DITTA RAGGI & COMPANY……di Rita Faletti

55
2138

Per dirla con l’ex-ciclista Gianni Bugno “se passi troppo tempo a riscaldarti, perderai la gara; se non ti riscaldi affatto, può capitare che non la finirai nemmeno”. Sono sette mesi che Virginia Raggi e la sua giunta fanno esercizi di riscaldamento mentre Roma rimane congelata.

Forse l’atleta è inadeguata alla gara? Se vuoi diventare un campione, devi avere la stoffa, altrimenti non ce la farai mai. Non c’è dubbio che la signora non appartiene alla categoria privilegiata di quelli che la stoffa ce l’hanno, ma neanche a quella di coloro che sapendo di esserne privi, si circondano delle persone giuste. Anzi, ha fatto l’esatto contrario. Tra nomine revocate, siluramenti, dimissioni, indagini e arresti, la giunta capitolina vive pericolosamente grazie alle scelte avventate di una testarda presuntuosa e nonostante i consigli del suo movimento. Sarebbe niente se non fosse Roma a pagarne le conseguenze. Dico Roma e intendo proprio la città, la capitale, con le sue bellezze ineguagliabili e il suo patrimonio artistico, perché i romani se la sono eletta e mo’ se la tengono e sembrano pure esserne felici. Meglio un’incompetente che un manigoldo. Peccato che tutti, elettori ed eletti, trascurino una verità incontestabile, che in politica devi soprattutto essere in grado di risolvere i problemi, se poi sei anche onesto, tanto meglio. Ma qui, oltre che di incompetenza, mi pare si sia aperta una falla anche sul fronte dell’onestà Un’ombra è calata sulla sindaca e cancella il ricordo del grido entusiastico “Onestà onestà onestà” ripetuto da Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista, con la regia dell’onnipresente comico Grillo. Un po’ ridicoli, un po’ illusi, un po’ patetici allora e adesso anche un po’ buffoni. La Raggi si aggiusta i capelli e sorride, sorride spesso, troppo date le circostanze. Ci si chiede se sia conscia del grande pasticcio in cui si è cacciata o si è fatta cacciare da qualcuno molto più furbo di lei. Per aggravare la situazione, i magistrati hanno scoperto l’esistenza di una polizza vita di cui lei risulta beneficiaria. Dice di non esserne mai stata a conoscenza. Tale polizza, è stata emessa nel periodo precedente la sua nomina a sindaco dal suo ex capo di segreteria Salvatore Romeo. Motivo del regalo? La grande stima per lei La faccenda è strana, si accettano supposizioni varie e comprensibili sospetti nei confronti di tutti gli attori del dramma, Grillo compreso che, al suo arrivo in Sicilia, disse:” La mafia qui non c’è” E’ stato forse un modo per lisciare il pelo a chi sarebbe potuto tornargli utile un domani? Scimmiottando la Raggi. é una domanda mal posta? Rimane un fatto: il creatore del movimento è lui e la Raggi è per ora sotto la sua protezione. Nello sfondo una Roma agonizzante. Con Bertolaso sindaco sarebbe andata del tutto diversamente.

55 Commenti

  1. avete paura, in sicilia si vota ad ottobre e voi avete molta paura. Crocetta ne ha fatte di cotte e di crude o meglio, il problema è quello che non ha fatto: dal rilancio dell’aeroporto di comiso al porto di pozzallo, passando per l’abolizione delle province, continuando con i continui cambi e ricambi di maggioranza pur di tenere la poltrona.

  2. Damiano Corallo, paura molta paura (da ridere), che Dio ce la mandi buona siamo alla carica delle persone “sagge”… vedremo con i grillini e comici: vedremo quindi rilancio dell’aeroporto di comiso, porto di pozzallo, passando per l’abolizione delle province, continuando con i continui cambi e ricambi come il comune di Roma. Damiano non parli troppo, potrebbe pentirsene, anche perchè i grillini andranno sicuramente al governo sia in sicilia che al parlamento nazionale… e poi che fà li rinnegherà… come ha fatto chissa per quanti altri partiti…

  3. Colui che nel 2012 è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura dell’Aquila per omicidio colposo. Indagine che gli è stata procurata per aver trascurato – in qualità di presidente della commissione “Grandi Rischi”– nel 2009 la possibilità concreta che si potessero verificare terremoti nelle zone in cui solo cinque giorni dopo (era, per la precisione il 31 marzo 2009) è avvenuto il fatale sisma di cui abbiamo tutti tristemente memoria.Per non parlare poi dello scandalo delle massaggiatrici al Salaria Sport Village e quello del G8 de La Maddalena – poi trasferito in fretta e furia proprio a L’Aquila – per cui le inchieste sono ancora aperte.

