Ginnastica Artistica. Sugli scudi la Kudos Modica ai Campionati Regionali categoria Silver

0
1345

E’ iniziata la stagione agonistica 2017 della Kudos Ginnastica Artistica Modica che ha portato le sue atlete alla prima gara del calendario FGI – Federazione Ginnastica d’Italia – che si è tenuta alla Scuola dello Sport di Ragusa. Peraltro questa è la prima gara, in assoluto, che si svolge secondo la nuova organizzazione voluta dalla FGI nazionale e che prevede due grandi classi, Gold e Silver, a loro volta suddivise in ‘Serie’ e ‘Divisioni’ seconda l’età ed il livello tecnico delle ginnaste.

A Ragusa, ieri domenica 5 febbraio, è stata la prima giornata (la seconda tra tre settimane) della classe Silver regionale, con le ragazze della Serie D dalla 1^ alla 4^ divisione, più la Serie D Eccellenza. La Kudos è scesa in campo con ben 5 squadre coordinate dai tecnici Angelo Floridia e Francesca Giannone, in una giornata pienissima che ha visto i colori nero e oro della società modicana partecipare a quasi tutte le diverse divisioni in campo.

‘Quella di portare tante squadre – dice il tecnico Giannone – è proprio per far si che tutte le ragazze possano fare esperienza, vivere la sensazione della competizione. Abbiamo messo in campo squadre, specie tra le piccole, non tanto per vincere, ma per proprio per permettere a tutte di cominciare quel percorso di crescita nelle gare che è fondamentale nella formazione agonistica di ciascuno’

La prima ‘rotazione’ è stata per la 4^ divisone, dedicata alle più piccoline e che si impernia su tre attrezzi: corpo libero, trave e volteggio. Le giovanissime ‘kudossine’ erano alla loro primissima esperienza agonistica in campo regionale ed hanno certamente risentito della tensione di gara. Vedere così tante ‘colleghe’ da tutta la Sicilia, avere i genitori presenti a bordo campo ad osservarle e sapere che non si era al ‘protetto’ della palestra di allenamento ma in competizione aperta, ha messo loro addosso un certo nervosismo che non ha deposto a favore di un risultato complessivo particolarmente brillante.

Dopo una buona performance al corpo libero, è stata la trave a dare alcuni problemi con qualche caduta di troppo che alla fine ha penalizzato il punteggio complessivo che una pur buona successiva esecuzione al volteggio non ha potuto invertire.

Alla fine, con 183 punti, Francesca Cerruto, Maura La Terra Bellina, Aurora Lopes, Carola Macauda, Alhena Pumillo, Alice Santaera e Ginevra Stracquadanio della Kudos ‘A’ 4^ divisone, hanno conquistato il loro 7° posto.

Un po’ meglio è andata alla squadra ‘B’, sempre 4^ divisione che con Aurora Armenia, Aurora Cicero, Asia Marino, Fabrizia Pacetto, Anahita Pumillo e Ottavia Traina, è arrivata al 5° posto

Dopo la 4^ divisione, spazio alle ragazze della 3^ divisione, di età maggiore e qualche esperienza in più. Se la 4^ divisione ha obbligo di tre attrezzi, la 3^ deve invece gareggiare sui quattro canonici: volteggio, parallele asimmetriche, trave, corpo libero.

Qui brillante la performance di Manuela Blundetto, Benedetta Minauda, Isabella Pacetto, Alice Santangelo e Iris Giuffrè che sono arrivate ad un ottimo 2° posto con 204 punti.

Al 3° posto , invece, sempre nella 3^ divisione, le sorelline maggiori della squadra Junior composta da Gaia Calabrese, Anna Firrincieli, Sara Girlando, Valentina Girlando e Martina Monaco.

Trascorsa la mattina, il pomeriggio è stato impegnato dalle ‘veterane’ della ginnastica artistica siciliana e la Kudos si è presentata con Noemi Agosta, Noelia Caccamo, Sara Calabrese, Silvia Carnemolla, Sofia Trovato e Simona Vindigni, atlete con ormai diversi anni di esperienza agonistica alle spalle ed inquadrate nella Kudos Serie D ‘Eccellenza’.

Impegnativo il confronto con le colleghe siciliane, in una categoria che vede le migliori ginnaste sfidarsi sul filo dei centesimi di punto per il podio finale.

Alla fine delle rotazioni nei 4 attrezzi obbligatori, le giovani Kudos sono arrivate al 2° posto con 82,200 punti.

‘Arrivare ai primi posti fa sempre piacere – dice Angelo Floridia – però è sempre necessaria una analisi critica per verificare quanto fatto e, soprattutto, quello che è possibile fare. Dovremo quindi meglio analizzare soprattutto il risultato della squadra di Eccellenza, dove una serie di errori specie alla trave hanno certamente compromesso il primo posto. Può capitare una giornata storta. Ma fermarsi al fatalismo non è parte della ginnastica artistica e soprattutto del ‘metodo Kudos’. In palestra rivedremo cosa è andato non per il verso giusto, rimetteremo le cose a posto e ci rifaremo nella seconda giornata. Per le altre squadre, massima soddisfazione. D’altra parte abbiamo creato le varie squadre proprio per far fare esperienza alle nostre atlete e non per vincere ‘facile’, come dice una famosa pubblicità. Perchè, in effetti, la scelta della divisione in cui inserire le atlete, è fatta dalle singole società sportive. Così è in teoria possibile inserire atlete bravine nella divisione inferiore, più semplice, per avere una facile vittoria. Ma non è la nostra politica e la nostra strategia: noi in Kudos vogliamo far crescere vere atlete, capaci, serie e davvero brave. Una vittorietta adesso non ci interessa perchè i grandi risultati non si raggiungono con piccoli sotterfugi’.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

sedici − 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.