Amministrative 2018 Ragusa, Castilletti (Lab 2.0): “Avviato il confronto con le forze politiche per concordare progetti e programmi”.

0
1157

Il presidente del Laboratorio politico 2.0, Claudio Castilletti, rende noto che l’Assemblea del movimento ha dato mandato all’intero Direttivo di promuovere incontri con tutte le forze politiche che fanno riferimento all’area moderata e che, nella città di Ragusa, hanno contribuito fattivamente all’elezione del presidente della Regione Siciliana, on. Nello Musumeci.

Lo scopo è quello di verificare l’intenzione, anche da parte loro, di avviare un confronto sui temi più importanti che saranno affrontati durante la campagna elettorale di primavera e cominciare a discutere di un programma condiviso in grado di costituire una forte coalizione da presentare al vaglio degli elettori.
“Riteniamo importante coinvolgere tutti in un ragionamento complessivo – dichiara Castilletti – per fissare alcuni punti ben precisi. Innanzitutto l’area politica entro la quale muoversi, partendo dal fatto che con molti amici si è stati alleati durante le regionali per raggiungere l’obiettivo comune di dare alla Regione una nuova presidenza con una collocazione politica ben precisa, in totale discontinuità con ciò che ha rappresentato Crocetta e distanti dall’approccio populista del Movimento 5 Stelle. Una competizione nella quale tutti sono risultati importanti, movimenti civici e partiti, e che saranno importanti anche per le amministrative ragusane.
Il nostro obbiettivo principale – spiega il presidente del Lab 2.0 – è quello di far tornare a far crescere la città di Ragusa, ferma da quasi cinque anni a come ce l’ha lasciata il commissario straordinario prima che arrivasse Piccitto. Sicuri che questo dovrà essere il traguardo di tutti, riteniamo giusto che si stabilisca il come fare e che lo si faccia nel modo più collegiale possibile, parlando di programmi e proposte, di visioni e intenzioni sull’avvenire. Questo lo si deve fare di comune accordo con chi vorrà fare parte di questo progetto. In quest’ottica si inquadra già il primo incontro di questa mattina tra il nostro portavoce e il commissario provinciale di FI”.
“Rivolgo un appello, invece – conclude – a tutte le forze politiche, anche quelle di centrosinistra e i pentastellati, perché la campagna elettorale non sia quella dell’odio cui abbiamo assistito fino al 5 novembre scorso. Vorremmo, piuttosto, che questa volta i cittadini si concentrassero sui programmi che gli vengono presentati e non sui veleni”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

6 − quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.