  4. Grandi Rischi: “Assolto per non aver commesso il fatto”.
    Si aggiorni.

    La Maddalena: “archiviazione”.

    Il fatto non sussiste su Salaria Sport Village.
    Veda Lei.

    Vede Bertolaso era uomo del Berlusca e quindi andava colpito in tutti i modi. Buona giornata!

  5. Beh, un uomo come Bertolaso non sapeva chi era (ed è) il Berlusca?
    A riguardo il Salaria Sport Village : http://www.di-roma.com/index.php/cronaca/336-i-legali-del-salaria-sport-village-ottengono-il-dissequestro-preventivo-nel-processo-per-presunti-abusi-edilizi (rimane sequestrato) e ancora http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-09-20/appalti-il-g-8-confiscati-balducci-beni-13-milioni-081301.shtml?uuid=ABWR7YvB .
    Per la Maddalena l’archiviazione e Grandi Rischi assoluzione per Bertolaso : Ok

  6. Questa febbre di grillismo ormai ci sommerge, speriamo presto che vadano a governare e finalmente li vedremo all’opera. Ma ho paura che si cercheranno tante scuse per non farlo e dare sempre la colpa agli altri.

  7. …..se vuoi diventare un campione devi avere la stoffa….!Infatti è un articolo su un argomento fritto e rifritto, dalla stampa e dalla comunicazione nazionale,che non si vede la necessita’ di riproporlo ancora sulle pagine di RTM !Apostrofare e catalogare ” ridicoli,illusi,patetici,buffoni non è sinonimo di professionale intelligenza !certo c’è troppa saturazione e inflazione professionale in tutte le categorie ,che sgomitare per trovare spazio e un minimo di attenzione è diventato normale ma insopportabile per chi ascolta e legge ! ROMA è come la NAVE CONCORDIA ,inabissata da decenni di malgoverni e riportarla a galla ESIGE “TEMPO DANARO e MEZZI” e questo al “SINDACO S.ra RAGGI “NON E’ STATO ANCORA CONCESSO !!!Verita’ INCONTESTABILE è che ” agonizzanti sono solo gli ITALIANI ” che si ritrovano in CONDIZIONI DISASTROSE per una politica improvvisata da personaggi improvvisati e” sviare l’attenzione ” con Roma capitolina è un gioco per non vedere l’invasione,la tassazione ,la disoccupazione e tutte le conseguenze che se ne hanno !ai Modicani e al territorio dell’argomento romano interessa ben poco, solo per chiacchere nei bar,perche’di problemi insoluti c’è ne sono tantissimi e sicuramente non sono secondari ad altri.

  8. Non è stato ancora concesso… verità incontestabile… non ciò capito niente sign.ra Sara2… ma è contenta dell’operato della Raggi o no? Intanto per iniziare e poi parla anche di tutti gli altri, ma anche gli altri serviva tempo e danaro ecc. ecc… Io leggo un po’ di confusione – italiani – condizioni disastrose… ma chi? Se si spiega meglio io non la comprendo… grazie e scusi per i miei limiti.

  9. …SiG. ‘ZULU,basta leggere attentamente l’articolo per comprendere il commento nei suoi passaggi ! non c’è confusione !del resto il commento è una Sintesi di Pensiero ! rischia di provocare limiti di comprensione ? vanno superati senza ,ulteriore dispendio di tempo,soprattutto se si tratta di argomenti ” civetta ” che interessano pochi ma che cercano di ingannare tanti, proprio perchè vogliono e tentano di distrarre i cittadini dalla cruda realta’ del disagio sociale che,AHIME’,in tanti vivono e che si fa niente per risolvere….

  10. I grillini riusciranno a mantenere questa superiorità morale (condita da un buona dose di arroganza) quando e se, si aggiudicheranno la guida del Paese e della Sicilia? O si comporteranno con l’andare del tempo come tutti gli altri. Quello che sta succedendo a Roma dimostra che anche i 5 Stelle non sono così “puri”. Sig.ra Sara2 tenga presente che viviamo in Italia, Paese non propriamente onesto, visto che la corruzione ci costa 60 miliardi all’anno.
    Per questo a mio avviso risolveranno poco o nulla, salvo aspettarsi il reddito di cittadinanza che serve anche a chi non si è mai preoccupato di trovarsi un lavoro.

