Concussione e lesioni gravi. Ragusa, assolto il prof. Civello

Tempo di lettura: 2 minuti

Assolto dalla Corte d’Appello di Catania, l’ex primario di Chirurgia dell’Ospedale Civile di Ragusa, Ignazio Massimo Civello.

Era stato to accusato nel 2016  di concussione, danno dei pazienti, falso e lesioni gravissime e, in primo grado, nell’ottobre del 2016, condannato a sette anni e sei mesi di reclusione, oltre al pagamento delle spese processuali, alla esclusione dall’attività lavorativa pubblica, interdizione perpetua dai pubblici uffici, e risarcimento danni e spese legali e processuali.

Durante il processo d’appello, a cui avevano fatto ricorso i  difensori Carmelo Grasso e Michele Sbezzi, sono venute meno anche le misure civili di risarcimento.

Ignazio Civello fu indagato nell’ambito del processo “Alpi Iblee”, un procedimento giudiziario che prese vita a seguito di alcune investigazioni eseguite dai Nas dei Carabinieri che, il 9 gennaio 2011, aveva portato in carcere Civello per 18 giorni.

Durante il processo di primo grado era stato condannato anche un collaboratore di Civello.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI