Auto sfonda muro e finisce sopra furgone a Modica

7
6646

Una donna di 55 anni, stamattina, nell’effettuare una manovra con la sua monovolume, in Via Risorgimento, anziché inserire la retromarcia ha innestato la prima, sfondando un muretto di circa un metro e finendo nella zona sottostante il condominio dove risiede, finendo sopra un furgone in sosta, tra l’altro di proprietà del figlio. Sul posto i vigili del fuoco e la polizia locale. La donna è stata trasportata in ospedale ma non è in pericolo di vita. I mezzi dei vigili del fuoco non sono riusciti, in particolare l’autogru, in quanto l’area non era calpestabile, a tirare fuori il veicolo per cui è stato necessario utilizzare un trattore.

7 Commenti

  1. Incidente molto curioso, l’immagine mi ha fatto sorridere per il modo bizzarro di come sia piombata l’auto dall’alto, pare sia piovuta dal cielo, come una scenetta comica.
    Dico così perchè alla signora a parte lo spavento è andata tutto bene e le invio un in bocca al lupo di pronta guarigione, e siccome è stato un incidente tra due componenti di famiglia, il figlio adesso chiederà i danni alla madre?

  2. Turiddu… Il tuo nickname o vero nome, esprime in tutto il suo splendore, l’epoca arcaica che rappresenta.
    Sì è vero, la maggior parte delle donne é impedita alla guida, ma penso che più che per la scarsa predisposizione, dipenda dalla radicata convinzione (ed auto-convinzione da parte della donna stessa) che la donna al volante è una inetta e incompetente.
    Se io fossi la sua donna, sua madre o sua sorella non sarei felice di avere accanto una persona così. Le finestre del mio ufficio affacciano su uno stretto e lungo parcheggio: mi creda! non so se sono peggiori le donne al volante o gli uomini sui fuoristrada…. peccato la privacy impedisca di filmarne le imprese.

  3. @Sara: Può essere anche una distrazione perché interloquiava al telefonino con qualcuno, ma io credo che tutte le auto di recente costruzione avendo una miriade di accessori elettronici la confusione è tanta quando ci si siede alla guida specie ai primi tempi, fin quando non si otterrà una certa padronanza del veicolo avremo sempre delle difficoltà, io ritengo che alla signora sia successo così, un SUV è strapieno di accessori.

  4. Era miegghiu quannu lu pilota automaticu era lu sceccu.
    Levr se lei fosse stata la mia tonna o matre o sorella, le avrei dato uno bello scecco per autista accossì avremmo fatto tutti dei sonni col sancue sereno
    Ora a vai a contaraccilla allo carrozziere
    Vai vai

  5. Sig. Turiddu, anche l’educazione le é estranea. Le potrei risponderle per le rime, ma evito. Lei risponde offendendo, significa che lei non ha argomentazioni più valide. Pazienza. Prescindendo dal fatto che non potrei mai essere la sua “tonna” perché con uno così non reggerei mezzo secondo, potrei (ahimè fatal destino!) essere sua madre o sua sorella e le assicuro che non ne sarei tanto fiera. Il fatto che lei offra a me un asino, poco importa, non sta a lei giudicare come guido. Non sa quale mezzo guido e nemmeno se lo sfrutto quotidianamente per lunghi tragitti senza aver ammazzato nessuno, rigato altre auto, sfondato muri o peggio. Non sa se guido meglio di lei e la sua presunzione e supponenza non le permetteranno mai di aprire gli occhi e ragionare, evitando le solite battute vecchie come il mondo e come il suo pensiero.
    E’ comunque meglio guidarlo uno scecco quadrupede, piuttosto che avercene in casa uno bipede.
    Auguri.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

7 − 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.