  11. Per mantenere la superiorità morale occorre prima averla… vede polpetta non è problema di purezza è problema di capacità… si può avere tutta la purezza che si vuole, ma se non si ha la capacità di fare le cose… a cosa serve quella purezza. Vede io la Raggi non la vorrei neppure come amministratrice del mio condominio, ritengo che possa essere pura, magari carina e simpatica, ma a me non me ne frega niente… serve la capcità di amministrare. Poi passo a Sara2, lei parla di distrarre i cittadini dalla cruda realtà… ma perchè dovrebbero distrarre dalla cruda realtà… cosa vorrebbe lei Sara2? Un reddito aggiuntivo di 2000 euri al mese per ogni persona, eliminare tutte le tasse, che lo stato assumi tutti i cittadini… ? Belle cose, ma vede lo stato fa quello che può e non esistono le favole… Ma lei non pensa che sia difficile fare tutto questo? Sicuramente lei pensa che il m5s farà le magie e la faccia stare bene. Bene, vedremo, grazie.

  12. Caro Zulu sono d’accordo sul discorso delle capacità; avrei anch’io perplessità sulla conduzione del “condominio”, ma non solo. Al di là di questo lei esprime le sue opinioni in maniera chiara, e soprattutto, rispettosa, a differenza di tanti altri che sbraitano sul web, convinti di esprime concetti di valore che di fatto il più delle volte risultano incomprensibili o insensati.

  13. A leggere il SOLITO “Rita Faletti” e elegiaci ‘zulu & c. nostalgici dei bei tempi andati (ANDATI) sembra che i 5 stelle siano sentina di tutti i mali italiani.
    Responsabili di disoccupazione giovanile e fallimento di politiche occupazionali
    Gentaglia corrotta tanto da coinvolgere persino il Comandante Genetale dei Carabinieri nella rivelazione di atti del suo ufficio captata in una intercettazione telefonica.
    Gentaglia che con astuzia sopraffina faceva fallire la banca Etruria e la Montepaschi addebitandone le spese ai cittadini inconsapevoli.
    Et ”last but at least” vergognosi legislatori di emendamenti pro golf da 92 milioni di euro e sponsor di pseudo-oimpiadi in favore dei soliti palazzinari.
    Nonostante questi mali elencati sopra, la maggior parte degli italiani continua masochisticamente a dare il loro consenso costringendo gli altri partiti ad ammucchiate oscene (destra -sinistra, sinistra -destra, sopra -sotto, sotto-sopra) pur di arginarli.
    Attenzione gente, questi i 5 stelle, si sono macchiati di conservatorismo COSTRINGENDO gli italiani (brava gente) a rifiutare i benefici delle riforme costituzionali proposte dalle MINORANZE politiche italiote che ad onor del vero, ci avevano messo in guardia già nella Brexit…
    Inutile, a dire e pensare di questi e senza alcuba loro presunzione, gli italiani sono proprio degli imbecilli…
    Vi prego di non dare il vostro consenso ai 5 stelle e di dare ANCORA fiducia ai soliti, che prima o poi, l’itaglia la faranno ripartire sul serio…
    SERIO EH?!!!

  14. “Rita Faletti” e elegiaci ‘zulu & c. nostalgici dei bei tempi andati ma che vuole dire elegiaci e poi
    i 5 stelle siano sentina di tutti i mali italiani – la sentina è la fognatura delle navi – il fondo dove vengono accumulati i residui della combustione nelle imbarcazioni… ma cosa vuoi dire? parla e scrivi italiano se ci riesci babbalubà, nun si capisci nenti.

