Operazione “Carnevale Sicuro” a Modica e Pozzallo: 3 arresti. I Carabinieri frenano lo spaccio

0
2587

I Carabinieri della Compagnia di Modica nella tarda serata di ieri hanno svolto un’imponente operazione volta a prevenire e contrastare il diffuso spaccio di sostanze stupefacenti, traendo in arresto due persone a Modica ed un giovanissimo minorenne a Pozzallo.
L’attività dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile si concentrava su due soggetti già noti, e dalla cui abitazione avevano notato un vivace andirivieni di giovani. Il blitz dei Carabinieri è scattato insieme all’unità cinofila del Nucleo di Nicolosi. Mentre i militari entravano nell’abitazione, un giovane alla vista dei militari e del cane ha tentato di lanciarsi da un balcone, ma il dispositivo messo in atto dai militari che avevano già circondato l’abitazione ha permesso di boccare la fuga del giovane. Il cane ha fiutato positivamente nella parte alta di una stanza, e l’intuito dei militari ha portato ad aprire il vano avvolgibile della serranda dove erano occultati oltre 40 grammi di marijuana già divise in dosi e pronte per lo spaccio. Nell’abitazione i militari dell’Arma hanno rinvenuto anche tutti gli strumenti per il taglio ed il confezionamento. Al termine delle formalità di rito sono stati tratti in arresto: Giancarlo Noto, 23 anni, modicano, e Matteo Matarazzo, 24 anni, modicano, entrambi già noti alle forze dell’ordine.
I due sono stati posti agli arresti domiciliari a disposizione del Pubblico Ministero della Procura di Ragusa per i successivi provvedimenti.

I militari della Stazione di Pozzallo e Marina di Modica, da diversi mesi impegnati in un contrasto incisivo e costante alle dinamiche di degrado sociale che attanagliano soprattutto i giovani della cittadina marinara, hanno svolto il loro controllo nelle cosiddette vanelle del centro cittadino. Durante l’attività hanno intercettato un giovane, già noto, di appena 17 anni che cedeva una dose di marijuana da 2 grammi ad una ragazza di 26 anni. I militari lo hanno bloccato e sottoposto a perquisizione, e gli hanno trovato addosso altro stupefacente dello stesso tipo. Inoltre, gli hanno sequestrato la somma di circa 100 Euro già provento dello spaccio messo in atto tra i giovani la sera prima del martedì grasso. Il ragazzo è stato tratto in arresto e tradotto presso il centro di prima accoglienza degli Istituti penitenziari di Catania, su disposizione del pubblico Ministero della procura per i minorenni di Catania.
Le attività dell’Arma continueranno senza sosta nelle prossime ore per prevenire il fenomeno dello spaccio di stupefacenti in tutto il territorio, che colpisce soventi giovani e giovanissimi.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome