Tentato sfratto a Vittoria. Lanciata bottiglia incendiaria dal terrazzo della casa. Problemi di ordine pubblico

2
930

Tentativo di sfratto a sorpresa oggi a Vittoria per la casa della famiglia di Giuseppe Scollo in Via San Martino. L’ufficiale giudiziario e la polizia si sono presentati sul posto dove è successo di tutto.

Una bottiglia piena di alcol è stata lanciata dal terrazzo dell’abitazione( (del valore di 300 mila euro, venduta all’asta a 39 mila euro)   ed è esplosa ed ha preso fuoco al contatto con la strada. Sulla bottiglia infuocata è passata sopra una macchina che transitava nell’attimo, rischiando una disgrazia. Allo spegnimento della bottiglia è intervenuto un agente di polizia con l’ estintore in dotazione della macchina di polizia.

“La magistratura Ragusana ha deciso che serve un nuovo caso Guarascio – denunciano i Forconi, presenti sui luoghi – . Non si è compreso il livello di povertà che sta attraversando l’economia e non si vuole guardare verso chi sta speculando su questa economia all’asta. E’ una guerra che loro stanno dichiarando ad una miriade di persone oneste stritolate dalla crisi, abbandonate dalla politica e decimate dalle loro esecuzioni”.

Giuseppe Scollo è un piccolo imprenditore, che ha un’attività nella rivednita di bici. ha subito, durante la sua carriera di piccolo commerciante, diverse richieste estorsive e attentati incendiari. A causa della crisi ha subito la vendita all’asta della casa, a un prezzo vile. 

2 Commenti

  1. il grandissimo problema di questo paese e l ignoranza di persone che scrivono questi articoli” giornalisti da due soldi” e scrivono solo perché no hanno niente di buono da fare! oltretutto senza identificarsi
    maleducati ignoranti senza nozione alcuna

    secondo chi scrive in questo caso gli sfrattati sono le vittime!!!! ma il debito chi lo deve pagare all all altro imprenditore che non e stato pagato dagli scollo??????

    quindi io vado a comprare un auto non pago le rate e quando vengono a prendersela si cercano di uccidere con una bottiglia incendiaria!

    1 il problema economico siciliano e sviluppato da politici del posto stesso senza nozioni alcune!!!! e dai cittadini stessi che eleggono e danno i voti solo per futuri favori personali tipo: l asfalto sulla trazzera di turno…….

    2 la Sicilia e un isola con una potenziale di turismo altissima mai sviluppata e non dovrebbe essere un posto usurato dalle serre sulla costa !!!!!! non ci sono altri paesi nel mondo dove un degrado del genere non viene notato e fermato apparte in cina….. e ma noi siamo italiani eeeeeee!!!!!!>>>>>>

    3 perche non si parla del 99 percento dei cittadini sicuramente compreso chi scrive questo articolo ,che abbandona spazzatura per strada quando il cassonetto e pieno o per risparmiarsi i soldi dello smaltimento!!!!!

    4 la maggiorate degli individui con debiti che si credono imprenditori non capiscono che i debiti si pagano e se non si pagano le banche e le istituzioni pignorano i beni

    vorrei aggiungere un altra notizia riguardante il presidente dei forconi , che apriva la bocca davanti alle telecamere ,un altro ignorante all arrembaggio……

    prima che una proprietà viene venduta all aggiudicatario ,all asta il “proprietario” ha priorità di acquisto per legge, cosa che gli scollo hanno avuto fino al 22 di settembre.

    il problema della Sicilia sono i siciliani!!!!!!!!

  2. Come mai questi signori non si sono dichiarati vittime degli usurai dicendo che era stato il direttore di una banca (magari non la loro) e costringerli a rivolgersi agli strozzini anzi glielo ha suggerito in un momento che è pure assente per ferie?????? Questa è storia. Anzi è uno schifo totale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

sedici − dodici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.