  15. Intanto babba…oggi i 5 stelle hanno perso, grazie all’aquila della Raggi, altri 2 punti.
    Ah… per favore se vuole usare espressioni straniere, almeno si documenti:
    “last but not least”, oppure opti per l’italianuccio. Cordialità

    PER CORTESIA MANDATE IL SECONDO COMMENTO..GRAZIE

  16. http://www.lasicilia.it/news/catania/60895/il-sondaggio-choc-in-sicilia-m5s-sfiora-il-40-pd-rischia-di-restare-sotto-il-10.html

    Gentile Signora e gentili commentatori vi dovete impegnare di più altrimenti questi vincono! Poi ci toccherà fare una rivolta per riottenere la vecchia classe politica che negli ultimi 20 anni ha seminato certezze per i giovani e benessere a pioggia per tutti.
    Possibile che non si riesce ad andare oltre la storia della polizza vita per la Raggi che avrebbe potuto incassare solo dopo la morte di Romeo??
    Dai, sforzatevi e cercate imbrogli più seri. A livello di indagini Il sindaco Sala di Milano è avanti rispetto alla Raggi !! Vogliamo rovinare tutto il lavoro giornalistico quotidiano degli ultimi 6 mesi? Sapete che sbattimento fare un servizio al giorno sulla Raggi su tutti i tg ?

  17. @Marte
    ma a me sembra che tutti si stanno impegnando per fare vincere il m5s, ed anche io lo faccio, si vogliamo che il m5s vinca, solo lei non ha capito niente. Potrebbe capire senza parlare di sciocchezze di raggi e cerchioni, vogliamo che il m5s vinca e faremo di tutto affinchè questo accada perchè se vincerà e risolverà i problemi dell’italia saremo tutti felici, se invece vincerà e non risolverà i problemi dell’italia e magari dimostrerà imbrogli o fesserie come a Roma, allora il movimento sarà annullato e ce lo toglieremo dalle b..le e forse non ne scriveranno neppure nei libri di storia… come fa Marte a non capirlo. Tutti in massa voteremo il m5s, evviva. Se andrà male si dedicherà alla ricerca di altri comici e pagliacci come ha fatto fino ad ora Marte.

  18. Io sono sicuro che tutti stì tifosi grillini, appena le cose andranno male scapperanno come conigli, rinnegheranno di avere votato il m5s, lo abbiamo visto tante volte: tre quarti degli italiani votavano Berlusconi, appena caduto in disgrazia non riesci a trovare nessuno che abbia votato forza italia (probabilmente ora i forzisti sono nel m5s ritornati vergini), i due terzi di siciliani votarono Cuffaro ed oggi non si trova un cuffariano manco con la taglia. Se le cose andranno male e purtroppo andranno male per l’Italia (con queste teste di zucca) dopo il successo del m5s, tutti diventeranno antigrillini e non si troveranno mai più grillini. Salutiamo i babalubi e marziani grillioti e pd-ioti e forz-ioti.

  19. L’Opinionista Rita Faletti è muta di fronte a quanto scritto dal “Giornale” sul Sindaco di Roma?

  20. Ma possibile che non si tenga conto che dalla scorsa estate ad tutt’oggi a Roma non è cambiato niente? E’ possibile che una sindaca cosi “preparata” non sia stata in grado di scegliersi una Giunta capace di chiudere almeno qualche buca, ma solo gente di subbia reputazione? Questi sono i fatti, questa è la dimostrazione che per risolvere i problemi giganteschi come quelli di Roma il movimento 5 Stelle non è ancora pronto. E veniamo al discorso Stadio.
    Vogliamo trasformare Roma in un modello perfetto della decrescita felice?
    Capisco il desiderio di tanti italiani di sbarazzarci di politici che ci hanno governato finora. Non è per caso che questi politici sono il riflesso di quello che siamo noi italiani e viceversa? A chi raccontiamo che siamo improvvisamente cambiati, diventati competenti e onesti?

  21. @Meno Rosa, l’opinionista Rita Faletti sarà muta come lei dice, ma per la verità anche nel passato abbiamo visto cose molto più pesanti per chi amministrava o faceva politica e nessuno ha avuto da lamentarsi: le voglio ricordare gli insulti a Rosy Bindi, gli insulti contro Mara Carfagna, per non parlare gli insulti che provengono anche dalla sua stessa parte politica e mi riferisco a sonori vaffa… a destra e manca. E lei si scandalizza per quel titolo… per ultimo le volevo anche ricordare le parole offensive della Raggi nei confronti dell’ex Sindaco Marino quando la stessa Raggi era consigliere comunale. Così per essere… come dire imparziali … se proprio vogliamo giudicare. E comunque tutte le parti politiche hanno difeso la Raggi per quell’attacco, cosa che non è avvenuta per le altre che ho citato.
    La invito a vedere il video del quale allego il link… la Raggi parla di usare il cervello se ancora ce ‘l’hanno agli avversari… delicatamente … vedrà!
    https://www.youtube.com/watch?v=SPN1VTA8gpc

  22. a @Meno Rosa,
    e il Signore disse: “Chi è senza peccato, scagli la prima pietra”. E infatti,
    nessuno mosse un dito. Quindi non concordo con nessuno di voi. In ottobre se la giornata è bella andate tutti al mare, tanto in questo Paese non cambierà mai niente.

  23. Quello che dice menopausa per chi ha raggiunto la menopausa, è la cosa migliore da fare, naturalmente… per quelli che hanno responsabilità ed hanno dei figli e capiscono la responsabilità… allora votiamo con coscienza e scegliamo i candidati guardandoli in faccia senza aspettative, anche del m5s se vogliamo, consapevoli che avremo tanti sacrifici da fare… ma la responsabilità è nostra. Meno Pausa l’Italia è ridotta in questo mnodo perchè la maggior parte dei cittadini è come lei.

  24. Certo che se l’Italia e’ al 77 posto per la liberta’ di stampa qualche motivo deve pure esserci. Concordo con Meno Rosa e con U.Eco.

  25. Infatti mister Ciccio quelli che la pensano come me sono quasi il 40% degli italiani, tutti in Meno Pausa.

  26. NO sig. Flamingo, voglio correggerla, l’Italia è al 77 posto per lettura dei giornali e di libri e non per la libertà di stampa: ognuno scrive liberamente ciò che vuole (lo vediamo benissimo da feltri a travaglio, altro che!) e si vedi benissimo. Il fatto, INVECE, è che siamo al 77 posto per lettura di giornali, e non è la stessa cosa, ciò vuol dire che SIAMO un PAESE DI IGNORANTI.

  27. Liberta’ di Stampa e Lettura di giornali non sono la stessa cosa. Il livello di certa stampa e’ veramente basso quando non orchestrato in un certo modo.Gli editori “impuri” in Italia sono in grande maggioranza. Non metterei sullo stesso piano Feltri e Travaglio, in virtu’ anche di quanto detto in alto. E’ curioso il fatto che uno dei due sia il direttore di un giornale chiamato “Libero”.Non sono d’accordo sul fatto di essere un popolo di ignoranti solo perche’ leggiamo pochi giornali.Seppur di idee diverse Le do’ atto di una certa pacatezza, cosa poco comune nella quasi totalita’ dei commenti. Peccato l’anonimo.Comunque alla luce di quanto scritto nei commenti che precedono al mio, posso chiederLe per chi ha votato ? Perche’, per chi ho votato io dovrebbe essere chiaro.Saluti

  28. Anche perchè gli editori puri morirebbero di fame… se nessuno legge e nessuno compra giornali come farebbero ad esistere editori non collegati con “qualcuno” che li finanzia e comanda? Credo che un paese di ignoranti sia molto peggio dell’informazione non libera, abbiamo anche la possibilità di valutare le diverse posizioni anche non libere. Io al referendum ho votato per il cambiamento nella speranza di cambiare le cose, ma siamo stati sommersi da un popolo di lamentosi che si lamentano di tutto, della casta, dei politici, delle spese per la politica, ecc., ecc., ma poi hanno votato come tutta la casta per non cambiare un bel niente. Ed oggi di nuovo a lamentarci. Infine spero che il m5s vinca le prossime elezioni politiche regionali e nazionali affinchè si risolva la questione: vivere di aspettative di fantastiche soluzioni è la cosa più dannosa per l’Italia. Pazienza per i danni che i grillini possono fare, ma almeno si metteranno in gioco ed eventualmente li archivieremo per sempre.

  29. @Ciccio
    Può gentilmente elencare a noi lettori, le conseguenze che stiamo subendo come italiani a seguito dell’occasione persa con il referendum del 4 dicembre scorso?

  30. Sulla Raggi,mi piace riproporre un discorso fatto da Pertini il 16 novembre 1980 che voleva smentire le voci di sue dimissioni in cui disse: Hic manebimus optime. Spero di sbagliarmi, ovviamente.

  31. Dopo due mesi? acidoM, ma dici davvero o ci fai?
    Ma dai acidoM, stai tranquillo, tutto apposto, nessuna conseguenza per te. La conseguenza sarà per i tuoi figli (se hai figli)… stai tranquillo, arriverà arriverà la conseguenza… Saranno orgogliosi di avere avuto padri come noi. Avevamo l’opportunità di iniziare a cambiare qualcosa e dopo tanti anni di lamentele (il paese più lamentoso che si sia mai visto) che fanno? votano per NON cambiare niente seguendo i politicanti che avevano sempre osteggiato… io già mi vergogno per questo Acidom. Tu sarai orgoglioso, ben per te. L’altro giorno ho incontrato un amico saggio che aveva votato NO come te e mi ha detto che ora faranno la legge per ridurre i costi della politica, i grillini, mi sono cadute le braccia, ma sempre spero, non per me ma per i miei/nostri figli.

  32. @Ciccio ci sei o ci fai?
    E le riforme sarebbero dovute provenire da gente che non riesce a convincere neanche o sodali dello stesso partito tanto che adesso si parla di scissione?
    Ovvero gente che dalla Consulta si è fatta bocciare di tutto, dalla legge elettorale alla riforma Madia?
    Capisco il tifo, ma lei ci fa e anche con malafede (imbecille?)

  33. @Ciccio
    I miei figli (e anche noi tutti) siamo stati rovinati da quelli come lei e i suoi idoli.
    Non certi i 5 Stelle che sono un fenomeno recente.
    Lei ha dato il consenso a personaggi che altro non erano facce diverse della stessa medaglia.
    Ma si sa, chi rumina nella greppia non vuole rinunciare al morso e fa di tutto per rimanerci anche con la gattopardesca “cambiare tutto per non cambiar nulla”

  34. La Raggi,a mio avviso, è la testa di legno (prestanome) di poteri occulti e non, con i 5 stelle potrebbero essere associati.
    E poi, direttorio si, direttorio no, tutto molto farraginoso e poco trasparente.
    E poi, diciamola tutta, si comportano secondo le convenienze in base agli appoggi che ottengono di volta in volta da altri “poteri” che a loro volta hanno interesse a sostenerli. Qual’è il progetto per l’Italia dei 5 Stelle? A me pare che puntino in Italia tutto sul reddito di cittadinanza, dato che in Europa li hanno già “schifati”.

  35. “sodali”, “chi rumina nella greppia”, ma che minc..ia vuole dire? Parla come Bersani (altro che nuovo grillino), ha votato come lui no. E poi Lei è rovinato e non “noi tutti” ed i “nostri figli” che mai saranno come lei… ma quali minc..ia di suoi idoli. Lei sicuramente c’è e non ci fa è evidente. Pazienza, si rilassi ora arriveranno i “suoi” grillini e comici… buon divertimento.

  36. @ Ciccio
    Fresco fresco da parte di Mentana (LA7)

    La scissione del Pd è nei fatti: parlano due lingue diverse, pensano a alleati opposti, fanno analisi sociali distanti, propongono ricette lontane, si odiano personalmente, hanno votato divisi al referendum, predicano apertamente il “mors tua vita mea”. Rischia di tenerli insieme solo la convenienza, come i fiamminghi e i valloni, o i fratelli che si odiano ma hanno ereditato un’azienda che continua a macinare utili. E non per modo di dire. Basti dare un’occhiata al peso istituzionale del partito. Dal Pd viene il capo dello stato. Del resto tutti gli ultimi 4 presidenti della Repubblica sono stati espressione diretta di quell’area che poi ha dato vita al Pd. Ma del Pd sono tutti i tre premier di questa legislatura, e 400 parlamentari su 945, nonostante il partito abbia ottenuto alle elezioni del 2013 meno del 26%. Del Pd è il nostro unico rappresentante nella commissione Ue. Del Pd la maggior parte dei governatori regionali e dei sindaci delle città capoluogo. Del Pd sono il ministro dell’interno, della giustizia, della difesa, dell’economia, delle infrastrutture, del lavoro, dell’istruzione. Scelti da premier del Pd sono i vertici di tutte le aziende strategiche di competenza statale. E si potrebbe andare avanti. Il Pd è l’essenza dell’establishment italiano, nella fase storica in cui l’establishment è sempre più l’emblema del “loro” contrapposto al “noi” dei movimenti che hanno sempre più presa nell’opinione pubblica. Ai tempi del Pci di Berlinguer l’Unità era il principale quotidiano di opposizione, e sulla sua prima pagina ogni giorno il celebre corsivista Fortebraccio sbeffeggiava la classe di governo, gli industriali, i boiardi e i banchieri. Li chiamava “lorsignori”. Ora in un contrappasso storico lorsignori, agli occhi delle opposizioni, sono loro. A distanza di tre giorni Bersani e Veltroni hanno descritto il nuovo vento che loro chiamano destra – non solo Trump e Le Pen – quasi con gli stessi aggettivi, sovranista, identitaria, protezionista, populista. Ma il problema è che non esiste un’analisi sulle cause di quel fenomeno che ormai è ben visibile ovunque. Un’analisi che sarebbe impietosa sui limiti dei partiti che hanno dominato il gioco democratico in America, in Europa e in Italia, e delle istituzioni sovranazionali che hanno generato. Nella lunga fase in cui la crisi ha limitato la distribuzione della ricchezza e il funzionamento del welfare, la coperta democratica si è fatta troppo corta, ma sotto di lei hanno continuato a trovare posto comodamente e ostentatamente i soliti integrati, gonfiando sempre più l’area dei nuovi apocalittici, non più ideologizzati come quelli di 50 anni fa, ma solidamente basici: via loro, tocca a noi, con tutti i mezzi, un’elezione o un referendum. Forse un partito come il Pd, prima di spaccarsi o di decidere di non farlo, dovrebbe cominciare a discutere di queste cose, magari con la scusa di onorare il decennale di quel libro di successo, “La casta”

