Modica. Confronto: “Rilanciare associazioni civiche apartitiche”

0
323

Nuova e partecipata riunione del Consiglio Direttivo dell’associazione Confronto a Modica. Diversi i punti all’ordine del giorno. I lavori sono stati aperti con un resoconto sulla attività del sodalizio e con alcuni interventi coi quali è stato richiamato l’importante ruolo delle associazioni apartitiche impegnate a livello civico nell’interesse dei cittadini e a favore del territorio. E ciò tenuto conto dei limiti dell’azione politica, e del fatto che , quello che dovrebbe essere finalizzato al buongoverno e ad attività amministrative nell’esclusivo interesse dei cittadini, si traduce quasi sempre, in una continua contrapposizione fra le forze in campo, che prediligono lo “scontro” al “confronto” con risultati non certo incoraggianti ed in un clima utile solo ad allontanare la gente dall’attività politica e a credere sempre meno nel valore delle istituzioni. Una realtà, questa – è stato affermato nel corso degli interventi – che impone alle associazioni di fare ogni sforzo per essere un credibile ed utile punto riferimento per i cittadini , i quali, mai come oggi, non possono fare tanto affidamento al ruolo dei partiti non configurabili più come sede di formazione politica oltre che di studio, di confronto sui problemi della gente e di elaborazione di proposte a favore della società, del territorio e per lo sviluppo economico e sociale di ogni zona meritevole di ben altra attenzione. Sono state inoltre riportate esperienze pratiche che hanno contribuito a confermare l’approssimazione operativa ed il ruolo distaccato di tanti amministratori, con conseguenze che pesano, sempre di più, sulle spalle della collettività. Un fatto questo aggravato, quasi sempre, dalla impossibilità di avere confronti democratici anche per la non sempre efficace presenza di organizzazioni in grado di farsi carico delle esigenze dei cittadini e degli imprenditori. E’ per questo che si pensa di rilanciare il ruolo di Confronto e di tentare forme di proficua collaborazione con le altre associazioni operanti nel territorio per concentrare e coordinare le attività e le azioni ritenute necessarie per determinare condizioni capaci di assicurare una maggiore attenzione nei confronti dei cittadini e degli imprenditori, dei loro problemi e dei loro interessi. Sugli argomenti posti all’ordine del giorno si è registrata una ampia discussione e sono state assunte precise iniziative: per la ripresa delle azioni finalizzate al naturale utilizzo del palazzo di giustizia di Modica; per il rispetto degli impegni che hanno accompagnato l’accorpamento della Camera di Commercio di Ragusa a quella di Catania; per la più volte sollecitata istituzione di una “autorità di gestione” del porto di Pozzallo; per sollecitare l’utilizzo, a favore del territorio e delle imprese, dei fondi ex Insicem ; per verificare lo stato delle diverse questioni sospese con l’amministrazione comunale di Modica e per sollecitare il completamento della rotatoria “piano ceci” : un cantiere aperto da anni, e lavori dei quali più volte e da tempo è stato annunciato il completamento per la consegna della struttura ultimata e funzionale. Il consiglio direttivo ha infine salutato positivamente l’avvenuta chiusura dell’iter per l’aggiudicazione della gara d’appalto dei lavori per l’impianto, a Modica, dei parcometri: un tema sul quale Confronto si è scommessa da tempo, per una diversa gestione delle strisce blu nella città della Contea .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

dodici − 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.