Amministrative a Modica. Il candidato sindaco, Poidomani, si scaglia anche contro la chiesa e le forze dell’ordine

25
6753

Balconi e cannoni. Il candidato Sindaco di Modica, Salvatore Poidomani, esponente del centrosinistra, dal balcone di un bel palazzo storico di Piazza S.Giovanni, ha proseguito la linea aggressiva, come aveva già fatto sabato sera in Piazza Matteotti, nei confronti del Sindaco uscente, lanciando improperi e non limitandosi, però, al solo Abbate ma buttando nel calderone anche forze dell’ordine e mondo ecclesiastico. Si allude, neanche troppo velatamente, ad una Chiesa (intesa modicana) al servizio del Sindaco. Già in altre uscite Poidomani aveva tirato le orecchie ai vari parroci della Città rei, a suo giudizio, di portare troppo sugli altari Abbate: “Oggi ha un’altra processione, a lui bastano le processioni per farsi vedere – ha detto nel suo breve intervento Giovanni Nicastro -”.

Dopo la Chiesa è toccato ai rappresentanti delle Forze dell’Ordine. “Al Pizzo la situazione è drammatica. Le persone chiuse in casa avvertono paura. I giovani di notte fanno giochi particolari e saltano da un tetto all’altro”. Secondo Poidomani i carabinieri e la polizia non sono interlocutori validi per questi cittadini chiusi nelle loro case mentre i giovani saltano sopra le loro teste sui tetti: “Polizia e carabinieri dicono che non possono intervenire, rispondono al telefono che se non ci sono morti e feriti non possono venire in soccorso degli abitanti di Modica Alta. Tu Poliziotto, tu Carabiniere, devi venire in ogni caso a rispondere alla richiesta di aiuto. La polizia locale è assente al Pizzo eppure i mezzi ci sarebbero, come la prevenzione e il DASPO A Modica i Vigili Urbani, invece, li sfruttiamo per fischiare e fare spostare le macchine. Ecco quindi la denuncia clamorosa: ”E poi fanno spostare le macchine solo davanti ai bar degli amici del Sindaco, negli altri bar invece no”.

Il quadro che dipinge Poidomani è pessimistico. “Il centro storico è spopolato, le case abbandonate. Modica Alta non riceve attenzioni dagli anni 70, i negozi hanno chiuso battenti, migliaia di attività chiuse negli ultimi anni. Tutte le case sono in vendita perchè le persone scappano. Gli autobus dietro i quali ci troviamo in fila ogni giorno sono quelli degli anni 70)”. Poi, il candidato sindaco propone: “Prendiamo i turisti e portiamoli a Modica Alta, spostiamo il baricentro ( non il bar di Piazza Falcone-Borsellino) da Modica Bassa a Modica Alta e anche alla Sorda”.
Lucia Irera

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

25 Commenti

  1. Più che una discussione politica sembra il copione di un film.. credo abbia sbagliato settore, per fare il regista può recarsi a Roma a Cinecittà al posto di andare nella capitale sperando nel dissesto del comune di Modica. Modica 2038? Ahahah pensi ai problemi di ora e dei prossimi cinque anni intanto, che sicuramente metterà nel dimenticatoio

  2. Ho ascoltato sabato sera il candidato Poidomani in Piazza Matteotti. Non ha fatto altro che esaltare Ragusa, Noto e Scicli, distruggendo l’immagine di Modica alle orecchie dei tantissimi turisti presenti. Non ha fatto altro che disprezzare e sono rimasto deluso dal fatto che non ho ascoltato un briciolo di programma. Credevo il candidato a sindaco onestamente più intelligente politicamente ma sono rimasto fortemente deluso

  3. L’avv. Poidomani ci dica chiaramente come intende ripianare il debito del Comune una volta eletto.
    Questo è il tema più importante della prossima tornata amministrativa.

  4. Presentare in chiave negativa un fatto oggettivamente vero e reale, anzi più fatti, perchè le vicende del pizzo sono fatti veri e i residenti sono abbandonati, è un atto INGIUSTO.
    Se poi abbiniamo commenti altrettanto negativi…. il pranzo è servito.
    Spero solo che Poi domani abbia saputo comunicare il suo msg, per il resto…chi vivrà vedrà

  5. Mi congratulo con tutti per la vostra perspicacia! Oppure è rtm che filtra solo i commenti a favore della parte ignaziana (un dubbio che mi arrovella…)? Se qualcuno dei commentatori ritiene che le parole di Poidomani non rispondano alla verità, allora vuol dire che a Modica siamo messi proprio male: il presenzialismo dell’attuale sindaco è lampante, a meno che non siamo affetti da miopia e astigmatismo cronici. Dov’era per festa di S. Giorgio? Dove’era per l’inaugurazione del Pronto Soccorso? Chi c’era ai compleanni delle centenarie modicane e alle sagre delle patate che allietano le plaghe fracintinare e oltre? Fatemi il piacere, fatemi…

  6. Per la verità ha parlato molto anche sulle modalità di formazione delle liste e della ricerca del voto libero dal dubbio di qualsiasi condizionamento, nonché di legalità in generale.

