Operazione “Exit Poll” a Vittoria, il processo non decolla. Tutto rinviato a marzo

0
359

Non parte il processo legato all’operazione “Exit Poll”. Cambiano i magistrati giudicanti e inquirente. L’udienza è stata rinviata al prossimo tre marzo. L’operazione della Dda di Catania ipotizza il voto di scambio politico-mafioso a Vittoria. C’è stato anche un difetto di notifiche agli imputati Raffaele di Pietro e Venerando Lauretta mentre alla ripresa, il pubblico ministero non sarà più Valentina Sincero, della Procura Distrettuale di Catania, trasferita in Campania, ma Alessia Minicò. Cambierà anche il collegio giudicante in atto composto dal presidente Panebianco che sarà sostituito da Vincenzo Ignaccolo. Gli imputati, dopo l’uscita ell’ex sindaco di Vittoria, Giovanni Moscato, e dell’ex consigliere comunale, Francesco Cannizzo, già processati col rito abbreviato, restano   Giuseppe Nicosia, ex sindaco, il fratello Fabio Nicosia, ex consigliere provinciale,  Giombattista Puccio,  Raffaele Di Pietro, Venerando Lauretta,   Raffaele Giunta,   e  l’ex assessore Nadia Fiorellini.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

1 + 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.