I lavoratori che si occupano di servizi aggiuntivi in seno all’Asp 7 di Ragusa sciopereranno il 31 maggio e non più il 17

0
678

I lavoratori dei servizi aggiuntivi dell’Asp 7 di Ragusa hanno deciso di differire la data dello sciopero, in un primo tempo proclamato per il 17 maggio, al 31 dello stesso mese. Ciò per ottenere chiarimenti e certezze sul proprio futuro occupazionale. A darne comunicazione la segreteria territoriale della Fisascat Cisl. “L’Euro&Promos, aggiudicataria dell’appalto – afferma il segretario territoriale della Fisascat, Salvatore Scannavino – ha comunicato, con una nota, che avrebbe provveduto a corrispondere gli importi dovuti al subappaltatore, la cooperativa Sims. Questo lo scorso 7 maggio. Il giorno successivo, la Sims ha inviato una nota con cui ha comunicato di avere effettuato i bonifici per il pagamento delle retribuzioni del mese di marzo. Ricordiamo che il 26 aprile era stata attivata, da parte nostra, la procedura di raffreddamento. Ora, nonostante il pagamento del mese di marzo, alla luce delle preoccupazioni che restano in capo ai lavoratori e alle loro famiglie, relativamente al pagamento delle prossime retribuzioni e in particolare alla comunicazione di cessazione dei rapporti di lavoro alla data del 3 giugno, non essendoci stato a oggi nessun incontro con tutti gli attori interessati, abbiamo ritenuto opportuno differire la data dello sciopero”. La comunicazione è stata inoltrata all’Euro&Promos, alla Sims, alla direzione generale dell’Asp di Ragusa e, per conoscenza, alla prefettura.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

14 − quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.