  7. Ma comu si permetti chistu di diritto ca i muricani sunu carduna?
    Notu, e cu è?
    Scicli, e chi fa?
    Niautri a Muorica ci ramu ri “Tu” a Rigghina Elisabetta e a lu Principi Abbettu ri Monacu .
    ‘gnaziu ci mannau a cioccolattaa tutti dui e ora trasiemmu ‘nta cunfirenza.
    E puoi u turista ca veni ri Notu, pi si ni iri a Scicli, ava passari di ca.
    @Lettura185
    Ma ri quali riebbitu parra lei?
    A Muorica se mancassunu i sordi tutti i travagghi ca fa un nuostru Sinnicu nu ‘n si putissinu fari.
    Riebbiti nu ‘n ci mi sunu.

  8. Vi meravigliate che si dice la verità, siete tutti abbatiani, la verità vi sconvolge. Forza Avv. vada avanti prima o poi la Procura indagherà. a Modica vogliamo giustizia e verità. siamo stanchi delle continue falsità e illusioni del dittatore di frigintini. da come parlano sono tutti stregati e imprigionati nelle maglie abbatiane. modicani poveri illusi.

  9. Candidato Salvatore Poidomani,
    dopo aver assistito al Suo discorso ho pensato di scriverLe per condividere una riflessione.
    Innanzitutto ho particolarmente apprezzato il confronto che ha fatto con la città di Ragusa, che a mio parere sembrerebbe avanti di almeno 10-20 anni rispetto alla nostra. Mi auguro che si possa prendere esempio e fare altrettanto con Modica, ovvero attuare uno sviluppo più corposo, rispetto a quello che attualmente è stato.
    Premetto che non so molto di politica, né tantomeno di amministrazione; nonostante cerchi di seguire e capire, qualsiasi tentativo si rivela uno spreco di tempo. È vero che bisogna studiare ed è tristemente vero che spesso nessuno studia e gli spregiudicati hanno la meglio. Ad essere sincero, credo che le persone che capiscano qualcosa di gestione della cosa pubblica possano contarsi sulle dita delle mani. Di conseguenza queste persone possono dire ciò che vogliono ed i cittadini possono approssimativamente crederci o meno. Io preferisco restare col dubbio, poiché penso che il dubbio sia sinonimo di bontà, mentre la fede e la certezza rappresentino la forma attualmente più diffusa di violenza.
    Apprezzo molto le Sue riflessioni e la Sua volontà di far riflettere i cittadini riguardo la miseria culturale nella quale ci ritroviamo a convivere tutti i giorni, senza spesso neppure rendercene conto.
    Ha spesso fatto riferimento al Sindaco attuale, addossando ad Esso le colpe dovute all’attuazione di una politica di tipo clientelare. Non condivido pienamente il far ricadere la responsabilità di ciò sul primo cittadino, poiché il Sindaco è eletto e riflette il volere popolare. Dare colpe al Sindaco significa dunque darle ai Cittadini. È dunque vero che vi sono delle responsabilità politiche nella cattiva gestione della città, ma se ammettiamo ciò dovremmo pure ammettere l’esistenza di altrettante responsabilità di tipo culturale.
    L’ottima conservazione nel tempo dei muri a secco che cita rappresenta la nostra incapacità di cambiare lo stato attuale delle cose, anche per via del nostro carattere “assolutamente reazionario ad ogni innovazione, fosse pure quella di cambiare i finimenti al cavallo o accettare la luce elettrica in sostituzione dei lumi a petrolio”. Se il favoritismo prende piede nella nostra società, evidentemente non siamo in condizioni sociali, culturali ed economiche tali da poterci permettere uno sviluppo più consistente, ritrovandoci ad essere ancora quelli della pietra e della fionda.
    Riconosco di non aver comunicato nulla di particolarmente nuovo ne interessante, ma mi sembra costruttivo riferirLe ciò che penso, da comune persona che stava sotto il palco.
    Buona giornata e buon lavoro.

