Si all’impianto di biometano in contrada Zimmardo Bellamagna a Modica

8
2114

Via libera all’impianto di biometano in contrada Zimmardo Bellamagna a Modica: è stato, difatti, emesso dal VII settore Suap del comune di Modica, tramite la procedura del provvedimento unico, il permesso per la realizzazione di un “Impianto di produzione di biometano con produzione media di circa 499 standard metri cubi ora” in contrada Zimmardo Bellamagna, una delle più belle delle campagne iblee. Il progetto approvato, che si sviluppa su di un’area di poco meno di 8 ettari, prevede la costruzione, ex novo, di un locale ufficio e per civile abitazione sviluppato su 2 piani e la realizzazione di 7 vasche di lavorazione di larghezza 26/32 metri per un’altezza di 8 metri. E poi ancora un distributore di gasolio, un sistema di desolforazione con 2 torri alte 13,20 metri, una torre di emergenza di 10 metri ed un sistema di espulsione dell’off – gas che sarà comunque costituito da un camino alto circa 12,5 m che garantirà la dispersione in atmosfera dei gas di scarico. All’interno dell’impianto si prevede di realizzare un locale utilities, nel quale troveranno alloggio le apparecchiature per la gestione e controllo dell’intero impianto, un laboratorio, un magazzino, i servizi igienico sanitari ed un alloggio per il custode. L’edificio sarà realizzato con struttura in cemento armato portante, tamponamenti in laterizio intonacati e manto di copertura in lamiera di alluminio. All’interno dei locali sono previsti impianto elettrico e di illuminazione. L’intervento autorizzato è da considerare di pubblica utilità, indifferibilità ed urgenza.

8 Commenti

  1. Un impianto privato dichiarato di pubblica utilità indifferibile ed urgente???? Caspita, a Modica tutto è possibile!

  2. Qualche anno fa in quella stessa zona erano iniziati i lavori x la realizzazione di un kartodromo, gli ambientalisti si sono opposti. ORA???

  3. Viene da chiedersi a cosa serva avere un Piano Regolatore se poi si puó piantare un’industria da qualsiasi parte.

  4. Ma quella è l’area adatta per un impianto industriale di quel tipo?
    E le zone A.S.I. a cosa servono ?

  5. “in contrada Zimmardo Bellamagna, una delle più belle delle campagne iblee”

    Una scelta opportuna e strategica per la promozione turistica (e non solo) del nostro territorio.

  6. Insomma, tutti coloro che leggono intuiscono che… insomma, diciamo che c’è qualcosa che non quadra?!? Tutti tranne chi ha rilasciato il provvedimento unico. Mi pare che anche il comune di pozzallo ha espresso… diciamo dei dubbi? sulla realizzazione di tale progetto.
    Si può dire che sembra che qualcosa non quadra?

  7. Come detto sopra ” L’intervento autorizzato è da considerare di pubblica utilità, indifferibilità ed urgenza.”

    Neanche fosse un ospedale !!

    É evidente che potevano fare la differenza proponendo un’area alternativa e forse anche piú idonea sotto tutti i punto di vista come la vicina area ASI di Maganuco ma la promozione dello sviluppo in armonia col rispetto dei beni naturali e del paesaggio non dev’essere stata considerata ragione di sufficiente pubblica utilitá.

    Solo considerando il traffico di camion che produrrá nelle strette strade della zona costituirá invece un vero e proprio pericolo pubblico.

  8. Come si può realizzare un impianto del genere su un territorio tra i più belli di Modica? Non si può permettere una cosa del genere! Quello è un ambiente da salvaguardare non è una discarica! Ci tentano da anni non certo per gli interessi dei cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

sedici + sei =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.