Vicenda Villaggi Turistici di Sampieri. Processo Loddo contro Antoci, prima udienza

17
5349

Con la deposizione dell’ex comandante della Compagnia Carabinieri di Modica, Alessandro Loddo, si è incardinato martedì scorso presso il Tribunale di Ragusa il processo che vede accusato il fotoreporter modicano Giovanni Antoci del reato di calunnia nei confronti dell’ufficiale.
I fatti risalgono all’epoca del sequestro dei due villaggi turistici Marsa Siclà e Baia Samuele di Sampieri, a seguito delle indagini che furono condotte dall’allora capitano Loddo – oggi tenente colonnello – e che portarono alle gravi accuse di inquinamento, traffico illecito di reflui e, successivamente, persino di avvelenamento delle falde acquifere a carico delle due strutture.

Durante il sequestro, con conseguente grave danno economico a carico dei due villaggi, soprattutto su Marsa Siclà che è privato – a differenza di Baia Samuele, inserita in un’organizzazione multinazionale del turismo –, si accentrarono alcuni movimenti speculativi tesi a rilevarlo a “prezzo di realizzo”. Tali manovre erano state precedute, qualche mese prima, dell’avvio delle indagini, da proposte di acquisizione di pittoreschi personaggi, fra cui un emiro arabo, ospite di un magnate locale, a cui fu assicurata una principesca assistenza comprensiva di interprete di origini tunisine – l’allora compagna del capitano Loddo – e di un autista che guidava la lussuosa Mercedes messagli a disposizione.
Nel corso della deposizione il ten. colonnello Loddo, assistito dall’avvocato Silvestro Gentiloni del Foro di Roma, ha ammesso di essere stato oggetto di indagini da parte del Comando della Guardia di Finanza di Ragusa per abuso d’ufficio e che tali indagini furono in seguito archiviate.
Alla fine l’udienza è stata rinviata, dal giudice Elio Manenti, al prossimo 18 gennaio 2018 dove saranno sentiti altri testi al dibattimento che potrebbe riservare notevoli sorprese.
Paolo Oddo

17 Commenti

  1. A malapena Maggiore ,altro che tenente con l’ombrello . . .
    Ma se risultasse reo dei rilievi penali emergenti verrebbe degradato e buttato fuori dai CC ?

  2. Ma è vero che l’autista ,facente scorta , era un carabiniere ?
    Ma signori tutto ciò è molto grave ,anzi gravissimo . . .

  3. Tutti sanno chi e come inquina il nostro litorale da decenni ,mi pare strano che chi ha indagato non abbia trovato prove .
    Certo ora si cercherà di punire chi è arrivato ai colpevoli .
    Ma per questo anno che notizie abbiamo sull’inquinamento ?

  4. La mia piena solidarietà a Giovanni Antoci che conosco da anni e che so essersi sempre battuto per l’ambiente ed al di sopra di ogni interesse personale.

  5. @ Aldo : Il collega Oddo ha detto quanto si poteva dire ,anche per non dare vantaggi alcuno alla controparte .
    State sicuri che verranno fuori tante sorpresine ,dovete solo pazientare qualche mesetto ancora .
    Credetemi è così avvincente che ci potrebbe scappare una fiction cinematografica .
    E come diceva il nonno : “al male non c’è mai fondo perchè arrivati in fondo ci sono quelli che scavano …”.

  6. Per A.G.:Ho la sensazione che tutti quanti per far scoop o per far carriera o per fare business hanno detto tutto a il contrario di tutto. Ora chi può sistemare tutto come era prima che iniziassero le vicende. Io sono testimone, sulla mia pelle, di una vergognosa vicenda. L’ex capitano, nella relazione finale, ha scritto che “non potevo non sapere”. Sono stato assolto per non aver commesso il fatto.

  7. allora dobbiamo aspettare fino a gennaio? vabbé, forse con un piccolo sforzo di immaginazione si può intuire qualche cosa…

  8. @bagnante Con che sicumera alludi a fatti e cose delle quali probabilmente non sai prorpio nulla!

  9. @ Marina :
    Con preghiera cortese , Illuminaci !
    Perchè non ci dici come sono avvenuti in realtà i fatti ?
    Ci voleva l’ incriminazione di un ardito giornalista per far emergere il torbido dietro i sequestri .
    Di sicuro e per certo c’è stato un accanimento da parte degli organi inquirenti .
    E che dire dei risultati delle analisi del CNR ?
    Perchè la Procura di Catania non ha aperto un fascicolo sulle sostanze tossiche riscontrate sui terreni e sulle acque del pantano ?
    Nessuno ha voluto cercare chi ha sversato nel tempo ,e per certo anche se in modo diverso lo fa ancora .

