Decima edizione del concorso canoro “Premio Cristina Guastella”

Peppe Vessicchio il presidente di giuria. Modica trionfa con Noemi Zaccaria
Tempo di lettura: 2 minuti

Una partecipazione plateale per la decima edizione del concorso canoro “Premio Cristina Guastella” che si è svolto a Ragusa Ibla con la direzione artistica di Giovanna Guastella, zia di Cristina, giovane scomparsa prematuramente. Ai giardini iblei, con la sempre spumeggiante conduzione di Ruggero Sardo, il concorso canoro ha messo in luce numerosi talenti iscritti dalla Sicilia e dalla Calabria (l’età prevista dal regolamento va dai 9 ai 22 anni per tre categorie di gara). E l’ha fatto dinanzi ad una giuria di esperti presieduta da un presidente d’eccezione, il maestro Peppe Vessicchio. Per la prima categoria in gara, dai 9 agli 11 anni, primo posto per Angelica Zina Cottone, 10 anni di Reggio Calabria, con il brano “Controvento”, secondo posto per Carola Boccadoro, 11 anni di Gaggi (Me) e terzo posto per Alice Vinci, 10 anni di Noto (Sr). Per la seconda categoria, dai 12 ai 14 anni, primo posto per Noemi Zaccaria, 14 anni di Modica, con il brano “I’ll never love again”, secondo posto per Chiara Vinci, 14 anni di Noto e terzo posto per Lara Dipasquale, 14 anni di Ragusa. Per la terza e ultima categoria, dai 15 ai 22 anni, primo posto per Virginia Strano, 15 anni di Floridia (Sr) con il brano “Wondering”, secondo posto per Angelo Vaccarello, 15 anni di Agrigento e terzo posto per Alessia Ventura, 15 anni di Caltanissetta.

La giuria, composta anche da Andrea Rizzoli, Marco Vito,

Giulia Campo, Alessia Pallavicino, Vincent Migliorisi e Pinella Rendo, ha voluto assegnare anche cinque premi speciali. Il premio speciale “Cristina Guastella” è andato a Martina Isaia, 18 anni di San Giovanni La Punta (Ct), il premio speciale “Gruppo Scar” è andato a Rachele Liotta, 17 anni di Catania, il premio speciale “Mallo Haus” è andato a Viola Pace, 11 anni di Comiso (Rg), il premio speciale “Centro Seia” è andato a Biagio Meli, 14 anni di Ragusa e il premio speciale “Butterfly” è andato ad Alice La Spina, 14 anni di Calatabiano (Ct).

La partecipazione da più province del Sud Italia rende subito evidente l’importanza che il premio via via, nel corso degli anni, ha acquisito divenendo un ambito palco su cui esibirsi e tentare di essere notati. E quest’anno, come spiega il presidente di giuria, Peppe Vessicchio, di talenti da notare ce ne sono stati tanti. “Anche stavolta abbiamo avuto modo di ascoltare dei giovani talenti che si sono rivelati essere delle vere e proprie sorprese – dice Vessicchio – E’ sempre un piacere tornare da queste parti della amata Sicilia, seconda volta in giuria per questo premio. Riceviamo tanta ospitalità e accoglienza e di contro osserviamo paesaggi straordinari e molto affascinanti”. Tra gli ospiti del concorso canoro sono intervenuti Giulia Guastella, sorella di Cristina, l’assessore comunale Ciccio Barone, Artemide Pititto, Valentina Falbo e il Coro Mariele Ventre di Ragusa

Il giorno prima del premio si è svolto un evento collaterale al Circolo di Conversazione di Ragusa con la presentazione del romanzo di Enrica Mormile “Una vita nascosta”, moglie del maestro Vessicchio. L’evento è stato condotto dalla giornalista Giada Drocker e organizzato da Alib – Associazione Librai Italiani. Il premio ha il supporto del Comune di Ragusa – Assessorato al Turismo e Spettacoli e di vari sponsor privati.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI