Archivio Tag: arresti

OPERAZIONE ANTIDROGA IN CORSO A VITTORIA CONDOTTA DAI CARABINIERI DEL COMANDO PROVINCIALE.

1779486-carabinieri

I Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa, con il supporto di quelli del Nucleo Cinofili di Nicolosi stanno dando esecuzione a tre misure cautelari, emesse dal GIP del Tribunale di Ragusa, su richiesta della locale Procura, nei confronti di un gruppo di soggetti, di origine vittoriese, operanti a Vittoria e dediti al traffico e allo spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

Un’intera famiglia arrestata per l’omicidio di Giuseppe Dezio a Vittoria

RILIEVI OMICIDIO Vittoria (RG)

Sono stati sottoposti a fermo i 4 responsabili dell’omicidio di Giuseppe Dezio, avvenuto nel pomeriggio di ieri in Contrada Gaspanella al culmine di una violenta lite alla quale era seguito un accoltellamento mortale: si tratta di Gaetano Pepi, pensionato di 70 anni, e dei suoi tre figli braccianti agricoli, Marco di 25 anni, Alessandro di 38 anni, e Antonino di 42 anni.

Santa Croce Camerina. Carabinieri contro lo spaccio di droga: due arresti

CHAIEB_Waid1

HICHRI_Zied1I militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Ragusa hanno arrestato due giovani stranieri per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Ieri mattina, i carabinieri di Ragusa e Santa Croce hanno deciso di svolgere un mirato servizio per il contrasto allo spaccio di stupefacenti al dettaglio.

Concluse le indagini per lo sbarco del 28 gennaio scorso a Pozzallo, fermati 2 scafisti.

CISS Malich, nato in Senegal il 01.01

L’attività investigativa, tesa ad individuare gli scafisti, ha dato risultati positivi, infatti dalle testimonianze di alcuni clandestini sono statiJALLOW Alpha Omar, nato in Gambia il 23.08 individuati due soggetti che avevano condotto il gommone con a bordo 113 clandestini che venivano identificati per Malich Ciss 28 enne senegalese e Alpha Omar Jallow, 27 enne del Gambia.

SANTA CROCE CAMERINA: OPERAZIONE ANTIDROGA DEI CARABINIERI. TRE ARRESTATI

SONY DSC

Operazione antidroga da parte dei Carabinieri della Compagnia di Ragusa nel territorio di Santa Croce Camerina dove, dopo aver istituito numerosi posti di blocco su tutte le strade di entrata e di uscita dalla cittadina, sono iniziate una serie di perquisizioni delle autovetture fermate e dei principali luoghi di aggregazione noti per essere spesso frequentati da soggetti dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Giro di vite. Altre due persone arrestate dalla Polizia di Vittoria

MUSSILLO foto

Nonostante gli Uffici Investigativi del Commissariato di Polizia di Vittoria siano stati completamente impegnati nelle indagini serratissime che hannoCAMPIONE Francesco logo condotto nel volgere di ventiquattro ore a trovare l’autore del grave fatto di sangue verificatosi domenica sera, l’impegno delle Volanti ad assicurare controllo del territorio per la prevenzione e la repressione dei fatti di reato è continuato in maniera inesorabile, riuscendo in più occasioni ad assicurare alla giustizia gli autori di altri fatti criminali.

Violenza tra le mura di casa. Marito e cognato arrestati dalla Polizia di Ragusa

arresto violenza1

Ancora una storia di violenza tra le mura di casa che ha visto come vittime una donna e suo figlio aggrediti con pugni e calci da chi dovevanoarresto violenza invece essere protetti, il marito e il fratello di lei. Tempestivo l’arrivo degli agenti dell’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa, sui quali uno dei due si era avventato procurando loro lesioni personali, e che, dopo vari tentativi, sono riusciti a bloccare e arrestare gli aggressori.

Operazione “Hot business”. La polizia di Modica arresta 5 persone. Avevano trasformato un night in “casa del piacere”

chat noir

La Polizia di Modica nella nottata ha tratto in arresto quattro uomini ed una donna, che avevano creato una vera e propria fabbrica del sesso nella tranquilla cittadina modicana. Si tratta di Corrado Di Rosolini, di 54 anni, originario di Rosolini ma residente a Siracusa, dell’avolese Gaetano Rametta, di 53 anni, e dei modicani Luca Interlando, di 41 anni, e Giovanni Rubera, 37 anni, e della compagna rumena di quest’ultimo, Rodica Milea di 37 anni.

Scoglitti. Rapina a un negozio d’abbigliamento con botte e inseguimento. Due rumeni aggrediscono la titolare e fuggono. Catturati dai Carabinieri

MANOLACHE COSTEL_1987

Nel corso della serata di ieri, due rumeni, Mircea Panaite, 42 enne e Costel Manolache, 29 enne, hanno tentato di rubare alcuni capi di abbigliamentoPANAITE MIRCEA_1974 da un negozio a Scoglitti gestito dai cinesi. Avevano un piano. Uno dei due si occupava di distrarre la proprietaria del negozio rivolgendole varie domande su alcuni articoli in vendita mentre l’altro complice, in giro per gli scaffali, abilmente cercava di occultare addosso la merce. Tutto sembrava andare a favore dei due malviventi, fino a quando la proprietaria non si è resa conto di quello che stava accadendo ed ha cominciato ad urlare contro di loro per dissuaderli dall’intento criminoso.

