A Monterosso Almo, nell’ambito di CulturArte, Danilo Serra ha presentato il suo libro “La follia di Gesù”

0
1198

Danilo Serra, giornalista, collaboratore della casa editrice Lfa Publisher e collaboratore giornalistico di diverse testate nazionali, ha presentato a Monterosso Almo, nell’ambito di CulturArte, il suo libro dal titolo “La follia di Gesù”. La presentazione, che rientra nell’ambito del calendario dei solenni festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista, patrono e protettore del centro montano, è stata curata dall’arciprete don Marco Diara. Serra, laureato in Filosofia e Scienze filosofiche all’Università degli studi di Palermo, è autore di otto libri tra cui “Non ho tempo: la grande menzogna” del 2014 e “La banalità che uccide” del 2015.

Al centro dei suoi interessi c’è soprattutto la figura e il pensiero di Martin Heidegger. Il libro presentato a Monterosso Almo è diviso in otto capitoli. L’autore, attraverso l’opera, intende fare emergere la figura di un uomo particolare, Gesù appunto, nato al tempo del re Erode. Un uomo che riesce a diventare un “folle antisistema” il quale, con le sue parole e le sue azioni, scandalizza la morale dell’epoca, mettendo in discussione la tradizione. Gesù propone un originale modello di vita fondato sulla fede nel paradisiaco “Regno dei cieli”. Si dichiara pubblicamente, inoltre, Figlio di Dio, quel Messia tanto atteso ed invocato dagli ebrei, il Re d’Israele inviato da Dio per realizzare il proprio regno. Nel suo libro, Serra descrive soprattutto il senso di una follia che vince le inibizioni e crea scandalo perché costringe a discostarsi dal terreno dell’ovvietà, guardando e pensando il mondo da una nuova prospettiva. E’ soprattutto questo, spiega ancora l’autore nel libro in questione, a preoccupare e infastidire i poteri forti della comunità ebraica tant’è che gli stessi si organizzano per catturarlo al fine di sedare e ammutolire la sua follia. La presentazione è stata molto apprezzata dalla comunità culturale monterossana che ha espresso parecchio consenso sul taglio che Serra ha voluto fornire alla propria opera. Intanto, i festeggiamenti proseguono domani, mercoledì 30 agosto, con la giornata vocazionale e con la celebrazione eucaristica delle 20 che sarà presieduta dai novelli sacerdoti don Filippo Bella e don Fabio Stracquadaini. Alle 21,30, in piazza San Giovanni, si terrà poi la terza tappa della 27esima edizione di Miss Beauty Award a cura dell’amministrazione comunale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

7 + 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.