  10. Ma se una radio è libera libera veramente piace ancor di più perché libera la mente . Finardi .

  11. Caro avvocato Poidomani che delusione la rabbia le ha fatto perdere le staffe. Mi ha convinto a non votare lei doveva essere il cambiamento e ascoltando lei e Nicastro ,il sindaco attuale può dormire sogni tranquilli. I programmi ancora li aspettiamo pertanto ritengo che fareste meglio a non partecipare alle elezioni per niente. Meglio ha fatto il dr Dantona che ha preso le distanze da voi sicuramente vi conosce bene.

  12. @ Salvuccio , per quanto riguarda il dott. D Antona lei è poco informato in quanto i fatti sono andati molto diversamente .

  13. Non sono Modicano e lavoro ogni giorno con stranieri e turisti, quindi un po’ di obiettività posso permettermi. Paragonata a Noto, Ragusa e Scicli, Modica è vista come fermo, se non in retromarcia. La situazione è cosi da anni. E vero che un pullman arriva con un tour, ma i turisti non pernottano e non spendono – non c’è un motivo per restare a Modica. Un deludente museo del cioccolato privato (ricorda che il Consorzio di Cioccolato è un business privato e non è un ente istituzionale – nonostante i sforzi del Sindaco da farci credere), un museo civico bloccato negli anni ’50, l’impossibilità da parcheggiare e muoversi per la città, una mancanza di trasporto urbano, un trenino che costa 20 euro per una famiglia di 4, (e a presto un altro trenino). I pullman e mezzi pesanti che percorrano il Corso a tutte le ore. Un consorzio turistico – un altro business privato – che prenda soldi pubblici, e per quale motivo?

    L’Avvocato Poidomani ha solo detto la verità, che a volte possa essere scomoda, ma è sempre la verità.

  14. A@perplesso. Il dr Dantona ha solo fatto un’opposizione con stile a lei sicuramente piace chi grida e chi mette in moto la macchina del fango su abate. Peccato che il fango sta nella palude e salvo miracoli ci si affoga.

  15. Ciò che mi lascia perplesso alla lettura del presente articolo è la forte sensazione di un giudizio di parte, come di parte, se non mi sbaglio, mi sembra la scelta elettorale di questa testata giornalistica.
    Per esempio, mi è sembrato poco attinente alle regole della “par condicio” o quanto meno poco elegante l’articolo comparso ieri l’altro dal titolo “Un giovale con tante idee per un futuro migliore”.
    Fermo restando che chiunque in democrazia ha diritto di mettersi in gioco per la gestione della cosa pubblica, anche i figli dei dipendenti comunali o dei redattori di una qualsiasi testata giornalistica, sarebbe, comunque, indispensabile farlo nel rispetto delle regole. Capisco che negli ultimi tempi a Modica la buona abitudine di rispettare le regole è praticamente sospesa, ma almeno un pò di decenza non guasterebbe.
    Domanda: l’articolo a cui faccio riferimento può essere inteso quale messaggio pubblicitario a pagamento (ma non l’ho rilevato da alcuna parte!) o è stata violata la cosiddetta “par condicio”?
    Tranne che la linea della testata sia quella di dare a tutti i candidati al Consiglio Comunale di Modica l’opportuintà di esporre il proprio programma elettorale “gratuitamente”!
    Peraltro, sono parte fortemente interessata!
    In attesa di gradito riscontro porgo cordiali saluti.
    Gianni Iacono

  16. Spero che i cittadini Modicani abbiano il buon senso di non affidare la città per i prossimi cinque anni ad un individuo del genere…..Ma come si permette??Ma dove vive??Critica l’attuale Sindaco che tanto ha fatto per questa città,critica la Chiesa a suo dire al servizio del Sindaco,critica le forze dell’ordine che se pur con organico limitato fanno il loro dovere compresa la nostra Polizia Municipale.Ma qualcuno lo avvisi ca a spunzata a matina sa fari co latti!!!!

  17. La delusione di un professionista candidato sindaco, invece di parlare del suo programma elettorale, si lascia andare a elucubrazioni mentali attaccando tutto e tutti, evidentemente è la prova provata di una persona a corto di argomenti. Si è mai chiesto del perché a Ragusa per il turismo e per abbellire Ibla, da trent’anni e stata fatta una legge cosiddetta per ibla? Il candidato sindaco era stato invitato a partecipare a una riunione per il tribunale di Modica, disertandola. A Bari e stato chiuso il tribunale per problemi strutturali alla stessa stregua del tribunale di Ragusa. Muto. Un candidato sindaco ha il dovere di incontrare i cittadini, incontrarsi con i quartieri, vivere le problematiche e farle sue, ma non può pensarci a ridosso delle elezioni e poi andare in letargo, non si è credibile. E andato a Roma per assistere all’udienza della Corte dei Conti che doveva pronunciarsi per default del Comune, rimanendo deluso del risultato. Un politico serio si nette a disposizione della comunità per risolvere i problemi e non tifare contro. Modica Alta a gran fatica si è aperto il Chiostro di Santa Maria del Gesù e ancora ce tanto da fare, ma come ben sa il candidato si dovrà ragionare con il demanio proprietario dell’immobile. Puntare il dito sulle forze dell’ordine che fanno solo il loro dovere e la Chiesa per le processioni sono di una meschinità senza pari e questo personaggio a corto di argomenti vorrebbe fare il Sindaco?