  37. E in questo scenario, mi sfugge il ruolo dei 5 Stelle. Ci salveranno da tutti i mali del mondo? O cercheranno di ritagliarsi uno spazio fingendosi di essere diversi dagli altri?

  38. @Babbalubà
    ma non ho capito perchè ha riportato l’articolo di Mentana… cosa vuole dire?
    A me sta bene la scissione, cosa c’è di male? Non mi metto le mani nei capelli come Virginia… anzi per me è tutto ok. Lei cosa voleva dire, mi faccia capire se vuole.

  39. @Polpetta…
    Fanno politica che piaccia o no…
    Potete dire “populisti”, “incapaci”, “litigiosi”, inconcludenti” ecc…
    Ma sono sempre un effetto della politica tradizionale e non volere accettare questo significa ignorare le cause che l’hanno determinato.
    Considerando che È il primo partito (così è se vi pare) in Italia, e non volendo peccare di presunzione e di supponenza nel dire che tutti quelli che scelgono di votarli è tutta gente ignorante, bisogna dire e accettare che il cambiamento in Italia è questo.
    Saràil sennò del poi a dire se con ragione o meno.
    Attualmente sto’ seguendo “ottoemezzo” su LA7 relativamente alla discussione del congresso del PD e volano stracci tra gli stessi appartenenti, ricordandoci che la mancanza di stile non appartiene di certo ai 5 stelle.
    Oggi su Canale 5 davano la notizia di due sindaci arrestati ARRESTATI nel casertano. Uno a Maddaloni e l’altro in un paese vicino (informatevi), dimenticando però di precisare l’area di appartenenza politica. Per la Raggi hanno, stanno rompendo i cotiglioni anche se il bicchiere d’acqua lo beve prendendo il bicchiere con la mano sinistra anziché con la destra.
    Inutile che vi chieda dove apprendete le notizie, poiché sono certo che le leggete soltanto da dove vi conviene apprendere.
    Avete presente “per partito preso”
    Carissimo lei Ciccio, i nostri figli li hanno rovinati il ventennio berlusconiano prima e le leggi sul lavoro del Poletti (Renzi).
    In Sicilia le sottopongo la politica fallimentare del “progetto giovani”
    A proposito, le avevo fatto delle domande relativamente alle riforme del suo Renzi, ma non ha ancora dato risposte…
    Tipico di chi butta il pallone in tribuna
    A proposito ho sempre votato a suniatra fino a quando me lo hanno permesso di farlo.
    Scusate gli errori

  40. Data l’eta, ho avuto in tempo di vederne e sentirne tante da ogni dove, e sono giunto alla conclusione che neanche i 5 Stelle mi convincono più di tanto. Anzi, mi sembrano anche un tantinino, arroganti,volgari e antidemocratici, ad iniziare dal Capo comico.
    Bon nuit a tous.