Arrestati a Modica con la droga. Misure convalidate per marocchino e pozzallesi

RHEYDOUNI Mustapha

Convalidati i tre arresti eseguiti dalla polizia di Modica nei giorni scorsi per droga. Il marocchino Mustapha Rheydouni di 46 anni, e i due pozzallesi Nicolò Buscemi di 30 anni e Vincenzo Figura di 29 anni, entrambi incensurati, sono comparsi davanti al Gip del Tribunale d Ragusa, Andrea Reale(pubblico ministero, Giulia Bisello), difesi rispettivamente dagli avvocati Giuseppe Solarino, Carmelo Floridia e Francesco Giardina. Il magistrato dopo la convalida ha disposto la detenzione domiciliare per Rheydouni e Buscemi ed ha rimesso in libertà Figura.

Operazione antidroga della Polizia. Arrestati marocchino e due pozzallesi e sequestrati 32 grammi di eroina pura

eroina

Nel corso di un’operazione antidroga, la Polizia di Modica ha tratto in arresto durante la nottata appena trascorsa, il marocchino Mustapha Rheydouni di 46 anni, con numerosi precedenti di polizia in materia di stupefacenti e i due pozzallesi Nicolò Buscemi di 30 anni e Vincenzo Figura di 29 anni, entrambi incensurati. Da un po’ di tempo la Polizia di Modica aveva posto la propria attenzione su marocchino

Acate, arrestati due pregiudicati

procida mario cl. 87

Velardita Gaetano nato a Comiso il 30.01.1995Ad Acate sono stati arrestati dai carabinieri, in ottemperanza all’ordine di custodia cautelare in carcere due pregiudicati, il 28enne Mario Procida e il 20enne Gaetano Velardita.  L’esecuzione, frutto di intensa attività di info-operativa a carico dei soggetti, finalizzata all’applicazione della misura limitativa della libertà personale, impone ai due la reclusione in carcere, poiché ritenuti responsabili del reato di evasione commesso in questo mese nel centro biscaro.

La Polizia arresta due spacciatori vittoriesi che si erano riforniti a Catania per le feste natalizie.

ventura angelo

La Polizia di Stato – Squadra Mobile e Commissariato di Vittoria – ha arrestato per detenzione di cocaina ai fini di spaccio Angelo Ventura, 28la terra bruno enne, pregiudicato e sottoposto a misura di prevenzione e Bruno La Terra, anch’egli vittoriese di 45 anni. Gli investigatori della Polizia di Stato appartenenti alla Squadra Mobile ed al Commissariato di Vittoria, avevano avuto notizia che Ventura detto « Elvis » e La Terra da qualche tempo impegnavano le loro giornate a spacciare droga.

Carabinieri contro lo spaccio di droga: due arresti a Santa Croce Camerina

BEN_HASSEN_Fares_1993

GUETTACHE_Abdenour_1981I carabinieri  del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Ragusa hanno arrestato due giovani per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Ieri mattina, i carabinieri di Ragusa e Santa Croce hanno deciso di svolgere un mirato servizio per il contrasto allo spaccio di stupefacenti al dettaglio.

Fine settimana di arresti e denunce per la Polizia di Vittoria

IACONO Giuseppe nato a Vittoria il 06.04.1984.

Una intensa attività di prevenzione e repressione dei reati è stata condotta dalla Polizia del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria nel fineSIMIN Alexandru Suraj Romania il 29.09.1985. settimana appena trascorso. Quindici pattuglie al giorno, sabato e domenica, Volanti di pronto intervento e pattuglie con auto con colori di serie hanno battuto palmo a palmo il centro abitato e le periferie più remote sino a spingersi nelle più distanti contrade confinanti con al provincia di Caltanissetta. Il certosino lavoro ha consentito di trarre in arresto due soggetti, un italiano ed un romeno ricercati per vari motivi.

Giubileo. A Ragusa arrestati tre presunti siriani

polizia ragusa

Nell’ambito degli implementati servizi di controllo del territorio in occasione delle programmate cerimonie dell’anno giubilare ed in particolare per l’apertura della porta santa presso la Chiesa di San Giovanni a Ragusa nella piazza antistante sono stati individuati tre soggetti di presunta nazionalità siriana A. H., A. R. e K.H.

