Incontro sui finanziamenti Alluvione gennaio 2017. Modica, la maggioranza consiliare: “Molto proficuo”

1
1031

Per i gruppi consiliari di Maggioranza al Comune di Modica l’incontro avvenuto nei giorni scorsi a Roma fra il Sindaco Ignazio Abbate e il Direttore Generale della Protezione Civile, incaricato delle Attività per il Superamento delle Emergenze, Ing. Natale Mazze, è stato molto proficuo giacchè si è discusso sull’imminente trasferimento dei fondi impegnati e deliberati, circa due milioni e ottocentomila euro, per i lavori in emergenza a risarcimento dei danni provocati dall’alluvione avvenuto lo scorso mese di gennaio.
Nell’occasione sono stati affrontati argomenti riguardanti tante altre situazioni di alto rischio idrogeologico vedi il Torrente S. Liberale e la Via Gianforma a Frigintini e il Direttore generale della Protezione Civile si è impegnato a stanziare nei prossimi giorni un ulteriore finanziamento che consentirà la loro messa in sicurezza.

Per quanto riguarda il risarcimento danni ai privati il Ministero delle Economie e Finanze ha messo a loro disposizione una compartecipazione alle spese pari all’80%,ovviamente a conclusione di monitoraggio di tutte le calamità avvenute nel 20017.
In questo momento sono in liquidazione i rimborsi per le calamità relative agli anni 2013-2014-2015. Entro marzo 2018 si passerà allo stanziamento dei fondi e all’erogazione dei fondi per calamità del 2016-2017.
Per quanto riguarda i risarcimenti alle attività produttive e alle imprese, purtroppo la Sicilia è un po’ in ritardo, ma l’Ing. Foti responsabile della Protezione civile regionale ha assicurato che i tempi di elaborazione saranno brevi e che quindi sia le attività produttive che le imprese non dovranno attendere molto.
“Un doveroso plauso va a questo Sindaco da sempre vicino alle problematiche della gente, collaborato dalla sua forte e coesa maggioranza”.

1 commento

  1. Ma perchè questo sindaco non s’è recato a Palermo per chiedere conto e ragione dei risarcimenti per i danni alle infrastrutture agricole ad opera del ciclone Athos ?
    E dire che la Protezione Civile Nazionale stanziò e verso 102 milioni di € nelle casse della regione .
    La sig.ra Barresi ,con in primis Cartabellotta ed a seguire tutti gli assessori al ramo susseguenti si sono girati dall’altra parte .
    Volutamente si sta cercando di”livellare”questo territorio alle altre province siciliane .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

1 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.