  41. acidoM grazie di esistere… sei fantastico
    ma se il PD litiga cosa c’è di male?
    se sei grillino sarai felice il vostro avversario sarà più debole perchè sei triste;
    se sei del PD minoranza sarai felice perchè finalmente hai fatto fuori Renzi perchè sei triste?
    se sei forzino e il PD litica perchè ti lamenti il PD è più debole;
    se sei salviniano perchè ti lamenti il PD è più debole meglio per te;
    se sei Renziano sarai felice perchè la minoranza è uscita e non ti spara alle spalle, perchè ti lamenti?
    Sii felice acidoM, comunque vada tu non comprenderai niente… non dire che i nostri figli sono rovinati, tu sei rovinato loro saranno più svegli di noi. Se hai votato NO hai votato per la destra conservatrice, caro acidoM, lo scoprirai presto.

  42. @ Ciccio
    A lei piace divagare…
    Mi elenchi le riforme miracolose che abbiamo mancato con la vittoria del no

  43. @Jody Piazza
    Ha dimenticato che si mettono le dita nel naso, e glielo assicuro perché me le metto anch’io…

  44. @acidoM
    di nuovo… ma rileggiti tutti i giornali di due mesi fa’… che vuoi che te le ripeto?… non farle significava non poterle più fare…, se tutta la casta si è schierata contro un motivo ci sarà stato, non era difficile immaginare che avrebbe scombussolato tutti i loro privilegi e le poltrone, 300 privilegiati non avrebbero avuto la poltrona ad esempio… ecco perchè i politicanti hanno condizionato accusando di tutto il male possibile quelle riforme che in maggioranza avevano già approvato… (solo che non ci credevano che sarebbero andate in porto). E invece il 60% dei cittadini che sono molto attenti ed hanno capito al volo tutto come te, ha annullato tutto. Spero tu abbia capito finalmente. Bene così in ogni caso.

  45. @Ciccio
    La gente, cioè il popolo, in modo trasversale ha scelto…
    Non si chiama democrazia questa o vogliamo fare quello che piace a lei e ai suoi mentori?
    Per carità, la sciocchezza dei soldi risparmiati con l’abolizione del Senato la racconti a un altro, perché nel merito e nel metodo, era lo specchietto per le allodole sciocche.
    Mi scoccia pure confutare le sue tesi.
    Si legga la sua pseudo-faletti tanto, come su dice: “chi si accontenta gode”

  46. Tratto da Repubblica:
    “Fermatevi”. È questo l’appello che l’ex segretario del Partito democratico, Pier Luigi Bersani, lancia a Matteo Renzi e ai suoi sostenitori in una lettera pubblicata dall’Huffington Post
    “Non date seguito alle infauste conclusioni dell’ultima direzione – chiede Bersani -. Prima il Paese, poi il partito, poi le esigenze di ciascuno. Questo criterio, per me e per tanti, e spero per tutti noi, è la base stessa della politica. Se noi non teniamo ferma questa sequenza, non siamo più il Pd”

    Ma quando ha votato e fatto votare NO al referendum,a chi pensava al paese, al partito o alla sua Pancia?
    Bersani e D’Alema, due sessantottini che hanno vissuto di pancia gli ultimi cinquant’anni. Il secondo si è fatto fregare da Berlusconi, il primo da Grillo (anche lui sessantottino), tutti e due insieme vogliono/hanno fregato Renzi.
    Può anche non piacere ai grillini, ma la realtà è che siamo in mano ai mercati, e ciò neppure loro lo potranno cambiare, grazie al NO è cambiato lo spreed, abbiamo una certezza, pagheremo circa 20 miliardi di euri di interessi in più.

  47. @Fernando
    Concordo in toto con la sua osservazione
    Prima il paese, ma mi permetta di aggiungere che la colpa di questo stato di cose è nostra poiché invece di considerare i partiti politici quali “mezzo” per portate avanti programmi di crescita della società, li consideriamo il “fine” della società stessa.
    Fare tutto per il partito nel partito.
    Troppi tifosi di politica che difendono i guasti per partito preso.
    È lecito e democratico nonchè assolutamente necessario portare avanti le proprie idee e confrontarle ed in caso ottimizzarle con quelle altrui poiché il fine sia volto al benessere sociale, ma in presenza di aberrazioni in una compagine, dovrebbero essere i sodali primi a chiedere chiarezza cosa però, che non avviene perché “Prima il partito”.
    E nei commenti precedenti troverà molti commenti di tifosi politici
    (anche i miei, non mi sottraggo)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

tre × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.