Archivio categorie: Cronaca

Modica, eseguita autopsia sul corpo di Carlos Eduardo Aparicio. Indagine in corso

image

E’ stata eseguita l’autopsia sulla salma dell’ecuadoregno 30enne Carlos Eduardo Aparicio, residente a Moduca, la cui morte sospetta ha fatto scattare l’inchiesta della procura per accertare eventuali responsabilità dei medici non solo dell’ospedale modicano, ma anche dei colleghi del «Busacca» di Scicli, nosocomio dal quale il paziente era arrivato in gravi condizioni, mentre un’indagine parallela ma amministrativa e’ stata disposta dal manager dell’Asp 7, Maurizio Aricò. L’autopsia è ststa effettuata nella camera mortuaria dell’ospedale “Maggiore” dal medico legale incaricato, alla presenza del perito di parte nominato dalla famiglia del deceduto. Il professionista si è preso 60 giorni di tempo per depositare la perizia.

PROSEGUONO GLI ARRIVI DI MIGRANTI AL PORTO DI POZZALLO

sbarco

Nelle prime ore di oggi, la notonave mercantile “EVELYN MAERSK” battente bandiera danese ha ancorato nella rada antistante il porto di Pozzallo con a bordo 363 migranti (241 uomini, 42 donne e 80 minori) di nazionalità siriana, palestinese, eritrea, sudanese ed egiziana, i quali sono stati trasbordati su mezzi navali del locale Comando della Capitaneria di Porto per essere accolti nel Centro di primo soccorso e assistenza, sito all’interno di quell’area portuale.

Grave incidente stradale nei pressi del Viadotto “Avola” a Modica. Albanese in prognosi riservata

viadotto nino avola

Un 24enne albanese e’ ricoverato a Catania, in prognosi riservata a seguito dello scontro tra due autovetture avvenuto sta mattina sul Viadotto «Nino Avola», all’altezza della semicurva prima dell’incrocio per via Loreto Gallinara. Ad avere la peggio, come si diceva, il giovane un 24enne di nazionalità albanese, G.C., da anni residente a Modica.

Chiusa nel centro storico di Ragusa un’altra casa a luci rosse. Fondamentali le segnalazioni dei residenti

prostituzione

La Squadra Mobile ha individuato una “casa chiusa” in Via Pier delle Vigne, in pieno centro storico a Ragusa. In corso verifiche sulla regolarità del contratto e della documentazione presentata dal proprietario dell’immobile al fine di contestare le sanzioni amministrative previste.  Nel 2014 sono 13 gli immobili oggetto di controllo che erano stati adibiti a “case del piacere” dai proprietari e/o dai locatari.

Ragusa, taske force della polizia locale contro automobilisti indisciplinati

polizia municipale

La Polizia locale di Ragusa  nell’ultimo week end è stata presente, in occasione della festività di S. Giovanni Battista, Patrono della città, con il maggior numero di unità in servizio a Ragusa Centro e Ragusa Superiore. In particolare, le unità sono state impiegate nei controlli delle bancarelle e della viabilità al fine anche di garantire il regolare svolgimento della processione. Nel corso del fine settimana sono stati effettuati dei posti di controllo durante i quali sono stati identificati 35 conducenti.

Morte di un giovane ecuadoregno a Modica. Indagine della Procura e dell’Asp

image

Indagini e sequestro della cartella clinica oltre all’autopsia. E’ quando disposto dalla Procura della Repubblica di Ragusa oltre all’inchiesta interna avviata su disposizione del direttore generale dell’Asp Ragusa, Maurizio Arico’, sulla morte “sospetta” di un giovane ecuadoregno da anni residente a Modica, Carlos Eduardo Aparicio, 30 anni, avvenuta dopo poche ore dal suo ricovero all’Ospedale Maggiore.

Sbarco a Pozzallo, arrivati in 250 con donne e bambini

sbarco migranti

Sbarco di circa 450 migranti nella notte a Pozzallo con donne, anche in stato di gravidanza, e bambini. Le loro condizioni sono state definite buone al momento dell’arrivo al porto. I 450 profughi sono stati sottoposti per tutta la notte alle operazioni di identificazione e foto segnalamento, utili agli investigatori anche per capire se tra loro possano nascondersi pure gli scafisti.

Modica, muore dopo 12 giorni di ricovero: si indaga sulle cause del decesso

ospedale maggiore con carabinieri

I familiari di un operaio di 31 anni, originario dell’Ecuador, ma residente in Italia da 15 anni, hanno presentato un esposto alla procura di Ragusa per conoscere i motivi del decesso e per chiedere che vengano appurate eventuali responsabilità dei sanitari dell’ospedale di Scicli che gli hanno diagnosticato una pancreatite al contrario dei medici del Cannizzaro di Catania che parlavano di polinevrite acuta.

Vittoria, non ce la fa il 17enne Marco Di Martino. Si era sparato in bocca

marco di martino

Marco Di Martino non ce l’ha fatta. Il 17enne vittoriese lottava da giorni tra la vita e la morte al Cannizzaro di Catania. In circostanze oscure era stato attinto da un colpo di pistola, da lui stesso posseduta, in bocca dinanzi la chiesa di San Domenico Savio. Il giovane aveva incontrato un 35enne per saldare un debito. I due si erano poi separati e, mentre il giovane era andato via a piedi, il 35enne si era rimesso alla guida.

Carabinieri Vittoria, “Weekend sicuro”: 4 denunciati e due segnalati

Carabinieri-posto controllo

Nell’ultimo weekend d’agosto i carabinieri della compagnia di Vittoria hanno proseguito l’intensificazione dei controlli nell’ambito dell’operazione “weekend sicuro”, appositamente predisposta con il fine di garantire l’ordinato e sicuro svolgimento durante tutto il fine settimana. Nel corso del servizio di controllo straordinario del territorio, che ha interessato la Vittoria, Comiso e Acate sono state impiegate 20 pattuglie e 40 uomini che, tra venerdì sera e domenica sera, hanno effettuato numerosi posti di controllo e contestuali perquisizioni veicolari e domiciliari, alla ricerca di droga e armi, con l’utilizzo dell’etilometro per contrastare l’uso dei mezzi in stato di ebbrezza.  Nello specifico, nel corso del servizio, i militari hanno deferito in stato di libertà:

Primo giorno di pre-apertura caccia. Polizia Provinciale denuncia cacciatore

foto repertorio 3

Il comandante della Polizia Provinciale Raffale Falconieri nell’ottica di prevenire incidenti e atti non conformi alla legge per il primo giorno di pre-apertura della caccia in Sicilia ha predisposto un attento e scrupoloso servizio d’ordine impiegando dieci pattuglie su tutto il territorio provinciale con particolare attenzione alle zone vocate alla caccia. Già nella mattinata di oggi sono stati controllati ben 54 cacciatori. In relazione ai controlli effettuati un cacciatore, 48 enne di Chiaramonte Gulfi è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per uso di mezzo vietato (un faro) in contrada Rovina di Chiaramonte Gulfi. Allo stesso sono stati sequestrati il fucile, le munizioni, il faro e due conigli che aveva già abbattuto.

Carabinieri di Ragusa in campo nel “ponte” di San Giovanni: sei denunciati.

SONY DSC

I militari della compagnia carabinieri di Ragusa in occasione delle festività di San Giovanni, patrono della città, oltre ai servizi di pubblica sicurezza svolti unitamente alla polizia nel corso delle manifestazioni religiose e dello sparo dei fuochi, hanno incrementato nel territorio del comune di Ragusa l’intensità dell’azione preventiva e repressiva a mezzo sia di pattuglie in uniforme che di pattuglie in abiti civili, meglio impiegate per “beccare” i delinquenti in flagranza. I servizi in uniforme sono stati impiegati per cinturare la città e controllare i movimenti in ingresso e uscita sia con posti di controllo fissi (peraltro purtroppo troppo spesso segnalati con gli abbaglianti da automobilisti incoscienti…) sia con controlli “improvvisati” nel caso di auto sospette notate dalle autopattuglie in movimento.

Droga, tre tunisini in manette a Punta Braccetto

image

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vittoria e della Stazione di Scoglitti hanno tratto in arresto per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta dei tunisini Oualid Chaaraoui, 36 anni, Walid Chaied, 22 anni, e Ahmed Ayari, 20 anni, residenti a Punta Braccetto. Sono stati trovati nella loro abitazione 38 stecche di “hashish” per oltre 100 grammi di sostanza stupefacente, 4 dosi di “cocaina” per un totale di oltre 3 grammi di “polvere bianca” e 650 euro suddivisi in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività di spaccio.

Pozzallo, lanciava bimbi da una nave all’altra: migranti provano a linciare scafista

polizia-volante-auto

La Squadra Mobile di Ragusa  stato eseguito il fermo di sette scafisti egiziani, Mouhamed Ahmad   Abodaid, 19 enne,  Abada Hamada Arafa, 19 anni,   Walid Aisa Ahmad, 26 anni, Mohamed Said, 23 enne, Habachi Hosni, 18 enne,  Mohamed Hamada, 31 enne, e Abdelmagid Katab Walid, 23 enne, in quanto si associavano con altri soggetti presenti in Egitto al fine trarne ingiusto ed ingente profitto compiendo atti diretti a procurare l’ingresso clandestino nel territorio dello Stato di cittadini extracomunitari. Il delitto è aggravato dal fatto di aver procurato l’ingresso e la permanenza illegale in Italia di più di 5 persone;

Sbarchi. In arrivo a Pozzallo 209 migranti soccorsi a Sud di Capo Passero

sbarco

Proseguono le operazioni di assistenza e soccorso della guardia costiera a imbarcazioni di migranti in difficoltà. Alle 6.30 di questa mattina 209 migranti, a bordo di un barcone, sono stati soccorsi da due motovedette della guardia costiera italiana con la collaborazione di un pattugliatore della Marina maltese a circa 120 miglia a Sud/Est da Capo Passero.

La polizia di stato denuncia ragusano incensurato per furto in esercizio commerciale

polizia-volante-auto

Nel pomeriggio di ieri una telefonata al 113 allertava circa la presenza di un uomo presso una nota profumeria di un centro commerciale cittadino, colto nell’atto di impossessarsi di alcuni prodotti esposti.Subito intervenuta una Squadra Volante, appurava la presenza di un giovane uomo di origini siracusane, 33enne, incensurato, che stava per essere bloccato all’uscita del negozio da personale dipendente il suddetto esercizio commerciale, mentre si aggirava conducendo un passeggino per bambini.

La Polizia di Modica arresta 4 giovani per furto. Rinvenuta la refurtiva

polizia modica

Sono stati arrestati dalla Polizia di Modica con ancora con la refurtiva in mano, i quattro giovani che nella notte tra venerdì e sabato avevano ben pensato di far man bassa prima al mercato ortofrutticolo di Modica e, nelle ore successive, di “ripulire” qualche auto parcheggiata lungo il tragitto che avevano deciso di percorrere. Nella rete della Polizia sono caduti i due marocchini Mohamed Taouli Mohamed di 22 anni, Omar El Jabbar Omar di 19 anni, Matteo Marterazzo di 20 anni e Alessandro Migliore di anni 20, tutti abitanti in Corso Sandro Pertini.

Controlli a Donnalucata. Un arresto per droga

polizia municipale

Un marocchino finisce in manette per droga, un santacrocese torna a casa senza prodotti e senza auto. E’ questo il bilancio di un servizio coordinato interforze contro l’abusivismo commerciale condotto da Polizia locale di Scicli e guardia di Finanza della Tenenza di Modica. Ieri mattina, durante la prima parte dei controlli effettuati, come predisposto dai comandanti Marina Sgarlata e Matteo Lo Bue, presso il mercato merceologico di Donnalucata, gli agenti in servizio hanno notato un giovane che, alla loro vista, e’ salito frettolosamente a bordo della propria autovettura e, con una manovra rischiosa, si è dato a precipitosa fuga.

In primo piano