Movida a Vittoria. Idea liberale chiede più controlli

Tempo di lettura: 2 minuti

“Il centro storico di Vittoria, negli ultimi anni, è diventato un insostituibile posto di ritrovo per i più giovani. La movida ha continuato ad essere alimentata. Ecco perché non deve più accadere quanto verificatosi nelle scorse settimane con azioni balorde che nulla hanno a che vedere con la voglia dei nostri ragazzi di trascorrere tranquillamente le ore serali e notturne”. E’ il presidente di Idea Liberale, Giuseppe Scuderi, a sottolinearlo, evidenziando la necessità di garantire più sicurezza e più attenzione in quelle che possono essere considerate le zone cruciali della città. “In effetti, da qualche giorno – aggiunge Scuderi – qualche novità a questo riguardo si è registrata. Mi riferisco alla presenza di auto della polizia locale in piazza San Giovanni per fare in modo che le famiglie possano passeggiare e radunarsi senza alcun tipo di problema. Più attenzione e più controlli con la telesorveglianza sono indispensabili anche in via Cavour, in piazza del Popolo e in tutte quelle aree dove la movida deve potere contare su elementi aggregativi e non dissuasivi. Tutto questo significa invogliare i nostri ragazzi a rimanere a Vittoria, le famiglie a vivere ancora di più la città, a scommettere su percorsi che, per forza di cose, diventano irrinunciabili, assieme alle agevolazioni nei confronti degli operatori commerciali. Tutto ciò diventa necessario se vogliamo scommettere sul rilancio della nostra città in tutto e per tutto”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI