Accorpamento Camere di Commercio, Lorefice e Ferreri al Ministro Calenda: «Bisogna tenere conto delle peculiarità del territorio. Sospendere l’accorpamento nell’attesa del Tar»

0
568

«Riteniamo che l’accorpamento delle tre Camere di Commercio di Catania, Siracusa e Ragusa non sia accettabile dato un territorio così vasto e diversificato. Il Tar, tra l’altro, deve ancora pronunciarsi in merito»: Così le parlamentari Marialucia Lorefice, XII Commissione Affari Sociali, e Vanessa Ferreri, deputata Ars, nella nota al Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda.

«In qualità di portavoci del territorio ibleo -evidenziano la Lorefice e la Ferreri nella nota al Ministro-, facendo nostre le istanze e le aspettative del mondo delle imprese e degli ordini professionali, delle associazioni datoriali e dei consumatori, dei sindacati dei lavoratori, chiediamo di recepire le istanze del territorio ibleo. Necessario intervenire per sospendere immediatamente e rivedere il processo di accorpamento, avviando un confronto aperto a tutti i soggetti politicamente ed istituzionalmente competenti in merito.
Tra l’altro -sottolineano le parlamentari del M5S- il TAR Catania si esprimerà il 26 maggio e il 6 luglio prossimi relativamente ai ricorsi esperiti in merito alla dubbia legittimità delle procedure eseguite per l’accorpamento delle tre Camere di Commercio. Abbiamo chiesto al Ministro Calenda -concludono la Lorefice e la Ferreri- di intervenire affinché venga revocato il decreto di nomina del Consiglio della nuova Camera accorpata previsto per il prossimo 28 febbraio».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

11 + 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.