Archivio Tag: arresti

Modica, la Polizia arresta due giovani. Una donna sconterà una pena definitiva, l’altro in manette per droga

bombardamento giuseppa n. a ragusa il 18.03.1980 f 1246

SABELLINI GAROFALO MicheleIeri il personale del Commissariato di Modica procedeva alla cattura della nota pluri-pregiudicata modicana Giuseppina Bombardamento, di 34 anni in atto sottoposta alla Sorveglianza Speciale della P.S. in quanto destinataria di un provvedimento di cumulo pene concorrenti emesso dalla Procura della Repubblica di Ragusa, dovendo scontare la pena residua di due anni, 6 mesi e 21  giorni di reclusione, a seguito di sentenza della Corte di Appello di Catania con la quale era stata condannata per diversi reati contro il patrimonio commessi in questo territorio in epoche antecedenti

SCOGLITTI SICURA: 2 GIOVANI IN MANETTE PER FURTO CICLOMOTORE

CARABINIERI NOTTURNA

Rischiava di diventare la piaga dell’estate 2014 quella dei furti dei motorini nella frazione rivierasca di Scoglitti, ma i Carabinieri di Scoglitti hanno immediatamente messo un freno al fenomeno. Nello specifico, nella serata di ieri, al termine di uno specifico servizio hanno sorpreso due giovani nel tentato di asportare un ciclomotore Piaggio Liberty parcheggiato sulla Via Amalfi, mediante la rottura del quadro chiavi e del bloccasterzo.

La Polizia Giudiziaria arresta gli scafisti di una piccola flotta. All’organizzazione oltre 700.000 dollari.

DSC_0075

La Polizia Giudiziaria ha eseguito il fermo di ARJOUN Abdelkader, 28 enne tunisino, ARJOUNE Sofiene, 30 enne anch’egli tunisino, MOUHAMED Abdrahmen, somalo 40 enne e AHMEDIN Ahmed, 20 enne eritreo in quanto si associavano con altri soggetti presenti in Libia al fine trarne ingiusto ed ingente profitto compiendo atti diretti a procurare l’ingresso clandestino nel territorio dello Stato di cittadini extracomunitari eritrei. Il delitto è aggravato dal fatto di aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale in Italia di più di 5 persone; perché è stato commesso da più di 3 persone in concorso tra loro; per aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale delle persone esponendole a pericolo per la loro vita e incolumità ed inoltre per aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale le persone sono state sottoposte a trattamento inumano e degradante.

La Polizia scopre gli autori di un furto in abitazione. Si tratta di 2 minori. Avevano preso di mira un’anziana ragusana

Polizia Volante

La Polizia di Stato di Ragusa – Squadra Mobile Sezione Reati Contro il Patrimonio – ha eseguito l’ordinanza del Gip del Tribunale dei Minori di Catania su richiesta della Procura della Repubblica per i Minorenni del capoluogo etneo a carico di due 17 enni di origini extracomunitarie residente nel territorio ibleo. I due minori, hanno preso parte ad un furto in appartamento creando un grave danno economico e morale alla vittima. Tra gli oggetti in oro rubati, le fedi del defunto marito ed altri oggetti di valore economico ed affettivo. Gli autori del reato, già noti agli uffici di Polizia per diversi precedenti penali, sono stati incastrati dalle telefonate e soprattutto dalla spavalderia che avevano nel commentare i furti.

Comiso, coltellate in pasticceria: arrestati in due

Rosano Giuseppe

RUSSOViolenta lite tra due comisani avvenuta nella laboratorio di pasticceria di uno dei due, terminata con 10 giorni di prognosi per uno dei due e 5 per un carabiniere intervenuto in aiuto. E’ questo il bilancio di quanto accaduto a Comiso due giorni fa e che ha portato all’arresto da parte dei Carabinieri della Stazione di Comiso di Giuseppe Rosano, 53enne, pasticcere, e Alfonso Russo, 35enne, attesa occupazione, entrambi comisani con precedenti di polizia.

Acate e Vittoria. Carabinieri eseguono due pene definitive per furti

GILIBERTO GIUSEPPE

CANNIZZO SALVATOREI Carabinieri della Stazione di Acate hanno dato esecuzione all’ordine di esecuzione della pena definitiva per Salvatore Cannizzo, 53 anni, bracciante agricolo, residente ad Acate, pluripregiudicato, attualmente sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza, per i reati di furto aggravato commessi nel 2010, a seguito della condanna alla pena principale di 4 anni di reclusione e 700 euro di multa, oltre alla pena accessoria della interdizione dei pubblici uffici per 5 anni.

Vittoria. Operazione “Freeland”: Altri 6 denunciati nelle campagne e recuperati 2 motocicli rubati

CC AREE RURALI

Prosegue senza sosta l’attività di intensificazione dei servizi di controllo delle aree rurali ricadenti nella giurisdizione della compagnia di Vittoria, tesa a garantire maggiore vivibilità agli imprenditori agricoli e ai residenti in quelle aree, in linea con le direttive emanate nei vari comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza presieduti dal prefetto di Ragusa. L’operazione “Freeland” nelle ultime 24 ore ha interessato Acate e Vittoria ove è stata riscontrata una recrudescenza di furti ai danni di abitazioni ed aziende agricole, nonché di una serie di reati predatori che minano la vivibilità della zona da parte dei residenti.

Pozzallo, ascoltando i superstiti giunti insieme ai 45 cadaveri, eseguito il fermo di altri 2 membri dell’equipaggio.

sbarco

La Polizia Giudiziaria ha eseguito il fermo di altri due scafisti senegalesi, in quanto si associavano con altri soggetti presenti in Libia al fine trarne ingiusto ed ingente profitto compiendo atti diretti a procurare l’ingresso clandestino nel territorio dello Stato di cittadini extracomunitari di varie nazionalità. Il delitto è aggravato dal fatto di aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale in Italia di più di 5 persone; perché è stato commesso da più di 3 persone in concorso tra loro; per aver procurato l’ingresso

In libertà i due giovani sciclitani arrestati per droga dalla Finanza

pino pitrolo

Rimessi in libertà i due giovani sciclitani arrestati nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza perché trovati in possesso di complessivi 135 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi. Si tratta di Gianni Raimondo di 24 anni, e Gianfranco Mansueto di 27 anni. Il primo è stato scarcerato direttamente dal pubblico ministero mentre l’altro è stato rimesso in libertà dal giudice monocratico del Tribunale di Ragusa. Entrambi erano difesi dall’avvocato Pino Pitrolo. I due erano a bordo di una “Lancia Y” parcheggiata nelle adiacenze di Via Pietro Nenni a Scicli, ed avrebbero cercato di disfarsi della droga, gettandola dai finestrini dell’auto.

VIDEO. Arrestati i 2 scafisti responsabili della morte di 45 migranti estratti dal peschereccio giunto al Porto di Pozzallo

sbarco

La Polizia Giudiziaria ha eseguito il fermo di Oussman Maron, senegalese di 30 anni, e Ibrahima Conte, gambese di 22 anni, perché al fine di trarne ingiusto profitto anche indiretto, illecitamente promovevano ed organizzavano con altri soggetti allo stato non identificati, l’ingresso illegale, quindi il favoreggiamento dell’immigrazione di   611 extracomunitari, di cui 45 cadaveri, effettuando il trasporto via mare verso il territorio italiano.

Acate e Scoglitti. Due pluripregiudicati arrestati

TONGHI gaetano

I Carabinieri della Stazione di Acate, nel corso del servizio di controllo del territorio, notavano ai bordi della carreggiata della Contrada Scalonazzo una Fiat Uno in presumibile stato di abbandono, seppur da un primo controllo non risultante rubata. Pertanto gli operanti decidevano di far rimuovere l’autovettura da un carro attrezzi poiché parcheggiata sulla pubblica via e priva di copertura assicurativa. Nel mentre erano in attesa della ditta, notavano sopraggiungere da lontano due uomini, di cui uno alla loro vista, si dava improvvisamente alla fuga per le campagne di Acate riuscendo a dileguarsi.

Droga in auto e a casa. Arrestati due giovani sciclitani

guardiafinanza

La Guardia di Finanza di Modica, nel corso di una specifica attività finalizzata alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha tratto in arresto due giovani sciclitani, Gianni Raimondo di 24 anni, e Gianfranco Mansueto di 27 anni, con precedenti specifici, perché trovati in possesso di complessivi 135 grammi di marijuana, già suddivisa in confezioni destinate allo spaccio. Alla vista dei finanzieri, i due, a bordo di un’autovettura “Lancia Y” parcheggiata nelle adiacenze di un piazzale di via Pietro Nenni a Scicli, hanno cercato di disfarsi della droga,g ettandola dai finestrini dell’auto.

Modica: smantellata gang di adolescenti. Eseguite 4 ordinanze di applicazione di misura cautelare.

Tami Ahmed 25091993

Spaccio di sostanze stupefacenti, anche a minorenni, estorsione in concorso degenerata in rapina aggravata, questi sono i reati contestati, a vario titolo, a quattro giovani adolescenti colpiti da ordinanza di applicazione di misura cautelare. Alle prime luci dell’alba, i Carabinieri della Compagnia di Modica hanno eseguito quattro ordinanze di applicazione di misura cautelare, emesse dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Ragusa, in particolare, una misura degli arresti domiciliari nei confronti di  Ahmed Tami, marocchino di 21 anni,  già noto alle forze dell’ordine, e tre misure dell’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia Giudiziaria nei confronti di Giovanni Salsetta, modicano di 20 anni,  Ahamed Chagar, marocchino di 24 anni, e  Mohamede Taouli , marocchino di 22 anni.

3 “Pusher” maghrebini in manette a Vittoria

BEN HAJ

NECIBSLIMENILe continue segnalazioni degli abitanti della zona, esasperati dal continuo andirivieni di giovani a tutte le ore del giorno e della notte, hanno permesso ai militari della Compagnia di Vittoria di organizzare una serie di servizi finalizzati ad individuare i soggetti invischiati nello spaccio di sostanze stupefacenti. Nel trascorso fine settimana, i militari operanti sono intervenuti presso un’abitazione del centro del capoluogo ipparino, ove hanno tratto in arresto

Modica. Sorpresi a rubare all’interno di un’abitazione da un Carabiniere libero dal servizio. Arrestati due extracomunitari.

En Nafati Hassan 20011978

Helel Samer 24071980Nel corso della notte i Carabinieri della Compagnia di Modica hanno proceduto all’arresto di Hassan Ben Nafati, 36enne bracciante agricolo marocchino, e di Samir Helel, 34enne pescatore tunisino, entrambi noti ai militari dell’Arma per precedenti vicende. I due extracomunitari sono stati sorpresi da un Carabiniere libero dal servizio che rincasava con la sua autovettura. Il militare dell’Arma, in forza al 12° Battaglione Sicilia di stanza a Palermo, aveva notato i due uomini che, ad un orario insolito per lo spostamento di elettrodomestici e masserizie, uscivano da un’abitazione rurale abbastanza isolata sita a Modica Alta

Comiso. Due somali arrestati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

ABDI Umor 01.01.1985 SOMALIA  logo

MUUNIN GUURE Cabdisalan  01.01.1988 SOMALIA logoSono stati tratti in arresto in esecuzione di una ordinanza del gip di Catania di aggravamento della misura cautelare degli arresti domiciliari due somali domiciliati a Comiso. Si tratta di due somali, Abdi Umor, 29 anni, e Muumin Guure Cabdisalan, 26 anni. Entrambi erano stati tratti in arresto dalla polizia di stato il 27 gennaio dello scorso anno in quanto, in concorso con altre persone, erano state riconosciute responsabili di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina in particolare per avere mantenuto i collegamenti con la loro terra di origine e organizzato dall’italia i viaggi dei migranti.

Modica. Mercoledì prossimo gli interrogatori dei due agenti di polizia penitenziaria

interno carcere repertorio

Fissati per mercoledì mattina gli interrogatori di garanzia per i due agenti della polizia penitenziaria, arrestati all’alba del 18 giugno scorso dai Carabinieri della Compagnia di Modica e poi ammessi ai domiciliari. I due, A.L., 45 anni, originario di Rosolini, sposato a Modica, e F.C., modicano, entrambi 45enni, all’epoca dei fatti in servizio nel carcere di Modica Alta(struttura solo per uomini), compariranno davanti al Gip di Ragusa, assistiti dagli avvocati Ignazio Galfo e Iwan Pediglieri, per spiegare la pesante situazione nella quale sono coinvolti, a meno che non intendano avvalersi della falcoltà di non rispondere.

Clinica degli orrori a Ficarolo, arrestato anche un modicano

Anziani maltrattati

C’è anche un modicano fra le dieci persone arrestate a Ficarolo, in provincia di Rovigo, stamattina, accusate i maltrattamenti nei confronti degli ospiti di una struttura sanitaria per malati psichici. Si tratta di Orazio Triberio Muriana, 30 anni, finito in carcere assieme a operatori sanitari e medici, in tutto, come si diceva, dieci(altre quindici persone sono indagate).

In primo piano