Zone blu a Modica. Nino Gerratana scrive al sindaco. Risponde Lorefice

Tempo di lettura: 3 minuti

L’ex consigliere e assessore comunale di Modica, Nino Gerratana, ha scritto al sindaco riguardo agli ausiliari della sosta impiegati per il controllo delle zone a pagamento e per chiedere sotto quale aspetto tali operatori, da qualche mese in forza alla nuova azienda che gestisce i parcheggi blu, “hanno avuto ordine (a voce) di elevare multe per infrazioni del codice della strada non inerente al servizio gestito dalla società ma per altre infrazioni”.
Su questo aspetto abbiamo chiesto chiarimenti all’amministrazione comunale.
“Innanzitutto – spiega l’assessore alla Viabilità, Pietro Lorefice – non sono ordini dati “a voce”, come scrive Gerratana, ma è previsto nel capitolato d’appalto attuale, così come era previsto nella precedente gestione: basta andare a leggere. Mi sembra, infatti, opportuno che se un automobilista viene sanzionato perché ha parcheggiato negli stalli a pagamento per avere dimenticato di pagare il ticket, un altro che, invece, sosta in doppia fila o “s’inventa” un parcheggio abbia lo stesso trattamento”.
Dall’altro canto, Nino Gerratana cita una sentenza della Corte di Cassazione (22676 del 27.10.2009). “In essa è precisato – spiega – che tale potere non è attribuito ai dipendenti delle società private (nominati ai sensi del comma 132, dell’art. 17 della Legge 127/97) che hanno in concessione alcuni parcheggi, i quali possono elevare multe solo nelle aree attribuite alla loro competenza. Considerato che tutti gli ausiliari del traffico sono nominati dal Sindaco con apposita ordinanza, previo accertamento dell’assenza di precedenti o pendenze penali; che gli stessi attualmente in forza alla nuova società che gestisce i parcheggi a pagamento, dallo scorso 24 giugno ad oggi, pare, non abbiano ricevuto nessuna nomina(essendo decaduta la nomina precedente, come giusto decreto del Sindaco del 6 agosto 2009), chiedo che, qualora venisse appurata la mancanza di tale nomina, siano annullati tutti i verbali elevati dagli operatori alla data odierna ed il rimborso per chi ha già pagato, trattandosi di somme non dovute da parte dell’ente, in quanto elevate da personale non autorizzato. Chiedo, altresì, di provvedere immediatamente alla nomina degli ausiliari del traffico e in attesa la sospensione del servizio zone blu”.
L’assessore Lorefice, in merito: “Il personale impiegato è in possesso di attestato e nomina di ausiliario della sosta, a seguito di apposito corso (tant’è che qualcuno di loro lo inserisce nel proprio curriculum vitae) e lo mantiene con qualunque ente o ditta vada a lavorare. Nel caso di Modica, sono in possesso della nomina sindacale che mai nessuno ha revocato, tantomeno questo sindaco. Tutti sono perfettamente inquadrati e dotati di un numero di matricola rilasciato dal Comandante della Polizia Locale. Il loro compito è identico al personale in organico nella polizia locale, tant’è che operano in nome del Comune di Modica, come risulta dalle infrazioni contestate. Hanno l’obbligo di prevenire e accertare le violazioni in materia di sosta e fermata, come è stato stabilito dalla Legge 120 dell’11 Settembre 2020, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale N. 228 il 14 Settembre 2020 ed entrata in vigore il giorno dopo, già precedentemente istituita dall’articolo 17 commi 132 e 133 della legge 15 maggio 1997, n. 127 (Misure urgenti per lo snellimento dell’attività amministrativa e dei procedimenti di decisione e controllo).”

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI