Modica. La festa di San Giorgio potrebbe essere rimandata

4
3208

Ogni anno con il primo giorno di aprile la città di Modica scalda i motori per le feste più importanti della città: la Madonna Vasa Vasa e San Giorgio.
La festa del Santo Patrono, liturgicamente sarà il 23 aprile, quella esterna dovrebbe essere prevista per domenica 26 aprile. Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria legata al diffondersi del coronavirus, i festeggiamenti potrebbero essere rimandati o festeggiati in tono minore, se ci saranno le condizioni sanitarie adatte e le disposizioni di legge per poterli svolgere.

Oggi con un post nella pagina Facebook ufficiale dell’Associazione Portatori San Giorgio è stato pubblicato un post intenso che sottolinea ancora una volta la devozione e l’importanza delle festa: «Aprile, mese di rinascita e di speranza. Il mese che infonde trepidazione, gioia e particolare pathos. Il mese dell’impegno e delle pianificazioni. Il mese della morte e della resurrezione. Sarà un impegno spirituale che come alla fine del giorno tanto atteso ci renderà ugualmente soddisfatti di averti portato nel nostro cuore con la stessa fatica che avremmo impiegato per portarti a spalla. Ti festeggeremo con il cuore. “Spada lucente che trafigge il dragone, Liberaci dall’atavica oppressione” IHSV».

San Giorgio è una festa importante per la comunità modicana, nel tempo si è sempre arricchita di elementi tradizionali. Come tutte le altre feste religiose della città di Modica, è un richiamo di popolo e anche di tanti turisti. Le feste sono sempre l’occasione propizia non solo per osservare e ammirare le tradizioni e le bellezze artistiche della città, ma sono utili anche per riflettere circa la testimonianza che il Santo in questione può donare.

4 Commenti

  1. Beh, considerando che il picco in Sicilia sia previsto per la seconda metà di aprile, penso proprio che sia il caso di non festeggiare ed usare un po’ di buon senso per una volta.

  2. E se ad emergenza finita si festeggiasse per un anno in estate? Magari a Marina di Modica, per un grande rilancio del nostro litorale.

  3. Stasera il ministro Conte ha emanato la proroga sulle restrizioni già in atto fino al 13 Aprile, perciò la Pasqua è praticamente saltata arrivederci al prossimo anno.
    Per San Giorgio io sono sicuro che la festa avrà l’identico annullamento, sono due appuntamenti religiosi piuttosto vicini e non conviene rimandare qualche domenica dopo sarebbe inutile perchè anche Maggio slitterà senza feste ed appuntamenti, sarà ancora presto e a questo punto temo anche l’annullamento della festa della Madonna delle Grazie, così come la Pasquetta, il martedì dell’Itria (tanto caro ai modicani) il 25 Aprile e il lungo ponte del primo Maggio dall’ 1 al 3. Mi capite? Non possiamo fare assembramento, il Corona virus come tutti gli altri virus hanno una durata d’impatto sulle persone almeno di tre-quattro mesi poi lentamente allentano la morsa fino a svanire, perciò se in Italia è spuntato nei primi di Febbraio, facendo i conti dovrebbe svanire ai primi di Giugno. Se Dio vorrà, solo la festa di San Pietro si salverà, ma anche quì andiamoci con cautela, non possiamo cantare subito vittoria, quando sembra essere tutto finito la ripresa alla normalità sarà lentissima e graduale perchè ancora il Ministero della Salute per sicurezza, fin quando non cesserà del tutto, ci costringerà a portare mascherine e guanti e a distanziarci l’uno con l’altro anche in estate, come appunto stanno facendo adesso i cinesi. Ora tanto per sorridere, che di questi tempi ce ne vuole, fatemi finire in allegria con una bella frase alla modicana :- E cu ni ci potta? Oh Matri a Razzia cà a cosa ancora è longa! –

  4. Ritengo saggio rimandare tutte le feste del corrente mese e se occorre anche quelle di Maggio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

3 + 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.