Cioccolato Modica: Giuffrida (Pd), a maggio primo ok Ue a Igp

0
482

Primo “si” da parte dell’Unione Europea per attribuire l’Igp al Cioccolato di Modica. Un passo molto importante per il riconoscimento al prodotto modicano in attesa, per la seconda metà di maggio della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Ue del regolamento per “il riconoscimento del marchio di Indicazione Geografica Protetta. L’atteso annuncio arriva dall’europarlamentare siciliana e membro della Commissione agricoltura Michela Giuffrida. “La Commissione Europea – spiega l’esponente del Partito Democratico – ha concluso qualche giorno fa l’esame del dossier chiudendo così la delicata istruttoria avviata a giugno del 2017, dopo il via libera del Ministero per le Politiche agricole italiano”.
Dal momento della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dovranno trascorrere 90 giorni. Se non ci sarà alcuna opposizione da parte degli altri Stati membri, avverrà il riconoscimento del nuovo marchio d’eccellenza europeo per la Sicilia e un nuovo traguardo, dopo l’ottenimento del marchio Igp per l’olio Sicilia. “Il marchio di qualità europeo – ha detto ancora l’eurodeputata – tutelerà da ora in poi il Cioccolato di Modica Igp sui mercati internazionali, cioè lì dove già oggi i nostri prodotti di eccellenza sono molto richiesti ma proprio per questo purtroppo soffrono di consistenti fenomeni di imitazione e contraffazione. Marchi come Dop e Igp, sono in grado di fornire un importante valore aggiunto a prodotti che già godono del consolidato e felice accostamento tra identità territoriale ed eccellenza agroalimentare”. A garantire i consumatori, e a far affermare il Cioccolato di Modica sui mercati mondiali, saranno dunque il ‘bollino’ europeo e un dettagliato quanto rigido disciplinare che definisce le caratteristiche di un cioccolato unico nel suo genere per ingredienti e per procedimento di lavorazione. “C’è la necessità e l’urgenza che le Politiche agricole europee – ha sottolineato Giuffrida – guardino con diverso approccio ed attenzione alle tipicità regionali che devono assolutamente avere un posto d’onore nelle Politiche commerciali dell’Unione europea. Marchi come Dop e Igp, sono strumenti in grado di fornire un importante valore aggiunto a prodotti che già godono del consolidato e felice accostamento tra identità territoriale ed eccellenza agroalimentare”. “Mi auguro – ha concluso l’eurodeputata – che questo sia non un punto di arrivo ma un nuovo inizio di un percorso virtuoso che, grazie proprio al sostegno della Unione europea, punti a costruire un’economia siciliana vincente partendo proprio dalle tipicità del territorio e da un brand, il brand Sicilia, che è già conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

8 + sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.