“Madonna Vasa Vasa” a Modica, domani sera in centro la via Crucis

0
935

Entra nel vivo la Settimana santa nella parrocchia di Santa Maria di Betlem e Santa Margherita a Modica che vivrà il momento clou la domenica di Pasqua con il suggestivo incontro de “A Maronna Vasa Vasa” con il Cristo risorto, capace di richiamare fedeli e visitatori provenienti da ogni parte della Sicilia. E anche oltre. Oggi, Giovedì santo, alle 19 si terrà la messa “In coena domini” con il rito della lavanda dei piedi e con la solenne processione interna fino alla cappella della Reposizione. A seguire, alle 22, è fissata l’adorazione eucaristica comunitaria. Per il Venerdì santo, giornata dedicata al digiuno e all’astinenza, le funzioni prenderanno il via alle 18,30 con la celebrazione della Passione del Signore caratterizzata dall’azione liturgica e dall’adorazione della Croce. Alle 20, quindi, dalla chiesa di Santa Maria di Betlem, muoverà la processione con il simulacro dell’Addolorata che incontrerà la processione con il Cristo morto. Sarà dato vita a un unico corteo religioso lungo corso Umberto con la conseguente Via Crucis. Sabato, alle 15, all’interno della chiesa di Santa Maria di Betlem, i portatori animeranno una pratica molto particolare, in vista dell’appuntamento del giorno successivo. Simuleranno, con l’ausilio dei due simulacri, l’incontro e il successivo bacio. Affinché tutto, la domenica mattina, e anche in periodo serale, possa funzionare nel modo migliore e senza intoppi. La funzione della solenne eucaristia del Sabato santo, con la veglia pasquale, comincerà, invece, alle 21,30. Alla stessa farà seguito il rito della Resurrezione del Signore a mezzanotte in punto. Così come negli anni scorsi, una delle novità introdotte di recente, la domenica di Pasqua, alle 8,45, è in programma un’uscita della Madonna vestita a lutto che effettuerà il percorso nella zona che sorge alle spalle della chiesa. In particolare percorrerà via Sbalzo, via Catena, via Fontana, via Gerratana. E, ancora, via San Marco, corso Mazzini, via Santa Margherita e rientro a Santa Maria di Betlem. Dove alle 10 si terrà la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco don Antonio Maria Forgione. Il momento clou della giornata è naturalmente rappresentato, come detto, dall’incontro tra “A Maronna Vasa Vasa” e il Cristo risorto che daranno vita al primo tradizionale bacio a mezzogiorno in punto dinanzi al palazzo municipale. Anche quest’anno i momenti d’incontro si moltiplicheranno considerato che ci sarà la processione serale. La manifestazione è sostenuta dall’Amministrazione comunale. “Sono i giorni che ci avvicinano alla Pasqua modicana – affermano Giorgio Solarino e Daniele Pavone di Paesaggio Barocco che stanno sostenendo la comunicazione esterna della festa – che continua ad essere una delle manifestazioni più intense e più gettonate degli Iblei. Un appuntamento che, per questi motivi, merita di essere esaltato all’ennesima potenza grazie al fascino della tradizione che lo stesso riesce ad emanare. E grazie all’imponente richiamo che, ogni anno, si registra e che mette in rilievo come si tratti di una iniziativa tra le più belle e suggestive della nostra provincia nel periodo pasquale”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

diciotto − 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.