Un “Ponte ad Est” da Modica a Kiev tra commercio, turismo e agroalimentare

0
1419

Convegno molto partecipato questa mattina presso la sala consiliare di Palazzo S.Domenico a Modica in occasione di un “Ponte ad Est”, incontro organizzato dal Comune di Modica con la partecipazione della Camera di Commercio di Ragusa, il Libero Consorzio Comunale di Ragusa, la Camera di Commercio Italiana in Ucraina. A guidare la delegazione del Paese dell’Est, il secondo in Europa per estensione territoriale, il Primo Consigliere del Sindaco di Kiev, Bogdan Balasynovych e la vice Presidente della Camera di Commercio di Kiev, Lubov Marzeniuk.

Il convegno è arrivato dopo una serie di incontri nei giorni scorsi con attività commerciali nel campo dell’agroalimentare e del turismo, guidati dal Presidente del Consorzio TuriFrancesco Frasca Polara. Il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, ha portato i saluti istituzionali: “Per Modica è sempre un grande onore respirare aria internazionale. Siamo contenti che rappresentanti così illustri abbiano voluto conoscere da vicino la nostra realtà aprendo le porte ad una fitta collaborazione commerciale e turistica con la capitale ucraina che, non lo dimentichiamo, conta di quasi 3 milioni di abitanti. Tra l’altro in queste ore è stato ratificato l’accordo con l’UE secondo cui i cittadini ucraini non avranno più bisogno del visto per entrare in Europa, questo non potrà che accelerare gli scambi tra l’Ucraina e il resto dell’Europa, Modica compresa. Abbiamo messo a disposizione tutte le conoscenze e le competenze dei nostri Consorzi e dei nostri produttori e speriamo che presto potremo rivederci per concretizzare quanto discusso oggi”. Il rappresentante della capitale ucraina, Bogdan Balasynovych: “A Modica abbiamo trovato un’accoglienza meravigliosa per la quale ringrazio il Sindaco e tutti i suoi collaboratori. L’Ucraina sarà lontana geograficamente ma per noi le distanze non si misurano in km ma in sentimenti. Se uniamo i nostri cuori allora saremo molto più vicini di quanto sembra. In Ucraina le merci italiane, e siciliane in particolare, sono richiestissime così come il vostro mare e le vostre spiagge. Ammiriamo tantissimo la cultura italiana tant’è che da poco abbiamo inaugurato a Kiev una statua di Dante Alighieri. Ci auguriamo che ci sia un incremento delle tratte aeree tra i nostri Paesi ed in particolare con questa parte della Sicilia”. Si aggancia a questa riflessione il Commissario del Consorzio Comunale di Ragusa, Dario Cartabellotta: “L’aeroporto di Comiso può rappresentare in quest’ottica un immenso potenziale di lancio per la nostra terra verso Kiev. Parliamo di milioni di potenziali turisti e consumatori dei nostri prodotti, un’occasione che non possiamo farci scappare. Ragion per cui convocherò i vertici di Soaco per capire le possibilità reali di poter pianificare un volo diretto da Comiso a Kiev”. Molto sentiti anche gli interventi Coordinatore delle Eccellenze Agroalimentari Iblee, Enzo Cavallo, del presidente Consorzio Turistico, Francesco Polara e del Presidente della Camera di Commercio Italiana in Ucraina, Riccardo Ferretti. Alla fine scambio di bandiere, di doni e della barretta di cioccolato modicano personalizzata con il logo dell’evento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

uno + 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.