Vittoria. Due vittorie che danno morale a “I Soci Volley” nei campionati di Prima Divisione sia maschile che femminile.

0
345

Tre punti fanno morale, sei fanno felici. C’è tanta grinta e voglia di far bene in casa I Soci Volley Vittoria, dopo le due belle vittorie dei giorni scorsi nei campionati di Prima Divisione sia maschile che femminile. Le ragazze hanno fatto l’impresa, dominando dall’inizio alla fine la sfida contro l’Augusta e tornando dalla trasferta con un netto 3-0. I ragazzi, in casa contro l’Avola, sono partiti light nel primo set, ma dal secondo hanno accelerato e vinto facile imponendosi per 3-1. E adesso, quando mancano tre giornate al termine della femminile e due per la maschile, si punta sempre più in alto. Le formazioni sono ormai diventate squadre, solide e preparate, e sono consapevoli di potersela giocare alla pari con chiunque.

“Le ragazze hanno finalmente capito che la presenza e la costanza in allenamento sono troppo importanti, e anche se domenica ci attende una partita difficile ho chiesto loro di farsi e farmi un regalo” dice coach Lucio Sascaro che, in riferimento alla sfida contro l’Augusta, parla di un gruppo che ha saputo portare in campo un gioco brillante, sia in difesa che in attacco, bello da vedere. “Adesso – continua – inizia ad essere la squadra che avevo in mente sin dall’inizio del campionato, e i risultati infatti sono molto positivi. Le atlete stanno venendo fuori sia a livello individuale che di squadra, fanno gruppo e sono davvero contento. Prima della sfida ad Augusta avevamo lavorato molto bene per una decina di giorni e le ragazze sono arrivate motivate e tranquille, le rivali forse non si aspettavano di trovarsi di fronte delle atlete così determinate e ben disposte in campo, e alla fine della partita anche l’allenatore ci ha fatto i complimenti”.

Domenica, alle ore 19, a Vittoria arriva il Modica e per Sascaro “I Soci se la possono giocare tranquillamente alla pari, per poi guardare con serenità alle ultime tre partite, assolutamente alla nostra portata, due in casa e una a Francofonte. Ormai la squadra ha preso coscienza delle proprie capacità e il prossimo anno finalmente possiamo puntare ad occhi chiusi ad una posizione di vertice. Da qui alla fine del campionato voglio 12 punti – conclude – e so che li possiamo prendere, 3 già li abbiamo messi in saccoccia lo scorso week end e se continuiamo così possiamo tranquillamente chiudere in quinta posizione”.

Anche l’allenatore della squadra maschile, Alfio Tomaselli, è particolarmente soddisfatto dei risultati che i suoi ragazzi stanno finalmente ottenendo, nonostante tante difficoltà e tanti problemi, non ultimi l’espulsione di Lero e gli infortuni di entrambi i palleggiatori: Giovanni Nicosia e Giovanni Nifosì.“Abbiamo giocato mercoledì e la partita è andata davvero bene – commenta – anche se nel primo set eravamo troppo rilassati. Dal secondo in poi le cose sono cambiate, abbiamo trovato continuità e messo in difficoltà gli avversari. Ora ci attende la sfida contro il Giarratana e poi l’ultima in casa contro il Pozzallo, ma conto di trattenere i ragazzi in palestra fino a metà giugno in modo che all’inizio della prossima stagione siano già pronti”. In vista delle ultime due partite, Tomaselli si dice ottimista.

“Ultimamente ho visto i miei ragazzi fare grossi passi in avanti, vuol dire che stanno trovando le giuste motivazioni e che credono nel lavoro che stiamo facendo. Il mio motto – prosegue – è ‘un punto alla volta, una partita alla volta’, ed è così che miriamo all’obiettivo di arrivare alla fine del campionato nel migliore dei modi. Per fortuna, abbiamo recuperato quasi del tutto Alessio Borgese, che aveva avuto una distorsione alla caviglia ed è stato fermo 15 giorni, e lui è uno di quelli che in campo ha l’esperienza necessaria per fare sempre la differenza: acciaccato o no, la sua partita la fa fino alla fine”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

diciannove − 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.