Il restauro di S.Giorgio a Modica da troppi anni dimenticato da Sovrintendenza e Regione

0
1137

“Ho seguito con molta attenzione le vicende legate ai lavori da effettuare presso la Chiesa di S.Giorgio corredati da relativa petizione firmata da migliaia di modicani e non. Prima di intervenire sull’argomento volevo però attendere risposte concrete da parte degli uffici e delle istituzioni (laiche e religiose) cui mi sono rivolto”.

A parlare è il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, che ha avuto diverse interlocuzioni con Curia e Regione per salvaguardare il futuro di uno dei monumenti più famosi dell’intera Regione. “ Ho parlato innanzitutto con l’ufficio tecnico della Curia per capire la reale situazione della Chiesa. Mi è stato detto che per quanto riguarda la stabilità strutturale si è già intervenuto, cosa che invece non è stata fatta per l’interno dove l’ultimo intervento di restauro risale a più di 40 anni fa. Ad oggi però esiste solo il progetto da 200 mila euro che riguarda la cappella di S.Giorgio e che si trova nelle mani della sovrintendenza senza mai essere stato finanziato. Per gli interventi globali ci vorranno da 1 milione a 1 milione e mezzo, ma ad oggi non esiste un progetto. Chiediamo che la sovrintendenza si faccia carico di redigere l’intero progetto. Bisognerebbe poi intraprendere un percorso per beneficiare di una parte delle entrate del gioco del Lotto che viene usata per interventi su monumenti di interesse nazionale. Sono sicuro che l’Onorevole Minardo, che si è già mostrato molto sensibile sull’argomento, si attiverà anche in questa direzione. Fino ad oggi però, a malincuore, dobbiamo constatare che da un lato per l’unico progetto esistente da 5 anni la classe dirigente non è riuscita a far approvare un finanziamento di 200 mila euro, dall’altro nessuno si è mai adoperato a cercare finanziamenti. L’augurio è che questo stato d’empasse possa sbloccarsi al più presto per la salvaguardia di S.Giorgio”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.