a lungo possibile.


Di fatto quando mangi poco il tuo corpo accumula più grasso perché pensa che sei in pericolo!


Ecco perché al primo sgarro tenderai a riprendere velocemente i chili persi.


Mangiare poco in seguito ad una dieta ha come effetto collaterale quello di abbassare il metabolismo (la quantità di calorie che consuma il corpo a riposo), rendendo ancora più difficile il dimagrimento.


Quale è allora la soluzione più efficace e definitiva per cambiare il proprio corpo senza fare sacrifici e sprecare tempo e soldi? 

Abbinare un allenamento mirato, un sano stile di vita che preveda poco stress e tanto riposo (almeno 7 ore a notte) e una corretta alimentazione che ti permetta di mangiare a sazietà gli alimenti che non fanno ingrassare, riducendo il più possibile gli alimenti dannosi e ricchi di calori.
Gli alimenti non ingrassanti sono carne, pesce, uova, verdura, frutta e frutta secca.
Non ci sono altre vie o scorciatoie per un dimagrimento salutare e soprattutto definitivo.
Ecco perchè Vitality, la catena di centri fitness e piscine numero 1 in Sicilia e specializzata in dimagrimento, ha ideato il primo programma di allenamento personalizzato abbinato ad una corretta alimentazione per chi desidera perdere peso velocemente senza rinunciare a mangiare.


Se vuoi avere altre preziose informazioni su come dimagrire in maniera efficace e veloce senza mettere a rischio la tua salute e senza rischiare di sprecare tempo e soldi,  scarica gratuitamente la guida completa al dimagrimento:
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI