Il Città di Ragusa supera l’ostacolo Sporting Trecastagni e torna da solo in testa alla classifica del girone D del campionato di Promozione

0
443

“Vittoria fondamentale, importantissima, che consente di proiettarci di nuovo alla testa del girone anche alla luce del risultato ottenuto dalle altre squadre. Ma vorrei chiarire che, ancora, non abbiamo vinto niente e che, quindi, è necessario continuare ad allenarsi, ricompattare i ranghi e rimanere sempre con i piedi per terra”.

E’ la sintesi del La Vaccara pensiero a conclusione del match di ieri pomeriggio che il Città di Ragusa ha vinto con il punteggio di 2-1 nei confronti dello Sporting Trecastagni. Allo stadio Gianni Biazzo di via Archimede, dinanzi a una folta presenza di pubblico, gli azzurri hanno manovrato parecchio sin dai primi minuti, con qualche difficoltà di troppo nel cercare di scardinare la difesa avversaria. Ci ha pensato nel finale del primo tempo Vicari a sfruttare al meglio un suggerimento dalla fascia, imprimendo alla palla una traiettoria beffarda che ha messo fuori causa l’estremo difensore ospite. E, a inizio ripresa, appena il tempo del fischio d’inizio, prima che Daniele Arena concluda in modo magistrale un’azione ben congegnata che mette fuori causa, con un diagonale imparabile, il portiere avversario. Il Città di Ragusa potrebbe chiudere la gara in almeno un paio di occasioni. Sceglie, però, di complicarsi la vita visto che un rigore, quasi alla mezz’ora, rimette in corsa il Trecastagni. L’espulsione di un giocatore ospite consente ai padroni di casa, però, di gestire nella maniera migliore la superiorità numerica anche se gli stessi non mancano di correre qualche rischio di troppo. Alla fine, però, il Città di Ragusa conquista tre punti pesantissimi che, alla luce della contestuale sconfitta a Licodia Eubea del Città di Paternò, permette alla squadra di riconquistare la testa del girone. “Mi sono arrabbiato parecchio – continua La Vaccara – perché avremmo avuto l’opportunità di chiudere i conti già a metà ripresa e invece abbiamo corso numerosi rischi. Adesso dalle prossime ore valuteremo quali le condizioni dei ragazzi in vista della gara di ritorno dei quarti di Coppa Italia, in programma mercoledì 8 marzo. Dopo la sconfitta subita a Canicattì con il punteggio di 4-1, per noi è tutta in salita. Questo non vuol dire che non ci proveremo. Cercheremo di fare valere al massimo il fattore casalingo. Invitiamo il pubblico a essere presente e a sostenerci anche se si tratta di un impegno infrasettimanale”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

7 − uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.