Modica. Oggi è venuta a mancare Sr Giuseppina Ruta

3
9372

Questa mattina alle ore 08, presso la casa di riposo delle Figlie di Maria Ausiliatrice, per le sorelle anziane e ammalate, a Messina Valle degli Angeli, ha reso la sua anima a Dio, Sr Giuseppina Ruta, di anni 94.

Sr Giuseppina, modicana di origine, ormai da tanti anni era presente a Modica, presso la Scuola Regina Margherita, conosciuta da tutti come La Raccomandata.
Sr Giuseppina è nata a Modica il 16 aprile del 1925, figlia di don Saro Ruta, commerciante di Modica Alta, e di donna Ninedda, conosciuta per il negozio di tessuti e corredi in città. La sua era una famiglia fortemente cristiana, ben 11 figli, di cui 4 hanno scelto la vita religiosa. Don Francesco è diventato salesiano, venuto a mancare prematuramente nel 1961 a Catania. Gli altri due fratelli hanno scelto di essere preti diocesani: don Paolo, venuto a mancare qualche anno fa, parroco molto amato e stimato a Modica e a Scicli; e don Ottavio che ancora oggi presta il suo servizio pastorale a Noto.

Sr Giuseppina, dopo gli studi liceali, in cui ha conseguito la maturità magistrale, ha deciso di entrare a far parte dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, iniziando il percorso di vita come religiosa salesiana. Inizia il suo percorso con il Postulato, presso la casa di Catania Via Caronda il 31 gennaio 1947, nell’agosto dello stesso anno inizia il percorso del Noviziato, in questi due anni si preparerà alla prima professione religiosa. Diviene Figlia di Maria Ausiliatrice il 5 agosto del 1949, dopo i sei anni canonici di vita religiosa, emette la Professione Perpetua, diventando suora per sempre, a Catania il 5 agosto del 1955.

Ha svolto diversi incarichi di insegnamento, nei primi anni di vita religiosa ha insegnato a Ragusa dal 1949 al 1956. Nel 1956 inizia l’insegnamento nelle Scuole Parificate fino al 1961 a Bronte Collegio, poi dal 1961 al 1964 torna ad insegnare a Ragusa. Dal 1964 al 1970 insegna nella scuola di Cesarò (ME), qui è anche Vicaria della Comunità Religiosa. Nel 1970 viene trasferita a Palermo dove diviene Direttrice del Noviziato fino al 1973. Dal 1973 al 1975 dirige la scuola di Gela per i figli dei dipendenti dell’ANICE. Nel 1975 torna ad insegnare a Noto fino al 1977.
Dal 1977 al 2020 vive a Modica, inizialmente presso l’Istituto in Via Raccomandata, sotto San Giorgio, poi nella nuova opera presso la Circonvallazione Ortisiana. A Modica ha avuto diversi incarichi: direttrice, insegnante della scuola elementare e catechista parrocchiale.

Negli ultimi mesi in seguito a una caduta, dove aveva riportato una frattura del femore, la sua situazione richiedeva più assistenza e cure amorevoli, e così nel mese di gennaio la sua Comunità ha deciso di trasferirla presso la casa di riposo delle sorelle anziane, per essere seguita e curata.
Da anni in pensione, è una delle memorie storiche della presenza Salesiana femminile a Modica, silenziosa e umile, donna di preghiera e di coraggio. Ha speso la sua vita fino all’ultimo respiro, una donna dalla memoria forte, tenace e intraprendente . La sua attività principale è stato l’insegnamento nella scuola elementare, allo stesso tempo si è dedicata alla catechesi e alla cura dei più deboli. Ogni giorno nel suo breviario si ricordava dei suoi alunni, delle loro famiglie e dei tanti benefattori incontrati nella vita di tutti i giorni. Negli ultimi anni la sua era una presenza silenziosa, capitava di vederla nell’androne ad accogliere e dare qualche buon pensiero ai chiunque entrasse presso l’Istituto.

3 Commenti

  1. riposi in pace!E’stata la mia catechista di prima comunione nella parrocchia di S.Pietro.

  2. È stata la mia maestra alla scuola elementare presso la Raccomandata.
    Tanti sono i ricordi che mi legano a lei e a tutte le suore che hanno vissuto li,anche le bacchettate sulle mani o il bacio alla lavagna quando sbagliavamo qualcosa!
    Bei tempi…
    Ciao Suor Giuseppina, ti voglio bene!
    Una tua ex alunna

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

19 + 20 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.