  18. Non entro nel merito dell argomento in questione ; ma il sig Rando alla fine del suo imparziale commento dovrebbe firmare : Rando Salvatore consigliere personale del sindaco per le questioni inerenti la sanità. Trasparenza e correttezza lo consigliano .

  19. Alle volte, forse, piuttosto che sparare a zero e scrivere titoloni ad effetto, bisognerebbe fermarsi un attimo e capire che un conto è fare informazione, altro è raccontare favolette.
    L’informazione riportata è quantomeno fuorviante, e di ciò ne è prova il fatto che l’articolo pubblicato originariamente è stato modificato, lasciando qua e là diversi strafalcioni rispetto a quanto dichiarato durante il comizio.
    Vero è che Poidomani ha mosso delle critiche, vero anche che la campagna elettorale dovrebbe e potrebbe essere più ricca di contenuti e meno di critiche, ma da qui a veicolare e fuorviare l’informazione il passo è piuttosto breve.
    Se l’intento è quello di impressionare i modiCani medi, che ovviamente non possono tollerare attacchi contro la chiesa (perchè mi raccomando, la domenica tutti a messa a batterci la mano sul petto) o se l’intento è quello di proteggere la categoria dei vigili urbani, sentendosi toccati in prima persona, la missione credo sia stata portata a termine con successo.

  20. @Rando
    leggo con interesse il suo commento ed in particolare “Si è mai chiesto del perché a Ragusa per il turismo e per abbellire Ibla, da trent’anni e stata fatta una legge cosiddetta per ibla?”… lei cosa ne pensa? sig. Rando, perchè il suo “Sindaco” non si è impegnato a far finanziare da parte della regione una legge analoga o la stessa legge anche per i quartieri di Modica Alta? Comprendo che spendere soldi dei cittadini per le feste e tante manifestazioni, che potremmo definire, lubrificanti della campagna elettorale è più semplice, no? Ragusa e i ragusani , in particolare il sindaco Chessari, ha fatto proprio questo per Ragusa. Mi spieghi il suo punto di vista e magari lo potrà un giorno suggerire al suo Sindaco, che potrebbe finalmente dedicarsi a fare qualcosa di “concreto” per Modica, e non solo in tempi “sospetti” tante cose spendendo più di quanto sia possibile, che comunque apprezziamo.

  21. Pupetta? Abbiamo provato con le royaltes e i ragusani hanno fatto le barricate. Abbiamo provato ad estendere la legge su Ibla per i comuni inseriti nell’elenco dei beni dell’UNESCO e alla Regione hanno risposte picche. Tra l’altro non avendo deputati modicani all’Assemblea regionale chi deve difendere il territorio? Avevamo provato a fare un Libero Consorzio per aggregarci altre ai Comuni di Ispica, Poazzallo, Scicli, con i Comuni del Sud Est, Noto, Rosolini, Porto Palo e Pachino ed primi ad essere arrabbiati sono stati i modicani che non volevano staccarsi con Ragusa, secondo quest’ultimi ci isolavamo dal resto del Mondo. Abbiamo provato ad accorpare i Tribunali di Modica e Ragusa e il Sindaco di Ragusa e si è messo di traverso, così abbiamo una struttura nuova antismica, funzionale, purtroppo chiusa e un tribunale con forti criticità strutturali aperto. Devo continuare? Sulla sanità, Ragusa vuole essere il centro del Mondo senza averi gli spazi, anche quando sarà aperto il nuovo ospedale e ridimensioanare gli ospedali di Vittoria e Modica pur avendo delle strutture adeguate con la Rianimazione. La politica quella seria si confronti su questi temi e lasci fuori la critica a prescindere per demonizzare l’avversario. Modica è difficile governarla e per governarla bisogna amarla, io la adoro e sono come sempre sono stato disponibile a dare il mio modesto contributo da cittadino a farla crescere, economicamente, turisticamente, continueremo a salvaguardare il territorio dai continui scippi e non dimentichi che abbiamo provato più volte a fare inserire Marina di Modica tra le Bandiere Blu, purtroppo senza riuscirci, ma continueremo a lavorarci per raggiungere questo obiettivo. La saluto cordialmente, anche se mi dispiace il pseudomino.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome