Archivio Tag: ospedale maggiore

Chirurgo del “Maggiore” di Modica lancia accuse pubbliche e l’Asp annuncia punizioni. L’ira dell’on. Minardo

L’Asp di Ragusa annuncia ufficialmente l’arrivo di provvedimenti disciplinari nei confronti del Chirurgo   dell’Ospedale Maggiore di Modica, Vincenzo Antonacci. In una lettera l’azienda contesta l’intervento del professionista nel corso della seduta del consiglio comunale aperto sulla sanità, tenutosi all’Ospedale Maggiore.In quella sede lamentò le criticità del reparto che dirige.

Consiglio aperto sul Polo ospedaliero Modica-Scicli. Incontro urgente con l’assessore regionale Balducci e la Ministra Lorenzin. Poi un documento che i civici consessi dovranno condividere

Un documento condiviso dai sindaci e dai consigli comunali del comprensorio e da quei comuni del basso siracusano che intendono sostenere il potenziamento del polo ospedaliero Modica – Scicli. Documento che deve essere approvato, in seduta ordinaria, dai civici consessi.

Ospedali Modica-Scicli a “Spoke”. La soddisfazione del Coordinamento Adesso Modica

Il Coordinamento Politico e il Presidente di Adesso Modica, Mommo Carpentieri, salutano con grande favore la notizia dell’elevazione degli ospedali riuniti di Modica- Scicli a Spoke. Scongiurato quindi un declassamento che avrebbe compromesso in maniera irreversibile il futuro delle due strutture.

Il Ministro Beatrice Lorenzin ha mantenuto l’impegno! Il ‘Maggiore’ di Modica non sarà declassificato

E’ arrivata da Roma la notizia tanto attesa. L’Ospedale Maggiore di Modica non subirà nessun declassamento ma verrà elevato a Struttura di 1° livello, al pari degli ospedali di Ragusa e Vittoria. A comunicarla è stata direttamente il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, al termine del confronto avuto nella Capitale con l’assessore regionale Baldo Gucciardi.

Incontro Abbate – Aricò su futuro Ospedale Maggiore di Modica

Il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, ha incontrato ieri il Direttore Generale dell’Asp di Ragusa, Maurizio Aricò. Con lui anche il direttore sanitario dell’Ospedale Maggiore, Piero Bonomo. E’ stato il primo incontro tra il Primo Cittadino e il Direttore Aricò dopo il turbinio di polemiche della scorsa settimana legato all’approvazione

A Modica è nato il Comitato Spontaneo Pro Sanità Iblea

A seguito delle forti preoccupazioni che sta creando nella cittadinanza la riorganizzazione della Sanità in Sicilia ed in particolare nella ex Provincia di Ragusa, destinataria di una costante azione di spoliazione dei presidi sanitari, si è costituito a Modica il Comitato Spontaneo Pro Sanità Iblea su iniziativa di un gruppo di cittadini.

Anche l’ascensore si blocca all’Ospedale Maggiore di Modica. I vigili fuoco “liberano” le persone intrappolate

Momenti di panico lo scorso pomeriggio all’Ospedale Maggiore di Modica. Uno degli ascensori, con utenti all’interno, si è improvvisamente bloccato. Dopo avere insistentemente cercato di riattivarlo, qualcuno è riuscito ad allertare i vigili del fuoco che dopo pochi minuti sono intervenuti avviando le procedure per “liberare” le sconvolte persone che si trovavano nella struttura.

Modica. Convocazione consiglio comunale aperto su Ospedale Maggiore

Accogliendo la proposta dei consiglieri di maggioranza, ma chiesto anche dalla minoranza consiliare, l’Amministrazione Comunale di Modica ha invitato i presidenti dei consigli comunali di Modica, Ispica, Scicli, Pozzallo, Rosolini, Pachino e Portopalo a convocare un’assemblea allargata a tutti i consiglieri da tenersi presso l’Ospedale Maggiore. Un enorme consiglio comunale, aperto anche alle sigle sindacali, agli onorevoli, alle organizzazioni di categoria e ai cittadini per discutere tutti insieme dell’emergenza Sanità

Anffas: “Circolano voci inquietanti sul destino dell’ospedale “Maggiore” di Modica”

Circolano voci inquietanti sul destino dell’ospedale “Maggiore” di Modica.
Voci che, se confermate, significherebbero la definitiva messa a morte del nosocomio modicano con conseguenze che, ad oggi, possiamo solo immaginare e di cui a pagare le spese sarebbero decine di migliaia di cittadini.

Depotenziamento Ospedale Maggiore. Il Pd: “Il sindaco, come altri, cavalca l’occasione per fare propaganda elettorale”

Partito Democratico

“Il sindaco di Modica anziché riferire del contenuto dell’incontro avuto con il ministro per la salute preferisce polemizzare col Pd: sembra quasi che il viaggio a Roma si sia tradotto solo in un’altra spesa per i contribuenti e che adesso occorra sviare l’attenzione dei cittadini non avendo altro di cui parlare”.

I capigruppo di maggioranza a Modica: “Stanchi di subire scippi al nostro territorio”

“Stanchi di subire continuamente gli scippi a danno del nostro territorio, è arrivato il momento di unirci tutti ed alzare la voce per farci sentire da chi sembra ricordarsi di noi solo quando c’è da chiedere qualcosa”. A parlare sono i capigruppo di maggioranza a Modica che intervengono dopo gli ultimi sviluppi della vertenza sanitaria che ha travolto la sanità iblea ed in particolare l’Ospedale Maggiore di Modica: “Preferiamo non commentare certe dichiarazioni

Depoteziamento dell’Ospedale Maggiore. Iniziative del presidente e del consiglio comunale di Modica

Una richiesta dei consiglieri di minoranna per chiede la convocazione della civica assise di Modica in sessione aperta per trattare del “Nuovo piano regionale di riordino sanitario”
“Crediamo – dice Giovanni Scucces, primo firmatario – che si stia mettendo in atto una politica sanitaria scellerata, che ha come unico obiettivo la retrocessione dell’Ospedale Maggiore di Modica. Crediamo oggi più che mai necessario farsi portavoce di un’ intera collettività presso la Regione che ad ogni piè sospinto non lascia occasione per penalizzare la nostra Città,

Nuova rete ospedaliera, Digiacomo: “Ho sempre difeso tutti gli ospedali minori”

Non sono piaciute al presidente della VI Commissione all’Ars, Giuseppe Digiacomo, le insinuazioni lanciate da alcuni esponenti politici relative a presunti favoritismi che lo stesso Digiacomo avrebbe riservato agli ospedali dell’area ipparina e che sarebbero stati recepiti dall’assessore Gucciardi il quale avrebbe, conseguentemente, redatto il piano di riordino della sanità siciliana a fronte di presunti “accordi sottobanco”.

L’ON. RAGUSA A CONFRONTO CON L’ASSESSORE REGIONALE ALLA SANITA’ GUCCIARDI

Dopo l’incontro avuto con l’assessore regionale alla Sanità, Baldo Gucciardi, l’on. Orazio Ragusa ha manifestato, così come aveva già fatto in aula, il proprio dissenso allo stesso rappresentante del Governo siciliano rispetto alle previsioni contenute nelle ipotesi di riordino della rete ospedaliera isolana, assolutamente penalizzante per gli ospedali di Modica e Scicli. “Non è così facendo – sottolinea l’on. Ragusa – che si mette in armonia la Sanità iblea.

On. Marialucia Lorefice: «Nessun hub previsto e due soli spoke. È evidente che il piano è distruggere la sanità ragusana»

«La rete ospedaliera ragusana non solo non funziona, la stanno ulteriormente smantellando. Lo sanno bene i cittadini, i pazienti, i medici e tutto il personale sanitario. Evidentemente – afferma Marialucia Lorefice, Capogruppo M5S Commissione Affari Sociali- a non saperlo sono soltanto l’Assessore alla Sanità regionale, Gucciardi, e il Manager dell’Asp 7, Aricò,

On. Minardo. “Sarà il Ministero a difendere l’offerta ospedaliera di Modica e Scicli dalle angherie della Regione, dell’assessore Gucciardi”

“Usciamo rafforzati e fiduciosi dall’incontro che abbiamo avuto oggi con il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin”. Queste le parole dell’onorevole Nino Minardo(nella foto con la Ministra), insieme ai sindaci di Modica e Rosolini Ignazio Abbate e Corrado Calvo che  a Roma hanno incontrato il Ministro a difesa dei nosocomi di Modica e Scicli. “Visto che la Regione ha mostrato solo disinteresse per i nostri ospedali ed ha assunto un atteggiamento ostativo e vessatorio

Asp Ragusa: “Nessun provvedimento di depotenziamento sarà adottato”

Con riferimento alla recente presentazione, da parte dell’Assessore alla Salute,Baldo Gucciardi, della proposta di riordino della Sanità regionale, la Direzione Generale della Azienda Sanitaria Provinciale, pur non entrando nel merito delle scelte fatte dall’Assessorato,

ADESSO MODICA. NUOVO PIANO SANITARIO. RESPONSABILITA’ COLLETTIVA

Ancora una volta il comprensorio modicano si vede costretto a correre dietro a provvedimenti o idee di riordino in tutti i settori della pubblica amministrazione ( vedesi Tribunale, Agenzia delle Entrate, INPS) in nome di una revisione della spesa pubblica o di una razionalizzazione di servizi approntate seguendo, spesso, logiche campanilistiche visto che sembrano quanto mai insensate e incomprensibili.

RETE OSPEDALIERA SICILIANA, PADUA: “HO CHIESTO ALL’ASSESSORE REGIONALE GUCCIARDI DI SPIEGARE DIRETTAMENTE IN PROVINCIA DI RAGUSA IL MERITO E LE RAGIONI DELLE SCELTE EFFETTUATE”

“Ho chiesto all’assessore regionale Baldo Gucciardi di venire in provincia di Ragusa per spiegare direttamente come stanno le cose rispetto a previsioni che non intendono penalizzare il territorio modicano e sciclitano ma che dovrebbero, piuttosto, migliorare l’erogazione dei servizi in ambito provinciale”. É quanto dichiara la senatrice del Pd, Venera Padua,

I CENTRISTI X LA SICILIA: “IL NUOVO PIANO REGIONALE DI RIORDINO SANITARIO E’ INACCETTABILE PER LA PROVINCIA DI RAGUSA”

Ingiustificata, improponibile, unilaterale e pertanto inaccettabile. E’ la scelta operata dall’assessore regionale alla Sanità sul piano di riordino della rete ospedaliera in Sicilia, che è penalizzante per gli ospedali di Modica e Scicli e di conseguenza per gli utenti di tutto il comprensorio orientale della ex provincia di Ragusa che usufruiscono di tali strutture ospedaliere.

In primo piano