Servizi, condizioni di lavoro e rivendicazioni salariali al centro di un incontro tra sindacati e ASP Ragusa.

0
354

Il rilancio e il potenziamento dei servizi offerti ai cittadini ed il miglioramento delle condizioni di lavoro all’ASP di Ragusa, è stato oggetto di un incontro, richiesto dai sindacati, con la Direzione Strategica per uno schietto, costruttivo e dettagliato confronto su alcuni dei temi irrisolti all’ASP che riguardano organizzazione del lavoro e servizi.
I dirigenti di F. P. CGIL (Assennato) di CISL FP (Di Stefano – Ferraro) di UIL FPL (Rocca) di F.S.I. U.S.A.E. (Bracchitta) di  FIALS (Magrograssi) di NURSING-UP (Tela) della UGL (Frasca) e della NURSIND (Savasta) hanno redatto una nota nella quale si legge: “Ultimata la squadra che guiderà per il prossimo triennio la più importante Azienda della nostra provincia, sia per la mission che per numero di dipendenti, è giunto il tempo d’impostare e tracciare la strada per L’elenco degli argomenti in agenda era volutamente corposo a testimonianza del disagio serpeggiante in ogni settore aziendale che si riflette da troppo tempo sulla qualità percepita dei servizi offerti; le cause vanno ricercate nel lungo periodo di commissariamento di tutta la Sanità regionale che ovviamente ha interessato anche l’ASP di Ragusa e dalle opinabili scelte delle precedenti Amministrazioni. Con soddisfazione registriamo la disponibilità aziendale ad accogliere richieste e proposte ed anzi per alcune problematiche sono in atto provvedimenti risolutivi.
Incentivazioni: dopo aver scontato il ritardo di un anno sulla nomina dell’O.I.V. “dimenticato” dalla precedente gestione, in sei mesi sono stati validati i bilanci del 2017 e del 2018, pertanto a settembre, seppur in ritardo rispetto al passato, saranno corrisposte le competenze del comparto.
È in itinere il passaggio di fascia ormai in via di completamento le verifiche ed anche questo capitolo subito dopo la pausa estiva verrà portato a compimento per gli aventi diritto a partire dal mese di gennaio 2019.
Stabilizzazioni: l’iter è attivato ed appena completati Atto Aziendale e nuova Dotazione Organica si procederà con le stabilizzazioni di contrattisti, ed in sequenza di ASU e PUC e c’è l’assicurazione che per gli operatori di categorie “dimenticate” fra quelle da stabilizzare, saranno studiate opportune misure ad hoc.
La Geriatria di Modica con l’attuale dotazione organica tornerà a gestire 10 posti letto.
Riapre il guardaroba a Ragusa dopo quelli di Modica e Comiso.
Turnazione in Patologia Medica: aperto il confronto per trovare soluzioni condivise e alternative a quelle predisposte.
Coordinamenti: presto saranno nominate tutte le Commissioni per partire con le selezioni.
È stato attivato il Tavolo Tecnico per prendere in esame il nuovo Contratto Decentrato e a seguire la rivisitazione e modifica del regolamento di mobilità interna.
A margine del Tavolo Tecnico si è concluso l’iter per l’indennità di disagio per gli ausiliari impegnati su tre turni, grazie alla sensibilità della dott.ssa Sigona che ha trovato gli strumenti idonei al recupero della retribuzione del personale interessato, nel rispetto delle norme vigenti: l’accordo prevede la retroattività al primo gennaio 2019.
È chiaro che non si tratta d’interventi risolutivi ed esaustivi ma la volontà di porre rimedio agli errori del passato, alle carenze strutturali ed occupazionali da parte di questa Direzione Strategica è parsa da subito evidente e con spirito collaborativo tutto il fronte sindacale cercherà di evidenziare tutte le disfunzioni di Sistema per portare a soluzione ogni problematica presente o che si dovesse presentare in futuro.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

quattro + quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.