I festeggiamenti in onore del Patrono di Modica San Giorgio entrano nel vivo. Ieri sera la processione dei piccoli

0
671

Una devozione che non conosce confini. Una passione religiosa senza eguali. E’ quella che i fedeli nutrono nei confronti di San Giorgio martire la cui memoria liturgica è stata celebrata ieri anche a Modica dove i festeggiamenti in onore del patrono stanno per entrare nel vivo. E proprio la giornata di martedì ha sancito, qualora ce ne fosse di bisogno, la grande attenzione che i modicani nutrono nei confronti del santo cavaliere. Già dalla mattina quando la riproduzione ridotta del simulacro di San Giorgio era stata portata in giro tra i reparti dell’ospedale Maggiore. Una visita ai degenti che questi ultimi hanno parecchio apprezzato cogliendo l’occasione per la recita di una preghiera e per raccomandare la propria salute al megalomartire. In serata, poi, dopo la santa messa, la processione con il San Giorgio piccolo, rivolta a tutti i bambini, è stata caratterizzata da una eccezionale presenza di partecipanti. Il corteo si è snodato lungo via Napoli, corso Umberto, piazza Monumento, via Garibaldi sino a raggiungere corso San Giorgio e poi fare ritorno al Duomo dove, prima dell’ingresso, c’è stata l’opportunità di assistere a uno spettacolo pirotecnico. Erano presenti i rappresentanti delle istituzioni. Mentre l’associazione portatori San Giorgio ha verificato che tutto procedesse nella maniera migliore, esprimendo apprezzamento per l’azione che i piccoli portatori erano riusciti a portare a compimento, tra gli applausi e le grida di giubilo della folla. Le celebrazioni, intanto, proseguono, da domani, giovedì 25 aprile, con il triduo di preparazione alla festa. Ogni giorno al Duomo la santa messa delle 18,30. Prima della festa esterna in programma per domenica 28 aprile. Tra gli altri appuntamenti, da sottolineare quello di oggi quando, alle 20,30, all’interno del Duomo, si terrà la IV cena di fraternità solidale per le associazioni di volontariato e beneficenza della città e per le persone meno abbienti, a cura dell’associazione portatori di San Giorgio. Venerdì alle 19,30, poi, sempre all’interno del Duomo, la seconda edizione del convegno sul tema “Famiglia, lavoro, giovani”. Nel corso dell’evento saranno premiati i vincitori dei tornei di “ciappedda” e di bocce. Sempre venerdì sera, ma alle 21, all’interno della struttura geodetica di via del Serbatoio, al civico 9, ci sarà la conclusione del secondo torneo di calcio a cinque San Giorgio con successiva premiazione, in collaborazione con l’associazione sportiva Real Modica. Esprimono soddisfazione per l’esito degli appuntamenti, quelli svoltisi finora, il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, con il presidente della sezione cittadina dell’associazione di categoria, Giorgio Moncada. “San Giorgio a Modica – sottolineano – è un evento della tradizione religiosa cittadina capace di richiamare l’attenzione da ogni dove. Lo testimoniano i primi momenti della festa che hanno già fatto registrare una consistente partecipazione. Siamo certi che, domenica, in occasione della processione esterna, si registreranno numeri eccezionali, come ormai accade da qualche anno a questa parte. La città cercherà, per quanto possibile, di accogliere nella maniera migliore tutti coloro che sceglieranno di vedere la festa con la consapevolezza che si tratta di una tradizione di grande suggestione che merita di essere vissuta almeno una volta nella vita”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

3 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.