Teatro. “Si chiamava Gesù” e la visione laica di De Andrè nello spettacolo in scena venerdì sera al Teatro Garibaldi di Modica

0
483

Il racconto biblico ma anche personaggi inediti per la rappresentazione teatrale “Si chiamava Gesù” in scena al Teatro Garibaldi di Modica venerdì 16 febbraio alle ore 21. Uno spettacolo straordinario, che ben si colloca nell’avvio della Quaresima, liberamente ispirato a “Gesù figlio dell’uomo” di Gibran Kahil Gibran e con le musiche tratte da “La Buona Novella”

di Fabrizio De Andrè rigorosamente cantate dal vivo. Sul palco due attori di eccellente bravura, Emanuele Puglia e Carmela Buffa Calleo, pronti a far rivivere tutti i personaggi chiave del racconto biblico, come Pilato, Giuseppe, Maria, Barabba e Caifa, ma anche personaggi inediti, centrali nella storia, che faranno emergere aspetti, emozioni, passioni. Lo spettacolo nasce da molteplici stimoli artistici, culturali e professionali. In sintesi sono due le direttive principali attraverso le quali prende forma: la visione poetico-musicale, contemporanea, laica e pur sempre rispettosa della figura del Cristo di Fabrizio De Andrè e quella altrettanto poetica, spirituale ma non iconografica di un grande poeta e scrittore vicino al sentimento religioso quale è Gibran Khalil Gibran. L’autore (l’attore e regista Emanuele Puglia) ha così tratto spunto dai testi de “La Buona Novella” (concept-album “storico” di De Andrè) e dall’idea “testimoniale” di “Gesù Figlio Dell’uomo” (raccolta di poesie/monologhi di Gibran), miscelandone, adattandone, integrandone copiosamente le parole e i contenuti, creando così un “oratorio” di grande suggestione e intensità emotiva.
Il tutto grazie ad un preciso ed elegante gioco di costumi e di luci e grazie alla sapiente regia dello stesso Puglia in perfetto abbinamento con l’ottima interpretazione della Buffa Calleo. Centrale per lo sviluppo dell’opera la figura di Maria, il cui personaggio viene seguito dalla nascita alla morte del figlio, in uno stretto connubio con la buona novella tracciata da De Andrè. Ancora biglietti disponibili al botteghino (0932 946991) oppure direttamente online su https://www.ciaotickets.com/evento/si-chiamava-gesu

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome