Ivana Castello non si candiderà a sindaco di Modica

16
2750

L’ex capogruppo consiliare del Partito Democratico e attuale consigliere, Ivana Castello, non si candiderà a sindaco di Modica. Queste sono, almeno, al momento le sue decisioni. La Castello, che è stata tra le più battagliere della legislatura che è giunta agli sgoccioli, ritiene che non ci siano allo stato le condizioni per scendere in campo per questo ruolo ma certamente si ricandiderà per il secondo mandato da consigliere comunale. L’esponente di opposizione, com’è noto, proviene da un’esperienza assessoriale all’ex Provincia Regionale di Ragusa. E’ tra le più invocate dagli oppositori dell’attuale sindaco, Ignazio Abbate, per essere l’avversario di quest’ultimo come del resto Vito D’Antona, anch’egli difficilmente disponibile per la candidatura.
Allo stato, oltre ad Abbate, che ricordiamo stavolta potrà essere rieletto al primo turno con il 40% dei voti, sono già ufficiali le candidature di Salvatore Poidomani, avvocato, e di Roberto Garaffa, attuale presidente del consiglio comunale.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

16 Commenti

  1. Avrai votato e fatto votare la Castello .
    Lo stesso non posso dire per l’avvocato .
    E poi vuoi mettere l’esperienza della Castello . . . . . . .

  2. Ottima decisione……bruciano ancora le regionali……bisogna ascoltare quelli piu esperienti….cara consigliera!!!

  3. Condivido la decisione di Ivana Castello, il PD deve convergere verso Poidomani, è giusto così considerato che ha preso più voti dalla Castello. Ritengo invece assolutamente importante affidare a lei un assessorato determinante per Modica (tipo bilancio per intenderci). Unirsi a sinistra è opportuno finalmente. I commenti precedenti sono illegibili, molti saranno grillini, ma loro neppure hanno un candidato, “si scantunu”, oppure saranno “filoabbatiani” che non hanno compreso il danno fatto da questa uscente amministrazione. Vedremo.

  4. Cari (si fa per dire!) @simone e @modicano, voi siete quella categoria di italiani (e, purtroppo siete la maggioranza) che per mancanza di cultura istituzionale o per tornaconto personale amate puntare sui venditori di fumo. Nel merito delle vostre gratuite affermazioni avete confermato l’alta percentuale di qualunquismo e di squallida partigianeria.

  5. Solo nel caso in cui la Castello si candiderebbe voterei PD , altrimenti delegherò 5S .
    Premetto che la mia è già una eccezione , vista la presenza nel PD del cambia casacca Dipasquale .

  6. Concordo con Gianko47…
    aggiungo che persone serie e preparate come la Dott.ssa Castello hanno avuto il coraggio di presentarsi davanti agli elettori, pagando la scarsa popolarita a livello provinciale.
    Altri invece si presentano alle politiche nei listini bloccati, onde evitare figuracce determinate dai risultati più o meno prossimi allo zero ottenuti nelle ultime due legislature…

  7. ERRORE GRAVISSIMO! IN QUESTO MODO SI SPIANA LA STRADA AD ABBATE!
    TRE SOLI CANDIDATI … DARANNO IL VIA LIBERA AL PRIMO TURNO!

  8. Poidomani Sindaco e Ivana Castello vice-Sindaco e Assessore al bilancio! Solo con queste qualificate ed oneste persone la nostra città potrà risorgere.

  9. Molti, moltissimi, alle comunali votano la persona e non il partito.
    Peccato, poteva essere il momento di un sindaco donna anche per modica

  10. Ci scusi per la domanda @Peppe Nappa ma ci potrebbe indicare il candidato a sindaco del movimento?

  11. Infatti mi riferivo proprio ai commenti che precedono il mio, dove si crede, sbagliando non di poco, che senza la castello il voto convergerà automaticamente su poidomani. Moltissime persone (me incluso) avrebbero votato la castello in quanto hanno diretta fiducia in lei, non certo al partito.
    D’altro canto le avrei dato la mia preferenza mettendo a tacere la mia repulsione per il partito… forse meglio così: niente candidatura e problema evitato

  12. @ anime del sud est :
    Voterò per il consiglio e non per un candidato sindaco , che si è già venduto al “petrolio”od ai suoi “lanzachinecchi”.
    Dopo gli errori ed orrori di “certi”personaggi del PD che si sono venduti il cimitero , solo alla Castello darei il voto (pur turandomi il naso . .).
    Come per il PD , lo stesso vale per il candidato UDC .
    Abbate escluso a priori . . .

  13. Votare per il consiglio equivale a dare il voto alla lista che appoggia il sindaco. Si informi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome