IL COMUNE DI RAGUSA NELLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE PER IL “PROGETTO DI SVILUPPO DEL CAMPO VEGA” PRESENTATO DA EDISON SPA AL MINISTERO DELL’AMBIENTE

0
488

La documentazione di Valutazione di Impatto Ambientale relativo al “Progetto di Sviluppo Campo Vega B concessione di coltivazione C.C6. EO – Canale di Sicilia – Perforazione di 8 pozzi addizionali” di Edison Spa, dovrà essere trasmessa anche al Comune di Ragusa.
Con una nota, sottoscritta dal Sindaco Federico Piccitto e dall’Avv.Sergio Boncoraglio dell’Avvocatura comunale inviata il 5 gennaio al Ministero dell’Ambiente e della Tutela

del Territorio e del Mare ed al Ministero per i Beni Culturali e le Attività Culturali, veniva fatto rilevare che la società Edison Spa ha depositato per la pubblica consultazione il progetto definitivo di studio di impatto ambientale presso tutti i territori costieri più prossimi alle nuove attività escludendo immotivatamente Ragusa. Tale esclusione, si specificava altresì nella stessa nota, non rende legittimo l’avvio della procedura di Via del progetto in questione.
A seguito quindi della predetta nota il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha invitato formalmente la società Edison a trasmettere la documentazione di VIA già fornita ad altre amministrazione anche anche al Comune di Ragusa. Lo stesso dicastero altresì ha chiesto alla società Edison di provvedere in tal senso in futuro anche in relazione ad eventuali integrazioni che si dovessero rendere necessarie nel corso del procedimento.
“Alla luce di tale disposizione ministeriale – dichiara il sindaco Federico Piccitto – quindi il Comune di Ragusa potrà, come spiega la nota stessa trasmessa dal dicastero, presentare tutte le osservazioni sino alla conclusione dell’istruttoria tecnica, osservazioni che saranno tenute in considerazione in seno al procedimento in corso”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

18 − 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.