Tentano furto in abitazione. Arrestati dalla Polizia di Vittoria

combinata

A tarda sera una coppia di coniugi ha fatto rientro a casa e con amara sorpresa ha trovato il portoncino aperto. Immediata la richiesta di intervento alla Polizia di Stato che in brevissimo tempo ha fatto confluire sul posto diversi equipaggi di Volante dei Commissariati di Vittoria e Comiso. Gli Agenti sono entrati in casa ed hanno sorpreso due individui che tentavano uno di nascondersi, l’altro di guadagnarsi una via di fuga attraverso il cavedio ed il tetto di altre abitazioni.

VIDEO.Fermati 3 scafisti a Pozzallo. Hanno condotto gommone con 96 migranti a bordo. Egiziano era al comando del barcone

BARHOUMI Tarah

524 migranti a bordo di due imbarcazioni, un gommone con 96 persone ed un barcone con 428 migranti. Il gommone era condotto da un tunisino,HAMED Mustapha  Tarah Barhoumi, 23 enne, ed un marocchino, Ismail Hassan, 23 enne, mentre il barcone era comandato da un unico soggetto di origini egiziane  Mustapha Hamed, 68 anni. I  migranti provenienti da diverse regioni africane (Eritrea, Somalia, Etiopia, Marocco, Egitto, Tunisia e Siria) sono stati ospitati presso il C.P.S.A. di Pozzallo.

Gli uomini della Squadra Mobile  di Ragusa – con la partecipazione di un’aliquota di Carabinieri e della Guardia di Finanza  – hanno concluso le prime fasi delle indagini in poco più di 12 ore.
Le indagini con un così alto numero di migranti sono sempre molto complesse, paradossalmente è più semplice trovare testimoni in un piccolo gruppo rispetto alla massa che permette sempre di defilarsi.
Nonostante tutto, anche in questo caso gli investigatori sono riusciti ad individuare gli scafisti per entrambi gli eventi soccorsi.
Ancora una volta sono stati fondamentali gli interpreti che provenienti dalle stesse zone dalle quali sono fuggiti i migranti, hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei fermati.
Gli scafisti individuati sono stati resi edotti della possibilità di confessare ed avere in futuro uno sconto di pena ma nonostante tutto si sono chiusi in un mutismo assoluto.
I migranti sono partiti da diverse regioni africane per raggiungere la Libia, per poi imbarcarsi per l’Italia con il solito periodo di attesa all’interno di capannoni dove quasi tutti hanno contratto la scabbia.
Dopo un mese di attesa che le condizioni del mare fossero favorevoli sono partiti pagando circa 1.500 dollari cadauno elemento che ha permesso agli organizzatori di incassare quasi 800.000 dollari.

Le indagini condotte dalla Polizia Giudiziaria, hanno permesso anche questa volta di sottoporre a fermo di indiziato di delitto il responsabile del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
Al termine dell’Attività di Polizia Giudiziaria, coordinata dalla Procura della Repubblica di Ragusa, gli investigatori hanno infatti ristretto gli scafisti che dopo le formalità di rito e l’identificazione da parte della Polizia Scientifica sono stati condotti presso il carcere di Ragusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria Iblea impegnata in prima linea sul fronte immigrazione. Sono ormai quotidiane le udienze di incidente probatorio e quelle che portano alla condanna degli scafisti, rispettivamente per la ulteriore cristallizzazione in sede processuale della prova anche ai fini dibattimentali. Al riguardo molte le sentenze di condanne dell’Autorità Giudiziaria.

httpv://www.youtube.com/watch?v=bC_v6SRHM3g&feature=youtu.be

ISMAIL Hassan,

Arrestati due libici con passaporti falsi. Entrati in Italia da Palermo, stavano partendo per Malta da Pozzallo

bandicam 2015-12-05 10-08-27-0366

La  Squadra Mobile di Ragusa  ha tratto in arresto due sedicenti cittadini libici, in quanto trovati in possesso di passaporti falsi. Il reato previsto è stato introdotto con il pacchetto antiterrorismo del 2005 e prevede l’arresto sia per chi fabbrica che per chi detiene documenti validi per l’espatrio falsi. Il fine della norma era proprio quello di fornire alla Polizia uno strumento per assicurare immediatamente alla giustizia potenziali criminali che, mediante l’uso di documenti falsi, liberi di muoversi sul territorio nazionale ed estero.

VITTORIA. CONTROLLO STRAORDINARIO DEL TERRITORIO: ARRESTATE 2 PERSONE.

ZISA CARMELO CL.1971

Nella nottata appena trascorsa e fino alle prime luci dell’alba di oggi i Carabinieri della Compagnia di Vittoria hanno effettuato un servizio straordinario diMigliorisi Valentino cl. 90 controllo del territorio ipparino, finalizzato a contrastare ogni forma di illegalità e nello specifico sia i reati predatori, visto l’avvicinarsi delle prossime Festività, sia quelli connessi con lo spaccio di sostanze stupefacenti e il loro consumo, specie tra i giovani, nonché per verificare che i soggetti destinatari di misure di prevenzione, ovvero a cui sono state concesse misure alternative alla detenzione carceraria, rispettino gli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria.

In primo piano