La città di Modica, con i versi di poeti della Sicilia Orientale, improntati al tema della pace, ha partecipato al World Festival poetry

La città di Modica, con il suo Nobel per la Letteratura, con i poeti del Caffè Quasimodo e di poeti della Sicilia Orientale (nella foto) ha detto il suo “No war – Hug Peace”, unendosi al coro di voci poetiche che si è innalzato al cielo in più di 70 paesi al mondo nell’ambito del World Festival poetry, un evento mondiale che si è tenuto in simultanea nei 5 contenenti per lanciare un urlo pacifista finalizzato a richiamare l’attenzione della gente e dei governi verso un impegno per la ricerca della pace.
Presenti 20 poeti, sia dell’Area ragusana (Pippo Di Noto, , Salvo Miccichè, Marinella Tumino, Giovanna Drago, Raffaele Puccio, Giovanna Vindigni, Silvana Blandino, Franca Cavallo, Gianni Di Giorgio, Carmelo Di Stefano, Antonella Monaca, Elia Scionti, Grazia Dormiente, Salvatore Paolino e Lucia Trombadore) sia dell’Area siracusana( Giovanna Alecci, Corrado Di Pietro, Giuseppe Blandino, Ignazia Iemmolo )
Ho coordinato il Reading Domenico Pisana, Presidente del Caffè Letterario Quasimodo, dando in apertura il messaggio del Direttore dell’Europa per il Festival, Claudia Piccinno, quindi ha invitato i poeti, dopo la loro presentazione biografica, a leggere i loro versi , quasi tutti improntati a temi sociali riguardanti la pace, il no alla guerra, la violenza, la solidarietà, le migrazioni, la giustizia. Le poesie sono state intervallate da brani musicali e vocali a cura del “Duo Estrella” , composto dal M° Lino Gatto, alla chitarra, e Ilde Poidomani, voce.
“Una serata davvero bella – ha commentato Pisana – quella di ieri sera in occasione del World Festival poetry, tenutasi nella città di Modica; un evento ove la “la parola poetica” nelle sue variegate espressioni, ha avuto la sua centralità e il suo peso misterico, etico e sociale, augurandosi un rinnovamento poetico fatto di piccoli gesti concreti e tanta armonia. Lo slogan che l’organizzazione mondiale ha voluto lanciare con questo evento è stato finalizzato a denunciare anche come ancora oggi nel pianeta esistano governi fantocci che sostengono le guerre, facilitando i traffici d’armi o il passaggio di eserciti, o contribuendo a occupare territori strategici per la loro posizione o per sfruttarne le risorse economiche e/o naturali. E noi, da Modica, abbiamo anche detto con le nostre poesie “Si alla pace, no alla guerra”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI