Agli arresti domiciliari l’ex sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia e il fratello Fabio: “Scambio elettorale politico-mafioso”

0
1339

Misura cautelare degli arresti domiciliari per scambio elettorale politico-mafioso nei confronti di sei persone, due delle quale sono l’ex sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, avvocato, e il fratello Fabio, attuale consigliere comunale. I provvedimenti sono stati eseguiti stamattina dalla guardia di finanza di Catania. Figurano interessati anche nonché Giombattista Puccio e Venerando Lauretta, entrambi già condannati per associazione mafiosa.

Operazione riguarda le elezioni amministrative 2016 a Vittoria e scaturisce dalle dichiarazioni di due collaboratori di giustizia, Rosario Avila e Biagio Gravina, secondo i quali i due germani avrebbero avuto l’appoggio dal clan mafioso Dominante-Carbonaro in occasione delle elezioni Regionali 2012 quando Fabio Nicosia fu candidato nella lista “Megafono” a sostegno dell’attuale Governatore Rosario Crocetta. Le fiamme gialle, a conclusione dell’indagine coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia di Catania, hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal Gip.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

cinque × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.