  10. @ Giuseppe :
    Il giornalista fotoreporter ha fatto il dovere da cittadino ,ha messo i CC ed la CP in condizione di arrivare a chi per decenni ha scaricato a mare ingenti quantitativi di reflui fognari .
    Idem ha fatto con le Fiamme Gialle ,e per tutta risposta si trova ora a difendersi da assurde accuse .
    Nessuno ha messo sotto torchio l’ASP e l’ARPA ,in teoria Organi Vigili Istituzionali .
    Non parliamo poi del Consorzio di Bonifica n°8 .
    Nei prossimi mesi penso che verrà fuori tanto di quel”fango”da far intervenir l’EcoDep srl di Modica .
    Già l’Ecodep . . . . . . . .

  11. Ora mi chiedo :
    se Giuseppe ed altri nel processo parallelo di Ragusa (c’è ne è uno a Catania)da incardinarsi a Siracusa ,è stato assolto “per non aver commesso il fatto”.
    Che senso ha aver speso cifre ingenti nelle indagini , per poi tutto dissolversi come neve al sole ?
    Che senso ha non essere arrivati a nulla ,e non cavare un tubo in acqua ?
    L’ex capitano ed i suoi uomini cosa non hanno voluto cercare e perchè ?

    Cambio obiettivo e mi chiedo :
    Chii ha svolto le indagini al Comune di Scicli ,ed averlo fatto scioglier per mafia ?
    Sbaglio o è stato lo stesso c.te di compagnia dei CC ?

    Ma cosa cavolo è successo ,e perchè non ci siamo accorti di nulla di quanto accaduto sul nostro territorio ?

    Qui i conti non tornano ,chi sa dirmi perchè ?

  12. Egr. Bagnante, qui chi vuole che venga fuori il torbido (e coloro che lo sversano ancora) viene tacciato di dietrologia e pressapochismo. E’ più che lecito porsi delle domande e pretendere delle risposte…per esempio, perché passando dalla litoranea, all’altezza della foce del Pisciotto, soprattutto di sera, c’è una gran puzza di m….?

  13. Un’altra domanda potrebbe essere questa: come mai con la nuova amministrazione di Scicli e l’affidamento della gestione del depuratore di contrada Arizza a una nuova ditta, improvvisamente l’acqua del mare a Cava d’Aliga-Bruca-Arizza è tornata pulita, senza megachiazze giallastre schiumose..?
    forse chi c’era prima risparmiava sul trattamento chimico dei reflui e immetteva nel mare la cacca tale e quale…
    pensare che ci sono stati bambini che hanno contratto infezioni gastrointestinali e oculari in tutti questi anni, mi fa girare vorticosamente…

  14. @ bagnante: Il mio è stato un processo per concorso in usura continuata ed aggravata (erano andati dai presunti usurai molto tempo prima di quando dichiarano anche sotto giuramento e le operazioni o non esistono o sono eseguite altrove ed io sono anche assente per ferie da giorni). Oggi mi hanno archiviato le denunce contro i vari soggetti con motivazioni tipo che non c’è stata falsa testimonianza o che non sono legittimato ad oppormi all’archiviazione. Comunque visti i vari nomi coinvolti ed i collegamenti all”epoca esistenti seri dubbi assalgono chinque soprattutto per quello che potrebbe definirsi, norma dettante, un insabbiamento quando invece, ad essere mal pendenti, potrebbe essere un tentativo di rafforzamento del controllo del territorio. Una nuova attività economica della quale non si conosce il codice di banca d’Italia.

  15. @ Aldo ;
    Sia più chiaro e preciso ,di quale Pisciotto parla ?
    Vedo che è arrivato ad una parte di verità . .
    Allora gli uomini dei CC e la CP , incaricati delle indagini , avevano trovato che il depuratore di Scicli aveva la qualità biochimica (non fisica) dei reflui in entrata del tutto simile a quella in uscita .
    Ma cosa hanno fatto ,e perchè non hanno voluto sentire ,ne indagare la dove qualcuno indicava la probabile fonte di sversamento ?
    Oltremodo si sono “accaniti” con i villaggi ,alla ricerca del pelo nell’uovo .
    Mi risulta che fu sequestrato il depuratore di Maganuco ,perchè una ditta privata vi era allacciata in modo alquanto sospetto (acque rosse ?!)…..

    Cambio obiettivo ed insisto :
    Perche la Procura di Catania non ha aperto le indagini ,anche se contro ignoti , viste gli ALLARMANTI risultati delle analisi ad opera del CNR di cui fu richiesto specifico tecnico scientifico intervento ??

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

5 + 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.