Domenico Pisana riceve a San Vito Lo Capo il Premio Letterario “Magister Vitae”

0
1199

E’ stato assegnato a Domenico Pisana, lo scorso 2 settembre a San Vito Lo Capo, centro turistico della provincia di Trapani, il Premio Letterario “ Magister Vitae” , essendo stato scelto tra gli autori e poeti siciliani che si sono distinti con le loro pubblicazioni nel settore della cultura, della poesia e della saggistica. La serata ha avuto come location il complesso “El Bahira Village” ed ha visto una numerosa partecipazione di pubblico, di personaggi del mondo della cultura,

dello spettacolo, dell’arte e della musica, nonché la presenza al completo della Giuria del Premio, presieduta da Antonio Ruggirello, e composta, fra gli altri, da Antonio Tobia, Presidente della Libera Università “Tito Marrone” di Trapani, Renato Lo Schiavo , storico, scrittore, saggista e docente di latino e greco al Liceo Ximenes di Trapani; Marco Scalabrino, poeta, saggista e traduttore; Max Firreri, giornalista collaboratore di Avvenire , Corriere.it e Repubblica.it; Rita Barraco Platamone del FAI, Arianna Maggio, pittrice.
Durante la manifestazione, condotta da due giornalisti di Antenna Sicilia, è stato proiettato un video clip sulla figura di Pisana con immagini, testi e interviste tratti da vari servizi realizzati in quest’ultimo periodo da Video Regione , Video Mediterraneo e quotidiani.
“Conterraneo di altri illustri figli di Modica(RG), tra cui Salvatore Quasimodo, al quale peraltro è intitolato il Caffè Letterario del quale egli è oggi Presidente, il rigore morale e stilistico e le tematiche esistenziali e filosofiche – si legge nella motivazione del Premio – contraddistinguono la scrittura di Domenico Pisana. Nel suo intenso ordito lirico, Domenico Pisana palesa l’attitudine a fare interrogare il lettore sul senso dell’esistenza, sulla crisi culturale e sociale che investe la contemporaneità, sull’imperante declino dei valori nella nostra società e si propone quindi il fine di esortarlo, attraverso la poesia, a resistere e a lottare contro ogni bruttura del mondo. Teatri della sua scrittura, fra gli altri, i luoghi della sua terra iblea: Scicli, Comiso, Chiaramonte Gulfi, Giarratana, Monterosso Almo, Pozzallo, Donnalucata. Questo riconoscimento va, così, a un uomo e uno scrittore che, pur attento testimone della nostra era globalizzata, è siciliano a tutto tondo nello spirito, nei sentimenti e nella memoria”.
E’ stato un bel evento di cultura e humanitas, – ha affermato Domenico Pisana – atteso che il Memorial poggia sul ricordo di un uomo, Vito Ruggirello di Custonaci, che nella sua vita di poeta, artista, educatore e docente ha lasciato rilevanti testimonianze culturali nella direzione di un umanesimo inteso come punto di forza immarcescibile per costruire in ogni tempo la società e le relazioni. Dedico questo riconoscimento, anzitutto, agli amici del Caffè Letterario Quasimodo di Modica, del quale mi pregio di essere Presidente, e poi con tutti coloro che con piacere partecipano agli appuntamenti da esso organizzati e, di conseguenza, alla mia città, Modica”.
Il programma di questa V Edizione del Memorial si è snodato in una serie di eventi, iniziati lo scorso 27 agosto, fra i quali una estemporanea di pittura, un concorso fotografico, un reading di poesia e testi sul tema “Muddichi di saggizza”, un concorso di Video poesia “Terra di Sicilia” , tutti eventi confluiti nella serata conclusiva del 2 settembre con una “Notte sotto le stelle” arricchita da interventi musicali, danza, spettacoli e testimonianze culturali di rilevante spessore umano.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

venti − diciassette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.