Porto di Pozzallo, incontro Sindaco e Presidente CamCom Agen

1
1250

Si è parlato di portualità e delle sue potenzialità di sviluppo ieri a mezzogiorno, nel corso dell’incontro a Palazzo di Città tra il Sindaco Roberto Ammatuna e il Presidente della Camera di Commercio Catania- Siracusa- Ragusa Pietro Agen.

Il Presidente Agen ha manifestato grande interesse per la struttura portuale di Pozzallo. Il Sindaco Ammatuna ha rimarcato il convincimento che il porto di Pozzallo va inquadrato all’interno della macroarea Catania- Siracusa- Ragusa perche “se non si fa sistema non si va da nessuna parte”. Ammatuna ha ribadito la propria volontà di lavorare assieme al Presidente Agen per affrontare questa questione. In questa ottica, a breve sono previsti incontri con l’Autorità portuale di Augusta, nel cui bacino rientra il porto di Pozzallo, per l’avvio di una interlocuzione necessaria a concretizzare azioni di sviluppo della struttura portuale.
Tra gli obiettivi quello di inserire l’area portuale Modica-Pozzallo e gli agglomerati circostanti, comprese le città vicine, nelle Zes, le Zone economiche speciali. Le Zes  possono diventare un veicolo fondamentale per la crescita e lo sviluppo economico territoriale delle  aree portuali del Mezzogiorno che beneficeranno di agevolazioni fiscali e semplificazioni amministrative. Entro l’anno le Zes dovrebbero diventare operative .L’ incontro di ieri può rappresentare la prima tappa di un percorso che è destinato ad assumere una fondamentale importanza allo scopo di rilanciare ulteriormente le peculiarità di questa infrastruttura
Il Sindaco Ammatuna, al termine dell’incontro, si è dichiarato soddisfatto, affermando che la Sicilia potrà avere un grande sviluppo con il potenziamento delle sue strutture portuali. Dopo il raddoppio del canale di Suez sono incrementati i traffici marittimi ed è accresciuta l’importanza strategica, dal punto di vista commerciale e dei traffici marittimi, del Mar Mediterraneo.

1 commento

  1. Tratto da ‘Il Sole24ore’ del 03 Giugno 2017.
    Titolo articolo: Arrivano le zone economiche speciali di Marzio Bartoloni

    ”…. per il Mezzogiorno c’è l’arrivo delle prime «Zone economiche speciali». Un’evoluzione delle zone franche concentrate in ambito doganale e che hanno l’obiettivo principale di attrarre gli investitori. Le «Zes» nei mesi scorsi sono state oggetto di una lunga trattativa con Bruxelles per valutare criteri e benefici per queste aree circoscritte e con una particolare vocazione produttiva e di apertura ai mercati internazionali, nelle quali con una combinazione di incentivi (fiscali e normativi) si può creare un contesto più favorevole agli investimenti. …Le regioni ammissibili per le Zes sarebbero Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia. I tecnici stanno lavorando al giusto mix di vantaggi fiscali, creditizi, deroghe e semplificazioni normative, prendendo spunto da quelle che sono già presenti in 10 dei 12 Stati europei (in alcuni casi sono state istituite prima dell’ingresso nella Ue o comunque dopo un filtro di ammissibilità molto severo). ”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

1 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.