Assegnato dall’Associazione Internazionale dei Critici Letterari il Premio Europeo FARFA per la Cultura e il Territorio 2017 a Domenico Pisana e Grazia Dormiente

0
694

dormienteE’ stato assegnato ieri sera al Presidente del Caffè Letterario Quasimodo di Modica, Domenico Pisana, da parte dall’Associazione Internazionale dei Critici Letterari, al termine del Convegno che si è tenuto a Pozzallo il 20 e 21 gennaio presso l’Istituto Amore  sul tema «Il Premio Nobel nella letteratura del mondo », il Premio Europeo FARFA per la Cultura e il Territorio 2017.

La sua candidatura, insieme a quella di Grazia Dormiente, era stata avanzata alla fine del mese dello scorso anno, ma la notizia è stata ufficilizzata solo ieri sera a conclusione del Convegno al quale Pisana ha partecipato.
Sono state le delegazioni francese, spagnola, della Catalogna, rumena, venezuelana, albanese, composta da poeti, critici letterari e traduttori, tra cui Andrè Ughetto, caporedattore della rivista Phoenix, Luisa Julià, segretaria generale degli scrittori catalani, Jean Pierre Castellani dell’Università di Tours, Angel Basanta dell’Università di Madrid, nonchè la delegazione italiana composta da poeti e giornalisti, tra i quali Antonio Maria Masia, Presidente de « Il gremio », associazione culturale dei sardi di Roma, e Silvano Trevisani di Taranto, e critici letterari provenienti dal Piemonte, dalla Liguria, dalla Puglia e dal Lazio, a fare da cornice alla consegna da parte del Presidente dell’AICL, Neeria De Giovanni, del Prix Europeen FARFA pur la Culture et le Territoire 2017.
« Ringrazio l’AICL per questo riconoscimento – ha affermato Pisana – e chi nel territorio ibleo ha posto la mia candidatura, insieme a quella di Grazia Dormiente Giovanni Giuga e Franco Monaca. Debbo dire che anche questa seconda giornata dei lavori del convegno è stata molto intensa, ricca di spunti e riflessioni. In particolare mi hanno colpito gli interventi della latinista e scrittrice Rosa Elisa Giangoia di Genova, che ha parlato dell’ermetismo in Montale e Quasimodo, e l’intervento di Arjan Kallco dell’Università albanese di Korce che si è soffermato sull’infanzia di Quasimodo tramite la memoria in versi ».
Al convegno hanno preso parte anche molti docenti di ogni ordine e grado scolastico del territorio ibleo, essendo l’iniziativa autorizzata dal Ministero dell’Istruzione , Università e Ricerca come corso di aggiornamento.
Alle delegazioni Domenico Pisana ha donato le sue ultime raccolte poetiche, « Odi alle dodici terre » , in italiano e inglese, « Tra naufragio e speranza » nonché il saggio su Quasimodo « Quel Nobel venuto dal Sud. Salvatore Quasimodo tra gloria ed oblio », nella versione italiana e rumena. Anche Grazia Dormiente ha fatto dono di diverse sue pubblicazioni .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

5 + undici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.