Archivio Tag: pub

Frigintini(Modica). Ancora i ladri all’opera. “Visitato” un pub

Ladri

Ladri ancora all’opera a Frigintini, frazione agricola di Modica. Stavolta è stato preso di mira un pub dal quale ignoti malviventi, dopo essere entrati, hanno rubato la macchinetta cambia monete per le slot machine. A scoprire la sgradita visita sono stati stamattina i gestori. In settimana era toccato ad una macelleria e a un panificio di Piazza Mulino

Pozzallo, rilevano il pub con assegni scoperti. In risposta picchiano il proprietario e lo minacciano

TribunaleRilevano un pub e pagano con otto assegni da 2300 euro ciascuno da porre all’incasso mensilmente dal mese di gennaio 2010, nonché con altri due assegni di pari importo da versare il 20 novembre 2009 e il mese successivo, per complessivi 23 mila euro. Ora Salvatore Milazzo e Santo Rotondo, entrambi rosolinesi, sono sotto processo davanti al giudice onorario del Tribunale di Modica, Corrado Celeste, estorsione in concorso e lesioni personali aggravate. Sono difesi dall’avvocato Antonina Aprile. Accadde che l’originario proprietario del risto-pub “Terzo Tempo”, portò all’incasso l’assegno scaduto il 20 novembre 2009 che risultò privo di copertura e fu anche protestato. Contattò i due acquirenti che la presero a male.

Picchiarono un loro cliente. Titolari di un locale notturno di Pozzallo rinviati a giudizio

lucia de-bernardinIl giudice per l’udienza preliminare dei Tribunale di Modica, Lucia De Bernardin, ha rinviato a giudizio i titolari di un locale notturno di Pozzallo con l’accusa di lesioni aggravate, minacce e ingiurie nei confronti di un cliente. Lo ha deciso ieri che ha accolto la richiesta del Procuratore della Repubblica, Francesco Puleio. I due, A.L. e P.R., compariranno dinanzi al Tribunale di Modica il 21 gennaio del prossimo anno. La parte offesa è C.L.. Gli imputati, in concorso tra loro, essendo gestori del locale notturno sito in Viale Vittorio Veneto, per futili motivi, avevano cagionato lesioni al cliente, il quale aveva loro segnalato che il bagno dell’esercizio riservato agli uomini era in condizioni igieniche precarie. Lo avrebbero, infatti, colpito con pugni e calci in tutte le parti del corpo,

“I soliti ladri”. Modica, visitata anche la sede Uil e il Pub sottostante

E’ una “guerra” aperta. I ladri continuano ad entrare a loro piacere da case, negozi e uffici. Agiscono di giorno e di notte. Questa banda sta mettendo alle strette l’intero centro cittadino e la gente comincia ad avere paura. Nella notte tra martedì e mercoledì i malviventi hanno dedicato la loro attenzione su Piazza Campailla, dove ha sede l’Ufficio Tecnico Comunale. Hanno preso di mira la sede della camera sindacale Uil e il sottostante pub “Avant La Nuit”, rubando qualche centinaio di euro. Nella sede del sindacato ancora si spiegano come i ladri siano entrati visto che non risultano segni di effrazione. Hanno sfondato le porte interne a calci, hanno rovistato scrivanie, cassetti,

Cna di Ispica assieme ai titolari di bar e pub ancora una volta a confronto con l’assessore Arena. Raggiunto accordo di massima sulle iniziative estive.

La sede della Cna di Ispica ha ospitato, venerdì scorso, il secondo incontro tra i gestori dei locali, i rappresentanti dell’associazione di categoria e l’assessore allo Spettacolo, Serafino Arena, sulle iniziative da predisporre durante il periodo estivo. E’ stato raggiunto un accordo complessivo circa le serate da svolgere. “Abbiamo registrato – afferma il presidente della Cna di Ispica, Giovanni Betta – un aumento della partecipazione dei gestori e questo rappresenta un elemento importante in quanto si è strutturato un gruppo in grado di guardare lontano nella programmazione degli eventi con un approccio molto pratico.

