Tesi copiate? I consigli per non rischiare il plagio

0
1884

Il momento della tesi è uno dei più attesi ed importanti di tutta la carriera universitaria. Questo perchè spesso ci si arriva dopo un periodo intenso di studio durante il quale abbiamo cercato di dare il massimo, sostenendo diversi esami in pochi mesi, per portare a termine il nostro percorso universitario. Questo, però, comporta un dispendio non da poco sotto il punto di vista dello sforzo mentale.
Il rischio, dunque, è quello di arrivare scarichi al momento della stesura della tesi, e questo potrebbe spingerci a cercare scorciatoie non certo “eleganti”, per usare un eufemismo. Il web, infatti, è pieno di pubblicazioni che potrebbero essere molto utili alla stesura della tesi. Non a caso le nozioni che ci servono le troviamo grazie ai motori di ricerca che ci offrono la possibilità di consultare milioni di testi con pochi click. Questi testi, però, vanno consultati e non copiati. Perchè il rischio di plagio è dietro l’angolo e questo potrebbe comportare delle conseguenze importanti, oltre che ad una pessima figura agli occhi del nostro relatore.

Per il plagio, infatti, le legislazioni internazionali sono solite effettuare una comparazione fra la violazione del diritto d’autore ed il reato di furto. Questo comporta una considerevole inasprimento delle pene. Per la legge, infatti, si tratta di plagio quando ci si appropria di un’opera dell’ingegno altrui tramite copia totale o parziale. Dunque, come detto, l’argomento è molto serio ed è meglio verificare i propri testi prima di proporli al relatore e di fare una brutta figura, oltre che a rischiare guai peggiori. Ma come fare? Semplice, basta connettersi a portali specializzati come Noplagio.

I vantaggi di noplagio.it

Questo innovativo portale, fornitore globale del servizio di rilevazione plagio ad utenti di oltre 90 paesi in tutto il mondo, consente di confrontare il proprio documento con migliaia e migliaia di siti web, articoli e testi di ogni genere. Questi numeri, in costante crescita, rappresentano la miglior funzione di accesso dati tra tutti gli altri servizi di rilevazione plagio nel mondo. Con noplagio.it, se un qualsiasi tipo di plagio verrà rilevato nel documento in questione, i dati saranno evidenziati favorendone la revisione e la correzione. Le buone citazioni saranno evidenziate in verde, le parafrasi in arancione e le citazioni improprie in viola. Con noplagio.it sarà possibile calcolare la percentuale di parafrasi presente nel nostro documento, indicandone anche il rischio plagio. Il sistema noplagio.it è in gradi di rivelare il plagio anche se il documento è scritto in un’altra lingua.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

19 − 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.