Chirurgo del “Maggiore” di Modica lancia accuse pubbliche e l’Asp annuncia punizioni. L’ira dell’on. Minardo

2
2704

L’Asp di Ragusa annuncia ufficialmente l’arrivo di provvedimenti disciplinari nei confronti del Chirurgo   dell’Ospedale Maggiore di Modica, Vincenzo Antonacci. In una lettera l’azienda contesta l’intervento del professionista nel corso della seduta del consiglio comunale aperto sulla sanità, tenutosi all’Ospedale Maggiore.In quella sede lamentò le criticità del reparto che dirige.

Purtroppo per Antonacci i provvedimenti sono confortati dalle legge.

Della vicenda si fa carico l’on. Nino Minardo che parla di Antonacci come “un medico bravo, capace, professionalmente ineccepibile” con la sola colpa di ”  avere osato criticare chi sovrintende all’Azienda Sanitaria Provinciale”. “Quello del dottor Antonacci – dice il parlamentare – durante il consiglio comunale aperto dedicato al ‘vergognoso’ ridimensionamento del “Maggiore”, ordito a Palermo e, per fortuna, frenato a Roma dal ministro Beatrice Lorenzin, era semplicemente il ‘grido’ disperato di chi vorrebbe lavorare, servire i pazienti, fare di tutto perché tutto funzioni al meglio ed invece sbatte contro il muro di gomma della sordità e del disinteresse di chi dirige la sanità iblea. La sua colpa sarebbe quella  di avere esposto, in una pubblica seduta, le criticità del reparto di chirurgia? Se è vero com’è vero che negli ultimi tre anni il reparto di chirurgia di Modica ha registrato il numero più alto di interventi chirurgici rispetto agli altri ospedali iblei, per quale motivo il manager, circa 4 mesi fa, stabilìdi ridimensionare le tipologie di interventi chirurgici da effettuare a Modica, bloccando e obbligando a ridimensionare di fatto l’attività dell’interessato”? Per l’on. Minardo si tratta dell’ennesimo “insulto fatto dal manager, Aricò,  al Maggiore di Modica, ad un medico, a quei professionisti che, nonostante le sue decisioni sbagliate, continuano a lavorare per i loro pazienti.

2 Commenti

  1. Altro caso di “silenziatore”?
    La vicenda sembrerebbe analoga a quella della costruzione in cemento armato sulle dune di Marina di Modica…

  2. L’efficienza di una struttura dipende dalla lavoro di ciascun ingranaggio ed ogni ingranaggio ha autorevolezza solo dopo che ha svolto il proprio dovere, se non lo ha fatto non ha autorevolezza per criticare chicchessia. Quindi prima si accerti la esistenza di questa autorevolezza e poi si esprimano I pareri altrimenti e’ aria fritta
    Un medico, un professore, un funzionario dello Stato acquisisce l’autorevolezza per fare quanto ha fatto il dott. Antonacci (ero presente anche io) solo se ha fatto il proprio dovere.
    Il proprio dovere si fa solo quando:
    1) Si esercita al meglio la propria funzione utilizzando al massimo tutte le risorse che la struttura gli mette a disposizione;
    2) quando in maniera formale (Occorre avere il coraggio di assumersi le responsabilità) ha rappresentato tutte le deficienze e le necssità per migliorare il proprio rendimento;
    3) quando ha denunciato con fermezza anche interssando se necessario il dominio del penale quanto merita di essere denunciato.
    Fuori da queste ipotesi si naviga nel campo dei processi sommari
    Ne consegue che io non ho elementi per esprimere un giudizio su quanto ha dichiarato il dott. Antonacci e, di conseguenza sulla fondatezza del procedimento disciplinare
    L’on. Minardo ha acquisito questi elementi?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

12 − sei =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.