Avevano fatto a cazzotti in un pub di Ibla. Condannati due brasiliani

E’ finito con due condanne e una richiesta di rito abbreviato che sarà vagliata a luglio da altro giudice, il processo davanti al giudice unico, Andrea Reale, nato dalla rissa che si è consumata tra l’11 e il 12 febbraio nel quartiere barocco di Ibla. L’episodio, che ha destato scalpore, si è registrato alle due di notte. Per rissa aggravata furono arrestati da Polizia e Carabinieri Sidnei Gualberto da Silva Junior, brasiliano di 33 anni, (accusato di resistenza a pubblico ufficiale), Alexandre Nascimento Jackson, brasiliano di 32, residenti ìin città,

Vittoria. Incendio in un pub. Probabile il dolo

Nel corso della notte, una pattuglia di Volante interveniva in contrada Macchione a Vittoria in quanto era stato segnalato un incendio ai danni di un locale pubblico adibito a disco-pub. Gli operatori si recavano sul posto dove era presente personale dei Vigili del Fuoco di Vittoria che stavano provvedendo a spegnere le fiamme. La struttura, tutta in legno, ha subito notevoli danni e, da una prima analisi dei Vigili del Fuoco, l’incendio parrebbe di origine dolosa. Il locale era stato sottoposto a sequestro alcuni mesi addietro in quanto la struttura, che sorgeva su suolo agricolo, era completamente abusiva. Successivamente, a seguito di alcune modifiche, vi era stato il dissequestro e l’attività aveva ripreso. Sono in corso indagini.

La violenza a Ragusa Ibla. Decide di chiudere il pub, poi ci ripensa. Domani inaugura un ristorante

Vittima della violenza… Dopo i noti fatti di cronaca registrati a Ragusa Ibla in Via dei Normanni, in cui dei giovani hanno turbato la quiete con degli scontri rendendo necessario l’intervento delle forze di Polizia e la conseguente chiusura di alcuni local, sconfortata e amareggiata da questa decisione, Carmela Brafa, titolare di un pub, aveva deciso di chiudere definitivamente l’attività.

Commercio e giovani nei pub Aiello ieri sera a confronto con una delegazione dell’Ascom. “Ho illustrato i miei progetti smentendo chi mi attribuisce il falso”

“Chi vuole continuare a mistificare la realtà non trova sponda per la scarsa fondatezza dei motivi che vengono assunti a pretesto della contrapposizione”. Il presidente di Azione Democratica, Francesco Aiello, candidato a sindaco della città di Vittoria, ha esplicitato in maniera articolata il proprio pensiero, rispetto al fatto che sarebbe contrario alla crescita dei luoghi di aggregazione tra i giovani, soprattutto all’interno dei pub, contestando le affermazioni demagogiche, in tal senso, del sindaco Giuseppe Nicosia. Aiello lo ha fatto nel corso di un incontro tenutosi ieri sera con una folta delegazione dell’Ascom di Vittoria, guidata dal presidente della sezione locale, Antonio Prelati.

Modica, musica ad alto volume. Assolti gestori dello Shunty Town

Erano stati i vicini a chiamare la polizia. Per loro, gestori di uno dei pub più frequentati del centro cittadino, lo Shunty Town, era scattata la denuncia per disturbo del riposo delle persone. Flavio Cannizzaro, 26 anni, difeso dall’avvocato Giovanni Cassarino, e Giuseppe Corallo, 29 anni, difeso da Dario Giannone Malavita, sono stati processati dal giudice monocratico del Tribunale di Modica, Anton Giulio Maggiore, ed assolti perchè il fatto non sussiste. Nella notte tra il 17 ed il 17 marzo del 2007,

La musica troppo forte di notte. Modica, condannato il proprietario di un pub

avv-abbate-gaspareTroppo rumore, la quiete pubblica disturbata. Una denuncia che porta alla condanna del titolare di un pub del centro cittadino di Modica. La vicenda, infatti, è approdata all’attenzione del giudice monocratico del Tribunale di Modica, Giovanna Scibilia, che ha condannato Giorgio Cavallo, difeso dall’avv. Giovanni Cassarino, ad una pena pecuniaria pari a seicento euro ma anche al risarcimento
danni già quantificato, in favore della parte civile, Giovanni Guccione, che era patrocinato dall’avv. Gaspare Abbate.

In primo piano