Una Crai Radenza ProVolley Team Modica “rattoppata” perde in quattro set contro la vicecapolista Aprilia.

0
489

Una Crai Radenza PVT Modica priva di Chiara Scirè rimasta in panchina per tutto il match per un problema fisico e con Miki Brioli a mezzo servizio si arrende in quattro set alla vicecapolista Giò Volley Aprilia che al “Geodetico” dopo una partenza a rilento ha dimostrato di essere squadra ben rodata e costruita per primeggiare in Terza Serie.
Certo è che con Scirè in campo e Brioli in piena efficienza la partita avrebbe potuto avere altri risvolti, ma piangere sul “latte versato” serve a poco. Il sestetto ciociaro non ha rubato nulla e con i tre punti conquistati nella città della Contea continua a lottare al vertice con Santa Teresa Riva.
La PVT parte timorosa e le ospiti ne approfittano immediatamente per piazzare un break di 3 – 0, ma le biancorosse si ricompattano immediatamente e con un controbreak di 6 – 0 si portano avanti di 3 (6/3). altro break (1/3) delle ciociare e parziale che torna in parità (7/7). Poi la serie positiva in battuta di Marianna Vujko rompe l’equilibrio con le padrone di casa che allungano fino al 14/10 che costringe coach Gagliardi a fermare il gioco per 30″. Modica resta sul pezzo e al ritorno in campo allunga ancora di altri tre punti (17/10) che fa spendere il secondo timeout al tecnico ospite.
Il set è ormai segnato perchè Modica penetra con regolarità nella difesa laziale e allunga fino al 25/17 finale griffato Sara Gervasi che porta in vantaggio le modicane.
Il secondo parziale inizia come il primo. Ospiti subito avanti 1/3 con Modica che risponde immediatamente con un break di 3/0 che le riporta avanti 4/3. Questa volta Aprilia non crolla e con tre attacchi vincenti di Deborah Liguori e uno di Borelli mette la freccia e si porta sul 4/7 che vale il primo timeout richiesto da Corrado Scavino. Modica prova a ricucire lo strappo, ma Aprilia ricaccia subito indietro le intenzioni biancorosse e allarga la forbice del punteggio fino al 10/15. Scavino sprona le sue atlete che hanno una minima reazione. Sul 15/18 Gagliardi chiama timeout per riordinare le idee alle sue ragazze che al ritorno in campo subiscono un break (1/3) che riporta in scia la PVT (18/19), ma le serie favorevole in battuta di Muzi allarga la forbice del punteggio fino al 19/23 che costringe Scavino a fermare il gioco. I 30″ di sospensione, tuttavia, non danno gli effetti sperati e Diletta Sestini firma il 20/25 per le ospiti che vale il pareggio nel computo dei set.
Nel terzo set dopo un iniziale equilibrio le biancorosse hanno un lungo black out che permette alle ospiti di fare terra bruciata. Sul 3/7 Corrado Scavino prova a spezzare il gioco con il primo timeout a disposizione, ma non ottiene il risultato sperato. L’ex Federica Vittorio non fa cadere palloni a terra dalla parte di campo delle ciociare, mentre Castellucci, Borelli e Liguori martellano con regolarità fino al 4/11 che costringe Scavino a “spendere” il secondo timeout. Il tecnico modicano prova anche a rimescolare le carte mandando in campo Sozzi, Gatta e Cazzetta, ma il risultato non cambia. Aprilia non fa sconti e con un “Geodetico” ammutolito chiude con un facile 10/25 il parziale portandosi in vantaggio 1 – 2.
Il quarto set inizia come era finito il precedente. Modica che fa fatica a reagire e Aprilia che trova sbocchi in attacco e in men che non si dica si ritrova avanti di 4 punti (2/6). La PVT prova a reagire e ricuce lo strappo fino ad arrivare in parità (8/8). altro break ospite che si portano avanti di 2 punti (9/11), ma le biancorosse non ci stanno e con un parziale di 5/1 si portano avanti 13/12. Altro allungo delle ospiti che con un contro break (0/4) si portano avanti 13/16 costringendo Scavino a chiedere i 30″ di sospensione. Al ritorno in campo altri due punti consecutivi delle ospiti che allungano fino al + 5 (13/18). Ma le modicane questa volta vogliono giocarsela fino in fondo e provano a recuperare. Sul 16/18 è Gagliardi a chiamare timeout e a spronare le sue ragazze a fare l’ultimo sforzo per portare a casa il bottino pieno. Al ritorno in campo, altro allungo ospite con due punti consecutivi di Borelli che porta la sua squadra a +4 (16/20). Modica non si arrende e con Doriana Lo Iacono in battuta ottiene prima due conclusioni vincenti di Fabiola Ferro e poi con un muro di Giovanna Tomaselli tre punti consecutivi che con le ospiti a +3 (19/22) costringono coach Gagliardi a chiamare timeout.
La sfida diventa una partita a scacchi tra le due panchine e sul 20/23 è Scavino a chiedere i 30″ di sospensione. Al ritorno in campo un break di 3/1 per le biancorosse rimette la PVT in scia delle avversarie (23/24).
Il Giò Volley Aprilia che chiude il match con la conclusione in diagonale di Roberta Borelli che vale il 23/25 finale, il successo ed il primato girone.
In casa PVT nessun dramma, ma resta il rammarico di non aver potuto affrontare una “corazzata”, in formazione completa e nelle migliori condizioni di forma.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.