Modica. Si è insediato il nuovo consigliere comunale, Daniele Scapellato

1
2834

C’è un volto nuovo tra le fila della maggioranza consiliare al comune di Modica . Nella seduta di martedi 11 luglio ha preso il proprio posto tra gli scranni di Palazzo San Domenico Daniele Scapellato, primo dei non eletti della lista “Fare Modica”.

Scapellato, 35 anni, infermiere professionale in servizio al Pronto Soccorso del Maggiore, prende il posto dell’Assessore Giorgio Belluardo che aveva rassegnato le proprie dimissioni. “Un passaggio di consegne che ci permette di allargare la base della maggioranza e che consentirà all’Assessore Belluardo di potersi dedicare con ancora maggiore attenzione al proprio compito assessoriale. Stimo moltissimo Daniele Scapellato, un giovane che pur non facendo parte del Consiglio, ha sempre seguito da vicino la nostra attività amministrativa. Ha creduto fin dall’inizio al nostro progetto ed oggi ne entra a far parte con ancora maggiore convinzione. Sono sicuro che la sua esperienza, soprattutto nel campo della Sanità, ci sarà molto utile nei prossimi mesi e fino a fine mandato”. Ecco le prime parole di Daniele Scapellato da consigliere comunale di maggioranza: “Ringrazio il Sindaco e l’Assessore Belluardo per l’opportunità che mi hanno voluto concedere. Il Primo Cittadino mi ha coinvolto in questa avventura nell’ormai lontano 2013, anche in nome della vecchia amicizia che ci unisce e che va al di là di ogni contesto prettamente politico. L’Assessore Belluardo, in qualità di consigliere dimissionario, ha voluto darmi fiducia e farmi provare l’esperienza di confrontarmi attivamente con la vita politica della mia Città. Sono consapevole che sono stato chiamato a ricoprire un ruolo molto importante che affronterò con il massimo impegno, determinazione e coerenza, come ho sempre fatto in tutte le mie esperienze professionali e umane”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

2 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.